Stanchezza cronica: 6 possibili cause

A volte, la mancanza di energia e l'estrema stanchezza possono essere dovute a una mancanza di globuli rossi, che ostacola il processo di ossigenazione dei tessuti e del cervello

La stanchezza è un sintomo comune descritto come mancanza di forza per svolgere attività che richiedono uno sforzo fisico o mentale. Può essere moderata o intensa, a seconda della causa e delle condizioni fisiche del soggetto. Tuttavia, chi conduce uno stile di vita sedentario, specialmente se obeso, può soffrire di stanchezza cronica e sentirsi affaticato anche dopo una semplice passeggiata.

Tuttavia, indipendentemente da questo, ci sono altri fattori che possono far sentire sempre stanchi nonostante si abbia una buona condizione fisica.

In questa occasione vogliamo condividere 6 possibili cause della stanchezza cronica, in modo da non esitare a prenderle in considerazione.

Possibili cause della stanchezza cronica

1. Ipotiroidismo

Ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è una condizione che si verifica quando la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni per regolare il metabolismo del corpo.

È una delle cause frequenti della stanchezza e, di fatto, rende la persona debole e sconfortata nonostante sia a riposo.

Esistono due componenti chiave per sospettare che la stanchezza sia dovuta a questa alterazione della tiroide:

  • Sfinimento dopo attività a basso impatto fisico.
  • Sconforto e mancanza di energia anche senza sforzo.

Vi consigliamo di leggere: Migliorare il funzionamento della tiroide

2. Anemia

L’anemia è una condizione caratterizzata dalla riduzione dei globuli rossi nel sangue, ovvero dalle cellule responsabili del trasporto di ossigeno attraverso il corpo.

Spesso, quando il processo di ossigenazione dei tessuti e del cervello diventa difficile, il soggetto tende a sentirsi affaticato e debole sia fisicamente che mentalmente.

Insieme alla stanchezza, si manifestano segni come:

  • Pallore
  • Accelerazione della frequenza cardiaca a riposo
  • Debolezza di capelli e unghie

3. Insufficienza cardiaca

Insufficienza cardiaca

L’insufficienza cardiaca si verifica quando il cuore perde la capacità di pompare abbastanza sangue in altre parti del corpo.

Dato che rende difficile la circolazione, l’ossigenazione cellulare si vede ridotta e, quindi, la persona tende a sentirsi debole e affaticata.

Nelle sue fasi iniziali produce fatica solo quando si svolgono attività di sforzo moderato; tuttavia, mentre progredisce, la stanchezza si presenterà più facilmente, anche svolgendo compiti quotidiani come lavarsi i denti.

L’affaticamento causato da insufficienza cardiaca è spesso accompagnato da:

  • Gonfiore delle estremità (edema)
  • Mancanza di respiro quando si fa uno sforzo fisico o a riposo
  • Intolleranza a sforzi moderati o minimi
  • Ipertensione arteriosa
  • Difficoltà circolatorie
  • Sensazione di pesantezza alle gambe
  • Dolori o fitte nel petto

4. Diabete

Il diabete è causato dall’eccessivo accumulo di glucosio nel sangue, quando, a causa della mancanza di insulina o di resistenza a esso, la sostanza non viene utilizzata dalle cellule per generare energia.

Non disponendo di abbastanza zuccheri, le cellule del corpo “sono affamate” e, non svolgendo correttamente le loro funzioni, scatenano sintomi fastidiosi.

Si può sospettare di diabete quando, oltre al costante affaticamento, sperimenta:

  • Sensazione di sete
  • Perdita di peso improvvisa
  • Cambiamenti nella minzione
  • Debolezza nelle gambe

Leggete anche: 10 sintomi del diabete che non dovete ignorare

5. Disturbi del sonno

Insonnia

Non è affatto strano che sentire stanchezza fisica e mentale dopo una nottataccia.

Dormire bene, non meno di 7 ore senza interruzioni, è essenziale per rinnovare le energie di tutto il corpo.

Se durante diverse notti si presentano difficoltà a dormire o interruzioni del sonno la persona può avere episodi di stanchezza cronica.

È possibile sospettare di questa causa se la stanchezza è accompagnata da:

  • Sonnolenza durante il giorno
  • Apnea ostruttiva del sonno
  • Difficoltà ad addormentarsi durante la notte
  • Sensazione che il sonno non è stato rigenerante

6. Depressione

La depressione è una malattia psichiatrica il cui sintomo principale è un improvviso cambiamento dell’umore della persona, che tende a essere triste, con bassa autostima e senza energia.

Questa condizione è diversa da uno stato di tristezza comune che, in generale, sorge solo quando si attraversa un brutto momento.

Non prestare la dovuta attenzione alla depressione può trasformarla in una malattia cronica con impatto fisico, mentale ed emotivo.

Questa condizione dovrebbe essere presa in considerazione se, oltre all’affaticamento cronico, la persona sperimenta:

  • Sconforto
  • Bassa autostima
  • Profonda tristezza
  • Stress e ansia
  • Isolamento sociale
  • Perdita di interesse nelle sue attività quotidiane

Vi sentite sempre stanchi? Non avete energia per svolgere i vostri compiti quotidiani?

Se state riscontrando questo sintomo e altri disagi, consultate il medico per determinare se dipende da una di queste cause.

Guarda anche