Sindrome delle gambe senza riposo: 6 rimedi naturali

· 31 ottobre 2018
I massaggi localizzati possono essere un ottimo rimedio per prevenire e migliorare la sindrome delle gambe senza riposo, in quanto favoriscono la circolazione e riducono la tensione.

La sindrome delle gambe senza riposo è un disturbo del sistema nervoso caratterizzato dal bisogno irrefrenabile di muovere le gambe per alleviare alcuni sintomi quali formicolio e sensazione di oppressione.

Si verifica in genere durante lunghi periodi di riposo o inattività, interrompendo spesso il ciclo del sonno notturno. La causa primaria della sindrome delle gambe senza riposo è ancora sconosciuta, ma è stata relazionata a fattori genetici, carenze nutrizionali e squilibri nell’attività ormonale.

Nonostante le incertezze sulle sue origini, attualmente esistono diverse terapie e rimedi che possono aiutare a gestirla, riducendone l’impatto sulla qualità di vita.

In questo articolo esaminiamo alcune delle cause e vi proponiamo 6 rimedi di origine naturale, utili per il trattamento.

Cause della sindrome delle gambe senza riposo

Come scritto in precedenza, attualmente non si conosce la causa esatta di questa sindrome.

Una delle ipotesi suggerisce che possa avere origine da uno squilibrio della dopamina, una sostanza chimica del cervello coinvolta nel controllo dei movimenti muscolari.

Il rischio di soffrirne è più elevato in presenza delle seguenti condizioni:

  • Malattie renali croniche
  • Carenza di ferro
  • Morbo di Parkinson
  • Diabete
  • Neuropatia periferica
  • Gravidanza
  • Sclerosi multipla

leggete anche: 5 esercizi per mitigare il dolore alle gambe

Sintomi della sindrome delle gambe senza riposo

Gambe senza riposo

Il bisogno irresistibile di muovere le gambe è il sintomo principale di questa sindrome. Oltre a questa manifestazione, possiamo rilevare anche altri segni e sintomi, quali:

  • Sensazione di formicolio o di solletico
  • Fastidio e scosse
  • Prurito
  • Bruciore e calore
  • Palpitazioni e agitazione
  • Nervi che tirano

Questi sintomi si manifestano con maggior frequenza durante la notte. Possono essere lievi o durare per più di un’ora.

A volte i sintomi si estendono anche alle braccia. Quasi sempre, però, l’effetto diminuisce muovendo o allungando gli arti.

Metodi naturali per calmare i sintomi della sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo non può essere curata e i sintomi tendono a ricomparire nel tempo.

Tuttavia, alcune terapie e cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a tenerla sotto controllo.

Leggete anche: 5 trattamenti naturali per ridurre la cellulite

1. Esercizio fisico

Esercizio fisico

Le persone sedentarie sono più a rischio di complicazioni in questo caso. Per prevenire, l’ideale è praticare esercizio fisico regolarmente.

L’attività fisica migliora la circolazione sanguigna, rafforza i muscoli e aiuta a prevenire problemi come la ritenzione idrica.

2. Dormire con le calze

L’uso delle calze per dormire aiuta a mantenere costante la temperatura dei piedi, giacché il freddo può risvegliare alcuni dei sintomi della sindrome.

Anche se gli effetti non sono stati dimostrati, in molti sostengono che si tratta di un ottimo trucco per ridurre l’insorgenza del problema.

3. Tenere sotto controllo lo stress

Stress

Sebbene in molti pensino che non abbia nulla a che fare con la sindrome delle gambe senza riposo, l’esposizione continua a situazioni stressanti può comunque scatenare degli episodi.

Questo stato emotivo comporta improvvisi cambiamenti nell’attività ormonale, nella circolazione sanguigna e in  altri importanti processi dell’organismo.

È fondamentale praticare tecniche di rilassamento come lo yoga e la meditazione come mezzo per facilitarne il controllo.

4. Impacchi caldi e freddi

Una terapia di impacchi caldi e freddi è una valida alternativa per diminuire le sensazioni di prurito, tensione e formicolio prodotte da questo disturbo.

Gli impacchi vanno applicati in alternanza: prima caldi e poi freddi. Lasciate agire per diversi minuiti finché non fanno effetto e poi asciugate l’area interessata.

5. Massaggi

Massaggi

L’applicazione dei massaggi, anche quando non si manifestano i sintomi, è indicata per mantenere le gambe rilassate e la circolazione attiva.

Producono un effetto termico che diminuisce  la tensione muscolare, evitando i fastidiosi crampi notturni.

Potete usare oli lenitivi come quello di cipresso, lavanda o rosmarino.

6. Integratori a base di magnesio.

La carenza di magnesio comporta diverse conseguenze sulla salute dei muscoli. Spesso chi soffre della sindrome delle gambe senza riposo presenta una carenza di questa sostanza nutritiva. 

Potete integrare naturalmente il magnesio con i seguenti alimenti:

  • Pesce e crostacei
  • Erbe aromatiche
  • Semi di zucca
  • Cacao in polvere
  • Frutta secca
  • Crusca d’avena
  • Verdure a foglia verde
  • Avocado

Si possono anche acquistare degli integratori o delle lozioni per uso esterno.

Vi riconoscete nei sintomi di questo problema? Tenete a mente i nostri consigli per ridurli in maniera naturale.

Guarda anche