Alleviare il dolore della sindrome del tunnel carpale

· 15 febbraio 2015

Molte donne soffrono della cosiddetta sindrome del tunnel carpale. La maggior parte delle volte l’unico rimedio è un intervento chirurgico, ma fino ad allora, sempre che sia necessario, vale la pena seguire questi semplici consigli per avere una migliore qualità di vita.

1. Sintomi della sindrome del tunnel carpale

La scelta di una tastiera più ergonomica può prevenire l'insorgenza del tunnel carpale

I sintomi della sindrome del tunnel carpale di solito compaiono tra i 30 e i 60 anni di età. Bisogna dire che per ragioni anatomiche sono quasi sempre le donne a soffrirne visto che il loro tunnel carpale è solitamente più stretto di quello degli uomini. Ciò fa sì che la zona tra le ossa del polso e il legamento anulare del carpo in cui si trovano i tendini flessori delle dita e il nervo mediano ne risentano con maggiore facilità.

C’è compressione, si infiammano i tendini e di solito compare del liquido. Tutto ciò fa sì che rimanga meno spazio e che il nervo venga ostruito. Come già sapete, è molto doloroso. Bisogna anche aggiungere che con il passare del tempo se ne può soffrire anche in entrambe le mani, causando una minore funzionalità di ambedue e avendo problemi nel maneggiare oggetti.

Vediamo i sintomi.

  • Di solito il dolore inizia durante la notte, con fastidi come formicolio o intorpidimento della mano. Possono presentarsi anche dei crampi, ma soprattutto la notte, impedendo di dormire.
  • I crampi di solito arrivano fino al gomito, la mano si addormenta e si sentono dolori improvvisi perfino al pollice.
  • Si hanno problemi nell’afferrare oggetti di piccole dimensioni, perdendo quasi il senso del tatto. La presa “a pinza”, ossia l’afferrare oggetti con l’indice e il pollice, risulta molto difficile.

Come curiosità vogliamo anche dirvi che in molti casi è comune anche tra le donne incinte per via della ritenzione idrica.

2. Rimedi per la sindrome del tunnel carpale

1. Miscela antinfiammatoria allo zenzero

Lo zenzero possiede notevoli proprietà antinfiammatorie

Esistono piante medicinali con efficaci proprietà antinfiammatorie, come, ad esempio, lo zenzero. Per questa miscela utilizzate un cucchiaio di zenzero grattugiato, eucalipto e menta. Potete impiegare degli oli essenziali o preparare voi stessi l’infuso; avranno lo stesso effetto. Per prepararlo, prendete cinque foglie di ciascuna pianta e due cucchiai di zenzero. Preparate l’infuso con un bicchiere d’acqua e poi lasciatelo un po’ nel frigorifero in modo da applicarlo freddo, dal momento che in tale condizione esercita un migliore effetto disinfiammante. Applicatelo facendo un impacco da tenere mezz’ora. Vedrete che sollievo!

Leggete anche: Benefici dello zenzero per le donne

2. Miscela antinfiammatoria di cipresso e rosmarino

L'infuso di rosmarino è un ottimo infiammatorio

In questa occasione preparate un infuso con due rametti di rosmarino in un bicchiere d’acqua. Lasciate raffreddare e nel frattempo effettuate un lieve massaggio con olio di cipresso. Dovete sapere che questo olio è uno dei migliori antinfiammatori che esistano: è eccellente. In seguito, applicate un impacco freddo con l’infuso di rosmarino.

Vi potrebbe interessare leggere anche: Usi dell’olio di rosmarino che forse non conoscete

3. Miscela con farina di fieno greco

Il fieno greco è l'ideale per trattare malattie come l'artrosi e l'artrite

Avete sentito parlare delle proprietà del fieno greco? È favoloso per preparare una miscela antinfiammatoria per ridurre il dolore. Inoltre, contiene un’alta quantità di niacina, vitamina B3 eccellente per ridurre l’infezione e alleviare il dolore. Le sue vitamine e flavonoidi sono ideali per trattare malattie come l’artrosi e l’artrite, quindi non trascuratelo, perché vi farà molto bene.

Quello che dovete fare è mescolare la farina di fieno greco con l’acqua in modo da ottenere un impasto da applicare sulle mani. Una volta tiepido, applicatelo sulle mani, proprio sul tunnel carpale, e sentirete un notevole sollievo.

4. Consigli alimentari

la vitamina B è molto efficace nel combattere le infiammazioni

La sindrome del tunnel carpale può essere affrontata anche dall’interno, seguendo un’alimentazione adeguata i cui nutrienti riducano l’infiammazione e rafforzino i nervi, le cartilagini e le ossa. In che modo? È molto semplice: iniziate la giornata con un cucchiaio di olio di semi di lino, in modo da far fronte alle infiammazioni grazie ai suoi livelli di vitamina B6.

Il riso, le verdure a foglia verde, il petto di pollo e le banane sono favolosi, così come i succhi di pompelmo, ananas e arancia. Apportano antiossidanti, sali minerali e la fondamentale vitamina B. Ricordatelo ogni giorno. Un altro succo perfetto per il pranzo è un frullato di due foglie di cavolo riccio e di una mela verde. Fatelo tre volte a settimana e vi sarà molto utile.

5. Consigli ergonomici

Evitare di stressare i polsi può prevenire l'insorgenza del tunnel carpale

Prendeteli in considerazione. L’uso del telefono cellulare e del computer stressa molto l’articolazione da cui dipende la sindrome del tunnel carpale. Ad esempio, dovete cercare di non scrivere per ore al cellulare oppure scegliere una tastiera più ergonomica che non vi sottoponga a sforzi o che non vi costringa a piegare molto il polso, nel caso in cui utilizziate molto il computer.

Molto utili sono anche dei leggeri esercizi per le mani. Basta roteare i polsi per un minuto o prendere il pollice sinistro con il destro e tirarli un po’ per un minuto. Si tratta semplicemente di non perdere flessibilità, di stendere e di alleviare. Fate sempre questi esercizi leggeri e poco intensi. La sindrome del tunnel carpale è un disturbo il cui corso non può essere invertito e che quasi sempre obbliga il ricorso a operazioni chirurgiche nei casi più gravi. Tuttavia, se e fino a quando quel momento non si presenta, vale la pena seguire questi consigli.

Guarda anche