Sisu, strategia finlandese per affrontare i momenti difficili

8 Aprile 2019
Durante la seconda guerra mondiale i finlandesi, in inferiorità numerica rispetto ai russi, resistettero stoicamente e lasciarono alla storia il termine sisu, dal significato simile a quello della parola resilienza

La vita può colpire chiunque, in modi infiniti e su diversi fronti. A distinguerci, però, è il modo in cui affrontiamo gli assalti del destino. Ad esempio, possiamo affrontare le difficoltà secondo la strategia finlandese nota come sisu.

Sappiamo bene che nessuno è immune alle avversità. Tuttavia, per quanto non ci abbiano davvero preparato a combatterle, siamo geneticamente e biologicamente programmati per farlo. L’essere umano si è evoluto fino a questo punto grazie a tre dimensioni: perseveranza, resilienza e coraggio.

Ognuno di noi ha dovuto schivare più di una difficoltà, una perdita e centinaia di problemi. Tutti gli sforzi prodigati e ogni ostacolo superato sono successi di cui andare orgogliosi.

Ciascuno ha le proprie strategie per affrontare le avversità, ma è sempre utile scoprire come si comportano gli altri o i popoli diversi dal nostro.

Oggi, dedichiamo il nostro spazio alla Finlandia. Un paese che nonostante le fredde temperature, nasconde un cuore caldo e un carattere forte e combattivo. Uno spirito agguerrito racchiuso in una parola meravigliosa: sisu. 

Nei momenti difficili, spirito combattivo

Resistere alle difficoltà sisu

Basta dire la parola Finlandia per evocare uno stato ideale, una politica sociale ispiratrice e un basso livello di corruzione. L’economia finlandese è, inoltre, una delle più avanzate in uno stato altamente democratico.

Al di là del suo interessante modello sociale, emerge il carattere indomito, rimasto alla storia quando nel novembre del 1939 la Russia dichiarò guerra alla Finlandia.

800 mila soldati finlandesi contro 2 milioni e mezzo di soldati russi

Lo scontro tra Finlandia e Russia desta grande ammirazione. La prima nazione contava poco più di 800 mila soldati, di fronte ai due milioni di soldati che la Russia aveva inviato, in una terra che, come clima e aridità, non era molto diversa dalla potente madre patria.

I finlandesi, tuttavia, opposero una resistenza stoica. Tant’è vero che dopo un anno di aspri combattimenti, venne firmata la pace, lasciando alla storia una parola che era emersa con forza in questo contesto: sisu.

Sisu, il potenziale presente in ognuno di noi

Sisu avversità

Sisu è la nostra forza interiore, quasi sempre assopita. In alcune circostanze, tuttavia, quando le avversità fanno la loro comparsa, siamo costretti a portarla alla luce, a risvegliarla per resistere e vincere. È quanto fece il popolo finlandese durante la seconda guerra mondiale.

Al giorno d’oggi è un grido di incoraggiamento, un tatuaggio impresso sul cuore che aiuta a non cedere, qualunque difficoltà si presenti all’orizzonte.

Leggete anche: Le persone buone nascondono molte ferite, ma non si arrendono mai

Le 5 strategie finlandesi per affrontare le avversità

Foglia sul ghiacchio

1. Controllare lo stress, non lasciarsi dominare dalla paura

Nei momenti difficili bisogna saper gestire efficacemente l’ansia e lo stress.

Se ci lasciamo stringere e vincere dalle emozioni negative, diventiamo come un ramo secco pronto a spezzarsi alla forza del vento. Dobbiamo imparare a controllare la paura, a razionalizzare il panico e a tenere sotto controllo le emozioni stressanti.

2. Essere perseveranti

La perseveranza è un valore in via di estinzione. Siamo impazienti, vogliamo tutto subito.

La persona dotata di sisu è invece paziente, sa sopportare la frustrazione, è creativa; aspetta il momento opportuno e avanza passo dopo passo, senza arrendersi, senza esitare mai.

3. Essere onesti

Il rispetto di sé e degli altri è un concetto essenziale per il popolo finlandese. Ci si preoccupa gli uni degli altri perché allearsi garantisce la sopravvivenza,  curarsi e rispettarsi reciprocamente significa aumentare la qualità della propria vita.

Leggete anche: Come vincere la scarsa autostima in 5 passaggi

4. Imparare a risolvere i piccoli conflitti e tentare di risolvere quelli grandi

Chi è dotato di sisu non sfugge ai problemi, ma cerca di escogitare una soluzione.

Il conflitto fa parte della vita. Imparare fin da piccoli a risolvere i problemi più semplici ci aiuterà ad affrontare gli ostacoli più complessi che la vita ci presenta.

5. Essere resilienti, oggi, domani e sempre

La resilienza è il riflesso di un’anima coraggiosa e saggia che ha imparato ad affrontare le avversità della vita per diventare una persona diversa: più forte e decisa.

Sisu è strettamente correlato al concetto di resilienza, tanto che per molti questi due termini hanno quasi lo stesso significato. È la conseguenza di quello che, prima o poi, la vita ci insegna.

Gli elementi che caratterizzano il modo in cui i finlandesi affrontano i problemi non ci sono del tutto estranei.

Utilizziamoli come ispirazione quotidiana, facciamo nostre queste strategie per trasformare le nostre isole di tristezza in terreno fertile per la felicità.