Sigaretta elettronica: come influisce sulla salute orale?

L'uso di sigarette elettroniche può avere effetti negativi sulla salute orale. Scoprite come lo svapo influisce sulla vostra bocca.
Sigaretta elettronica: come influisce sulla salute orale?

Ultimo aggiornamento: 27 maggio, 2022

Molte persone che svapano pensano di avere trovato un ottimo sostituto della sigaretta, molto più salutare. È proprio così? In questo articolo vedremo, in particolare, come la sigaretta elettronica influenzi la salute orale.

Lo svapo è spesso considerato un’alternativa meno dannosa alle sigarette. Ma occorre tenere conto dell’azione della nicotina e di altre sostanze tossiche sui tessuti della bocca.

Come funzionano le sigarette elettroniche?

Le sigarette elettroniche sono dispositivi in grado di riscaldare un liquido e generare un aerosol. Sono costituiti da un serbatoio che contiene il liquido, un elemento che genera calore e una batteria che consente alla sigaretta di funzionare.

Ciò che si fuma, quindi, è il vapore generato, il quale contiene una miscela di minuscole particelle. L’utilizzo di questo tipo di prodotto si chiama “vaping”.

Esiste una grande varietà di forme e dimensioni sul mercato, alcune con l’aspetto di sigarette, pipe, penne, chiavette USB e altri articoli di uso quotidiano.

Il liquido utilizzato nelle sigarette elettroniche spesso contiene nicotina, glicerina, glicole propilenico, aromi e altre sostanze chimiche e metalli. Si chiama “liquido per la sigaretta elettronica” ed è disponibile in diverse cartucce aromatizzate che possono essere ricaricate.

A differenza delle sigarette convenzionali, nella versione elettronica non c’è inalazione di catrame o monossido di carbonio. Per questo motivo in molti la considerano più innocua.

Ma gli aerosol che si generano non contengono solo vapore acqueo. Quando vengono riscaldati, si inala nicotina, glicerina e altre sostanze chimiche.

Queste sostanze sono dannose per la salute, cancerogene e creano dipendenza. Per questo motivo sempre più studi e organizzazioni sanitarie ne sconsigliano l’utilizzo.

Effetti della sigaretta elettronica sulla salute orale

Si registra un aumento significativo dell’uso delle sigarette elettroniche nella popolazione, soprattutto nei giovani e negli adolescenti. I messaggi pubblicitari le descrivono come un’alternativa più salutare alla sigaretta tradizionale e ciò non fa che aumentare la curiosità nei confronti dello svapo.

La verità è che anche fumare in questo modo ha effetti dannosi sulla salute. L’uso della sigaretta elettronica è associato a malattie del sistema respiratorio, nervoso, digestivo, circolatorio, riproduttivo e immunitario. E i rischi non sono solo per il consumatore, ma anche per i fumatori passivi.

D’altra parte, sebbene sia uno degli argomenti a favore del suo utilizzo, non è stato dimostrato che sia una misura efficace per smettere di fumare. Al contrario, secondo alcuni studi, aver provato lo svapo aumenta il rischio di dipendenza da nicotina e, nei non fumatori, di assumere questa abitudine.

Ma come agisce la sigaretta elettronica sulla salute orale? Ecco alcuni degli effetti negativi di questa abitudine sulla bocca.

Sigaretta elettronica.
La sigaretta elettronica contiene una miscela di sostanze che vengono trasformate in aerosol per essere inalate.

Alterazioni della mucosa orale

La nicotina riduce l’apporto di sangue in tutto il corpo, anche nelle mucose della bocca. Quindi, una delle conseguenze dell’uso delle sigarette elettroniche sulla salute orale è la retrazione gengivale.

La mancanza di vitalità del tessuto gengivale dovuta alla diminuzione dei nutrienti e dell’ossigeno fa sì che le gengive si ritirino. Questo espone la radice del dente, provocando sensibilità e favorendo la formazione di carie. E se non si interviene in tempo, avviene la distruzione dei tessuti di supporto e la perdita dei denti.

L’infiammazione delle gengive è un’altra malattia della mucosa associata all’uso degli svapatori. La miscela, una volta inalata, è in grado di irritare la bocca e la gola. I tessuti possono diventare gonfi, arrossati e dolorosi.

D’altra parte, la mancanza di nutrimento nella mucosa le impedisce di rispondere adeguatamente in caso di lesioni. Il processo di guarigione e riparazione dei danni è alterato, rendendo lento il recupero dei tessuti.

Una guarigione più lenta rende più difficile accedere ad alcuni trattamenti odontoiatrici, aumentando il rischio di complicanze. L’uso di impianti per sostituire denti mancanti, ad esempio, non è adatto a chi soffre di gengivite. Questo è rilevante, data l’elevata prevalenza della perdita dei denti nelle persone che fumano.

Aumento del rischio di infezioni

Uno dei modi in cui la sigaretta elettronica influisce sulla salute orale è l’aumento delle possibilità di sviluppare le malattie infettive della bocca più diffuse, come carie e parodontite. Entrambe le condizioni, senza un trattamento adeguato, possono portare alla distruzione o alla perdita di elementi dentali.

Lo svapo riduce la produzione salivare e favorisce la formazione e l’accumulo di placca batterica. Inoltre, il contenuto dolce degli spray aromatizzati favorisce il metabolismo batterico e la produzione di acido, proprio come avviene quando mangiamo caramelle o beviamo la coca cola. Se si aggiunge a questo una scarsa igiene dentale, aumentano le possibilità di sviluppare carie.

Questa patologia distrugge i tessuti duri dei denti e progredisce verso l’area interna dei denti. Se non viene trattata in tempo, può portare a quadri dolorosi, con infiammazioni della polpa o infezioni. E se il danno al dente è molto esteso o le complicanze sono molto gravi, sarà necessaria l’estrazione del dente.

A causa della retrazione gengivale, nei fumatori sono più frequenti le carie del colletto del dente. La distruzione avviene nella zona della radice del dente, è più aggressiva e causa una grande sensibilità.

L’insorgenza della malattia parodontale nasce come conseguenza del progredire dell’infiammazione e di una recessione gengivale non trattata. La distruzione profonda dei tessuti e la perdita dell’osso alveolare possono portare alla mobilità e persino alla perdita dei denti. Questa patologia è associata ad altre malattie sistemiche che influiscono sulla salute generale.

L’uso delle sigarette elettroniche può anche favorire la crescita eccessiva di funghi del cavo orale. La candidosi orale, con macchie bianche sulla lingua o arrossamento delle mucose, è un rischio aumentato in queste persone.

Bocca secca

Sebbene l’uso della sigaretta elettronica comporti inalazione di vapore, la secchezza delle fauci è un altro dei problemi di salute orale associati. La presenza di glicole propilenico nella miscela potrebbe favorire la xerostomia.

La secchezza delle fauci, oltre a essere fastidiosa, favorisce lo sviluppo di carie, la formazione di placca batterica e la comparsa di piaghe. Inoltre, è causa di alitosi.

Potrebbe interessarvi anche: Alitosi: cos’è e quali sono le cause?

Cancro della cavità orale

La miscela di sostanze tossiche che entrano in circolo, anche con l’uso delle sigarette elettroniche può aumentare il rischio di sviluppare cancro orale. Non ci sono ancora prove chiare sulla relazione tra lo svapo e il cancro, ma la maggior parte degli studi conclude che il suo uso è dannoso e svolge un’azione simile al tabacco nello sviluppo di tumori.

La sigaretta elettronica macchia i denti?

Il tabacco da fumo tradizionale colora i denti con una tonalità giallastra o marrone. Nel caso delle sigarette elettroniche, le macchie sui denti sono meno probabili. Ciò è dovuto all’assenza di catrame nella combustione, principale causa di macchie.

Il minor rischio di macchiare i denti è un aspetto utilizzato dai venditori di sigarette elettroniche e dalla pubblicità.

Non ci sono prove che dimostrino la presenza di pigmentazione dentale dovuta al suo utilizzo, tuttavia la colorazione gialla dei denti è un problema estetico e non di salute. Il fatto che non macchi i denti, non è un argomento sufficiente per convalidarne l’uso. Il danno della sigaretta elettronica alla salute orale è un problema molto più serio.

Macchie sui denti dovute al fumo.
È vero che le sigarette elettroniche non macchiano i denti, ma questo è un vantaggio minore rispetto ai gravi problemi derivanti dallo svapo.

Nessuna sigaretta è meglio

Come abbiamo visto, l’uso della sigaretta elettronica ha molti effetti negativi sulla salute orale. E sebbene abbia guadagnato popolarità come prodotto salutare, non è un abitudine ottimale per la bocca.

Smettere di fumare è sempre una buona decisione: i vantaggi per la salute sono vari e molteplici. Ma optare per la sigaretta elettronica come metodo per eliminare il vizio del fumo non lo è.

Le conseguenze sulla salute restano negative, per non parlare del fatto che favorisce la dipendenza da nicotina.

Esistono alternative più utili se si decide di smettere di fumare, ad esempio cercare un aiuto professionale.

E, nel caso in cui l’abitudine allo svapo sia già presente, la cosa migliore per la salute orale è fare il passo successivo e smettere del tutto. Tuttavia, come ogni dipendenza, il processo può essere difficile e lungo.

Prendersi cura dei denti con una corretta igiene dentale è fondamentale per contrastare gli effetti dannosi dello svapo sulla bocca. Inoltre, è importante seguire una dieta sana, idratarsi frequentemente e fare visite regolari dal dentista.

Infine, cercare alternative che aiutino a smettere di fumare, in una qualsiasi delle sue versioni, è il modo migliore per prendersi cura della bocca e avere un sorriso sano.

Potrebbe interessarti ...
Svapatore: tutto quello che c’è da sapere
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Svapatore: tutto quello che c’è da sapere

Gli studi indicano che lo svapatore potrebbe essere meno dannoso della sigaretta classica, ma non è del tutto innocuo. Cosa si rischia?



  • Jensen, R. P., Strongin, R. M., & Peyton, D. H. (2017). Solvent chemistry in the electronic cigarette reaction vessel. Scientific reports7(1), 1-11.
  • Soneji, S., Barrington-Trimis, J. L., Wills, T. A., Leventhal, A. M., Unger, J. B., Gibson, L. A., … & Sargent, J. D. (2017). Association between initial use of e-cigarettes and subsequent cigarette smoking among adolescents and young adults: a systematic review and meta-analysis. JAMA pediatrics171(8), 788-797.
  • Garza, E. E. P., Parra, R. O., Lara, C. A. L., Domínguez, J. H. L., & Saldierna, C. D. R. C. (2018). Cantidad de dientes perdidos en sujetos fumadores, no fumadores y exfumadores. Revista de la Asociación Dental Mexicana75(3), 143-146.
  • Sánchez-López, A. P., Delgado-Rubio, R., & Barranco-Obis, P. (2021). Relación entre la utilización de cigarrillo electrónico y la aparición de cáncer. Nuberos Científica, 18-22.
  • Parodi, C., Llambí, L., Barros, M., & Pippo, A. (2014). Cigarrillo Electrónico, un tema en controversia. Actas Odontológicas (Publicación discontinuada)11(1), 39-44.
  • Armendáriz-Castillo, I., Guerrero, S., Vera-Guapi, A., Cevallos-Vilatuña, T., García-Cárdenas, J. M., Guevara-Ramírez, P., … & Paz, C. (2020). Análisis del potencial genotóxico y carcinógeno asociado a los cigarrillos electrónicos. Revista Ecuatoriana de Medicina y Ciencias Biológicas41(1).
  • Sánchez, J. J. T., & Navarro, P. C. SISTEMAS ELECTRÓNICOS DE ADMINISTRACIÓN DE NICOTINA.
  • Accinelli, R. A., Lam, J., & Tafur, K. B. (2020). El cigarrillo electrónico: un problema de salud pública emergente. Revista Peruana de Medicina Experimental y Salud Publica37, 122-128.
  • Laerte, D. S. D., Carmen Maria, R. U., & Lucia, G. N. (2018, October). CIGARRILLO ELECTRÓNICO.¿ UN PRODUCTO SEGURO?. In morfovirtual2018.
  • Usuga David, M. (2021). Efectos nocivos del cigarrillo electronico para la salud humana.
  • Camenga, D., Gutierrez, K. M., Kong, G., Cavallo, D., Simon, P., & Krishnan-Sarin, S. (2018). E-cigarette advertising exposure in e-cigarette naïve adolescents and subsequent e-cigarette use: a longitudinal cohort study. Addictive behaviors81, 78-83.