Sintomi che indicano che soffriamo di appendicite

· 7 dicembre 2016
È fondamentale saper riconoscere i sintomi dell'appendicite e rivolgersi immediatamente al medico. In caso contrario, potrebbero verificarsi delle complicazioni che possono anche mettere in pericolo la vita del paziente

L’appendice è un organo a forma di sacco che fa parte dell’intestino crasso.

Si tratta di un organo che non svolge alcuna funzione vitale, infatti si può condurre una vita sana e normale anche senza.

Non si conosce la sua funzione precisa, ma si pensa che abbia il compito di intervenire nel processo di immunità del corpo in caso di infezione.

L’appendicite è l’infiammazione dell’appendice.

Se non viene curata, l’appendice può scoppiare e mettere in pericolo la vita del paziente. È importante rivolgersi immediatamente al medico quando compaiono i primi sintomi.

Questa infiammazione può causare vari sintomi e l’appendice può rompersi in un lasso di tempo che va dalle 48 alle 72 ore dopo la comparsa.

Per questo, bisogna saper riconoscere i sintomi di un attacco di appendicite per essere pronti ad ogni evenienza.

Dolore addominale

I primi sintomi dell’infiammazione in genere riguardano la comparsa graduale di crampi, diarrea lieve o dolore a livello addominale.

A mano a mano che l’appendice aumenta di dimensioni per via dell’infiammazione, irrita la mucosa della parete addominale.

dolore-addominale

L’irritazione può causare un dolore acuto localizzato nella parte inferiore destra dell’addome. Tende a diventare costante e intesto rispetto a quando cominciano a comparire i sintomi.

Alcune persone possono manifestare dolore in corrispondenza di due punti. In questo caso, è probabile che l’appendicite causi dolore alla parte bassa della schiena e dolore pelvico.

Febbre lieve

L’appendicite in genere provoca un innalzamento della temperatura corporea da 37,2 ºC a 38 ºC. Si possono anche manifestare brividi.

Se l’appendice scoppia, l’infezione che ne deriva può far aumentare la febbre al di sopra dei 38,3 ºC, oltre ad accelerare la frequenza cardiaca.

Mal di stomaco

indigestione

L’appendicite può causare sintomi quali nausea e vomito. È possibile perdere l’appetito o avere la sensazione di non riuscire a mangiare nulla. In alcuni casi si manifesta anche stitichezza o diarrea acuta.

Se doveste avere problemi ad espellere i gas, questo potrebbe essere un chiaro segnale di un’ostruzione parziale o totale dell’intestino. E, ovviamente, può dipendere da un’infiammazione sottostante.

Sintomi dell’appendicite nei bambini

I bambini non sono sempre capaci di capire come si sentono. È possibile che abbiano difficoltà a localizzare il dolore in tempo e probabilmente diranno di avere “mal di pancia”.

Questo è un problema quando si tratta di capire se la causa del dolore è l’appendicite.

Lo si può facilmente confondere con il sintomo di un virus intestinale o di un’infezione del tratto urinario. Tuttavia, è sempre meglio fare attenzione in presenza dei sintomi dell’appendicite.

La rottura dell’appendice può essere molto pericolosa per chiunque, ma il rischio di morte è molto più alto nei lattanti e nei bambini piccoli.

I bambini di età inferiore ai due anni spesso mostrano i seguenti sintomi in presenza di appendicite:

  • Vomito
  • Distensione addominale o gonfiore
  • Sensibilità nell’addome

I bambini e gli adolescenti più grandi sono più propensi a sperimentare i sintomi che seguono:

  • Nausea
  • Vomito
  • Dolore in corrispondenza della parte inferiore destra dell’addome

Sintomi dell’appendicite durante la gravidanza

gravidanza

Molti sintomi dell’appendicite potrebbero assomigliare ai fastidi che si provano durante la gravidanza. Parliamo dei crampi allo stomaco e della nausea.

Tuttavia, non sempre possono presentarsi i classici sintomi dell’appendicite, specialmente verso la fine della gravidanza.

L’appendice è in posizione rialzata durante la gravidanza per via della crescita dell’utero. Perciò, è possibile provare dolore nella parte superiore dell’addome piuttosto che nella parte inferiore destra.

Le donne incinte che soffrono di appendicite sono più esposte a sperimentare sintomi quali:

  • Acidità
  • Gas
  • Episodi alterni di stitichezza e diarrea

Quali sono i fattori di rischio? Si può prevenire l’appendicite?

L’appendicite può manifestarsi in qualsiasi fase o momento della vita, solitamente con maggiore frequenza tra i 10 e i 30 anni di età. È comune tanto negli uomini quanto nelle donne.

Non si può prevenire questa infiammazione, ma si possono prendere alcune precauzioni per ridurre il rischio.

È possibile ridurre il rischio di appendicite se si segue una dieta ricca di fibra. Perciò conviene aumentare il consumo di frutta e verdura fresca.

Alcuni alimenti ad alto contenuto di fibra che possono essere di aiuto in questo caso sono:

  • Lamponi
  • Mele
  • Pere
  • Carciofi
  • Pisellini verdi
  • Broccoli
  • Lenticchie
  • Fagioli neri
  • Crusca
  • Orzo
  • Farina di avena
fibra-e-verdure

Aumentare il consumo di fibra previene la comparsa di stitichezza e il futuro accumulo di materia fecale, solitamente la causa più comune dell’appendicite.

Ricordate che dovete rivolgervi immediatamente al vostro medico di fiducia se voi o un vostro familiare presentate i sintomi dell’appendicite.

Non esistono rimedi casalinghi che possano aiutarvi ed è possibile che molti di questi non facciano altro che complicare la situazione.

Il medico è l’unico che può determinare se si tratta realmente di un’appendicite.

Probabilmente vi sottoporrà a delle analisi del sangue e delle urine alla ricerca di infezioni, così come a un’ecografia addominale o tomografia per determinare il livello di infiammazione dell’appendice.

Guarda anche