Sindrome della testa che esplode, cos’è?

· 16 Dicembre 2018
La sindrome della testa che esplode è un disturbo più comune di quanto si pensi e, fortunatamente, può essere trattato e migliorato con farmaci e tecniche di rilassamento.

La sindrome della testa che esplode è un disturbo che rientra nella categoria delle parasonnie. Consiste in un risveglio improvviso in cui la persona sperimenta un intenso mal di testa accompagnato da un suono violento, come se fosse una scarica elettrica.

Chi non ne ha mai sofferto può vederlo come una cosa strana e inusuale. Tuttavia, bisogna dire che è un fenomeno frequente ed è accompagnato da una sensazione di panico difficile da dimenticare.

Non è per niente piacevole. Tuttavia, occorre specificare che non si tratta di una condizione grave né associata a disturbi neurologici.  In realtà, la sindrome della testa che esplode ha più a che fare con l’ansia e lo stress.

In questo articolo vogliamo approfondire questa realtà che interferisce con il riposo di migliaia di persone.

Sindrome della testa che esplode: di che si tratta?

Sindrome della testa che esplode

C’è chi dice che è come una bomba che esplode; per altri, è come un colpo secco o una scarica elettrica come un fulmine. È proprio questo il suono che, all’improvviso, rimbomba nella testa di una persona che è appena entrata nel primo ciclo del sonno.

Immaginiamo cosa può significare una cosa del genere: stiamo dormendo e di colpo sentiamo un rumore fortissimo che ci risveglia violentemente.

Come se non bastasse, questo suono è accompagnato da un intenso mal di testa causato dalla sensazione di essere circondati da luci.

Per prima cosa, il soggetto pensa che si tratti di un sogno o di aver perso il senso della realtà. Eppure, non si tratta di nessuna delle due cose.

Scoprite:  Le erbe che aiutano a dormire meglio

Un disturbo del sonno strano, ma molto conosciuto

La prima descrizione  di questo disturbo risale al 1876 da parte del Dottor Silas Weir che registrò i casi di 50 pazienti. Se ne deduce che:

  • È più comune nelle donne.
  • C’è chi la sperimenta una sola volta nella vita. Altri pazienti, invece, ne soffrono quotidianamente.
  • Poche persone parlano di questo problema perché il brusco suono che avvertono durante il sonno non proviene dall’esterno, ma è un’allucinazione uditiva. Temono, infatti, di avere una malattia mentale.

Qual è la causa della sindrome della testa che esplode?

Ricordiamo che si tratta di un disturbo del sonno, non di natura neurologica o psicologica.

Fino ad oggi sono state espresse diverse teorie su quale potrebbe essere l’origine di questa sindrome. Vediamo quali sono.

Stress e ansia

Donna con mal di testa

Questa è la teoria che ha raccolto maggiori consensi fino ad ora.

  • Il nostro cervello scollega la “parte cosciente” della mente per indurci in uno stato di incoscienza che favorisce il sonno profondo. Ecco perché all’improvviso parte una scarica elettrica dall’attività neuronale.
  • Quando viviamo periodi di stress intenso, il cervello è iperattivato. L’eccitazione è elevata, pertanto quando arriva il momento di riposare, non riesce a ridurre tutta questa “energia” per via delle troppe connessioni neuronali.
  • Durante il sonno, l’attività neuronale reagisce con un’improvvisa scarica simile a un colpo di frusta, stimolando l’area uditiva e visiva. Sentiamo un forte rumore e vediamo delle luci.

Paralisi del sonno

Un’altra idea ritenuta valida riguarda il legame con la paralisi del sonno, un altro tipo di parasonnia. Alcuni scienziati sostengono l’idea che entrambi i disturbi siano legati tra di loro.

In entrambi, infatti, si sperimenta una sensazione di panico e di allarme e, in più, compaiono allucinazioni visive e uditive.

Scoprite: 14 disturbi psicologici strani e poco conosciuti

Un problema all’udito

L’ultima teoria legata a questa condizione è quella di un possibile problema all’udito, per l’esattezza nella tromba di Eustachio.

È stata valutata la possibilità che una lieve alterazione, una lesione o un’infiammazione colpisca con queste allucinazioni uditive e con il mal di testa.

Questa teoria, però, non giustifica le luci intense viste dal paziente.

Trattamenti per la sindrome della testa che esplode

Qualsiasi problema legato al riposo influisce sulla qualità della vita. Per questo motivo, non bisogna dubitare a consultare un medico per qualsiasi irregolarità, fastidio o situazione inusuale.

Come abbiamo detto, molte persone non parlano della sintomatologia associata alla sindrome della testa che esplode per paura o vergogna. “Come posso dire al mio medico che mi sveglio la notte sentendo un forte rumore che non esiste davvero e che, in più, ho visto delle luci attorno a me?”.

Non bisogna avere paura. Questo disturbo colpisce molte persone e può essere trattato. Alcuni farmaci, come la clomipramina (un antidepressivo), sono molto efficaci.

Allo stesso modo, sono molto utili le tecniche di gestione dello stress e favorire il rilassamento muscolare e mentale.

Non esitate a parlare con gli specialisti.