7 sintomi della sindrome dell’ovaio policistico

27 settembre 2017
Anche se separatamente questi sintomi possono essere dovuti a diverse condizioni, se ne presentiamo diversi, è importante recarsi subito da uno specialista affinché verifichi lo stato di salute delle nostre ovaie.

La sindrome dell’ovaio policistico (SOP) è un problema di origine ormonale che, a causa del suo impatto sulla salute, compromette la qualità di vita delle donne. Nell’articolo di oggi vediamo i sintomi della sindrome dell’ovaio policistico da non sottovalutare.

Si tratta di una condizione che porta alla formazione di piccole cisti o follicoli nelle ovaie, oltre a causare un ingrossamento nel rivestimento delle stesse.

Di solito si presenta durante l’adolescenza, anche se può verificarsi anche in altri momenti dell’età fertile.

Dato che si produce a causa degli alti livelli di androgeni, conosciuti anche come ormoni maschili, chi ne soffre può avere anche problemi di fertilità. A causa di tale squilibrio, inoltre, si possono scatenare altri fastidiosi sintomi che impediscono di condurre una vita piena e sana.

Per fortuna, dopo averli individuati, le pazienti possono accedere ai trattamenti medici che aiutano a mantenerli sotto controllo.

Tenendo in considerazione che alcune persone possono non dare la dovuta importanza a tali sintomi, di seguito vogliamo rivelare i 6 segnali che possono metterci in allerta riguardo a tale condizione.

sintomi della sindrome dell’ovaio policistico

1. Macchie sulla pelle

Macchie cutanee tra i sintomi della sindrome dell'ovaio policistico

Esistono molteplici fattori che influiscono sulla comparsa di macchie scure sulla pelle; tuttavia, quando si formano improvvisamente nelle aree visibili, è probabile che siano causate da uno squilibrio ormonale.

Le donne la cui produzione di androgeni è fuori controllo tendono a presentare alti livelli di insulina nel sangue e, a causa di ciò, soffrono di macchie su:

  • Collo
  • Ascelle
  • Viso
  • Mani
  • Aree superiori delle cosce

Volete saperne di più? Leggete: 4 rimedi per eliminare le macchie scure dalla pelle del collo

2. Difficoltà di concepimento o infertilità

Sono poche le donne che, sebbene soffrano della sindrome dell’ovaio policistico, hanno utero o ovuli sani.

La maggior parte delle volte la principale conseguenza di tale condizione è proprio la riduzione dell’ovulazione e, pertanto, problemi di concepimento.

Gli squilibri ormonali rendono difficile il concepimento e se si verifica, implica di solito gravi complicazioni e rischi.

Tuttavia, grazie ai progressi della medicina, attualmente esistono vari trattamenti per indurre un’ovulazione normale in caso di sindrome dell’ovaio policistico.

3. Aumento di peso

Aumento di peso tra i sintomi della sindrome dell'ovaio policistico

Tra i sintomi della sindrome dell’ovaio policistico vi è l’aumento di peso che può avere la sua origine negli squilibri ormonali tipici di tale condizione.

Purtroppo, circa la metà delle donne affette da questa condizione presenta questo sintomo man mano che il problema avanza.

Sebbene possa essere combattuto conducendo una dieta sana e regolare attività fisica, è anche fondamentale affidarsi all’aiuto di un medico per mantenere sotto controllo la sovrapproduzione di ormoni.

4. Acne cronica

L’acne cronica è un problema cutaneo che può svilupparsi a diversi livelli di gravità in funzione del fattore che lo provoca.

Dato che produce brufoli piuttosto vistosi sulla pelle, chi ne soffre di solito presenta problemi di autostima e sicurezza.

In questo caso, si manifesta in forma cronica a causa dell’eccessiva produzione di testosterone, un ormone che dovrebbe essere secreto in quantità moderate.

5. Crescita eccessiva di peli

Crescita dei peli tra i sintomi della sindrome dell'ovaio policistico

Tra i sintomi della sindrome dell’ovaio policistico vi è anche l’irsutismo, ovvero una crescita eccessiva dei peli nel corpo.

Sebbene i peli in diverse parti del corpo siano assolutamente normali, non è altrettanto comune che siano spessi e in quantità eccessiva.

La causa di ciò è l’elevata produzione di testosterone che, nelle donne, colpisce la pelle e i follicoli piliferi.

Visitate questo articolo: 5 rimedi naturali per eliminare i peli dal viso

6. Caduta dei capelli

La caduta dei capelli può avere molteplici cause ed è necessario capire se la sua origine sia interna o esterna.

In alcuni casi si produce a causa di anemia o deficit nutrizionali, dato che i capelli richiedono determinati principi nutritivi per mantenersi forti.

Altre volte si produce a causa dell’uso di prodotti cosmetici e di fonti di calore che debilitano direttamente le fibre capillari.

Tuttavia, quando è accompagnata da vari dei sintomi precedenti, è fondamentale capire se la sua comparsa abbia a che vedere con la sindrome dell’ovaio policistico.

Ciò non solo perché gli squilibri ormonali danneggiano la salute dei capelli, ma anche perché possono interferire con la capacità di assorbimento dei principi nutritivi.

7. Ansia e depressione

Depressione tra i sintomi della sindrome dell'ovaio policistico

L’attività ormonale nei pazienti affetti da questo disturbo provoca di solito bruschi cambiamenti di umore con tendenza all’ira e all’irritabilità.

Chi ne soffre sprofonda con estrema facilità in stadi depressivi e ansiosi; infatti i sintomi della sindrome dell’ovaio policistico compromettono l’aspetto del proprio corpo, la propria vita sessuale e la fertilità.

Tale situazione deve essere tenuta in estrema considerazione, dato che, oltre al trattamento medico, può rendersi utile anche un supporto di tipo psicologico.

Per concludere, anche se i sintomi menzionati possono essere dovuti ad altre malattie, è fondamentale capire se sono correlati a tale condizione.

I medici possono diagnosticare questa sindrome attraverso esami specifici e, in un secondo momento, prescrivere il trattamento più appropriato ad ogni caso.

Guarda anche