Stanchezza mattutina: cause e rimedi

· 29 luglio 2014
Di sicuro dormire bene durante la notte è fondamentale, ma la stanchezza mattutina non è sempre legata al riposo notturno. Se volete conoscere le cause e i rimedi della stanchezza mattutina, continuate a leggere questo articolo!

Vi è capitato qualche volta di svegliarvi al mattino e di sentirvi stanchi, tanto da avere il morale a terra e non avere energie per affrontare la giornata? Se avete riposato abbastanza durante la notte, questa stanchezza mattutina non è affatto normale. 

Secondo gli esperti, la stanchezza mattutina può essere il sintomo di alcune malattie e, pertanto, qualcosa che richiede un consulto con il vostro medico. Proseguite la lettura, a seguire vi spiegheremo le possibili cause di questo disturbo.

Stanchezza mattutina: i sintomi

Stanchezza mattutina, cause e rimedi

  • Possibili capogiri o vertigini quando ci si alza dal letto
  • Sensazione di bocca asciutta
  • Dolore muscolare diffuso
  • Malessere gastrointestinale
  • Brividi
  • Pressione bassa alla mattina (ipotensione)
  • Secchezza oculare
  • Stanchezza estrema che migliora con il passare delle ore

Vi potrebbe interessare anche: Alzare la pressione bassa: rimedi naturali

Possibili cause della stanchezza mattutina

La stanchezza mattutina prolungata non è una malattia di per sé, ma il segnale che qualcosa nel nostro corpo non sta funzionando come dovrebbe. Non siamo in grado di riprenderci e non abbiamo abbastanza energia per svolgere le nostre attività quotidiane.

Tutti sappiamo bene che tra le cause più comuni di questa stanchezza c’è una scarsa quantità di ore di sonno, ma bisogna tenere in considerazione anche altri aspetti che possono portare ad una serie di conseguenze anche gravi per la nostra salute.

È importante sottolineare che per essere sintomo di una delle seguenti condizioni, la stanchezza mattutina deve essere persistente, vale a dire deve durare almeno due settimane di seguito.

Problemi cardiaci

La stanchezza mattutina può essere dovuta a problemi cardiaci

In genere i medici ritengono che le prime ore del mattino siano le più pericolose.

Comunemente si parla di sincope dovuta ad un abbassamento della pressione arteriosa che si verifica in seguito ad una diminuzione della perfusione cerebrale. Di conseguenza, sapendo questo, bisogna stare molto attenti.

Se la stanchezza mattutina si presenta tutti i giorni, non avete energie per affrontare la giornata o avvertite piccoli capogiri, non esitate a consultare il vostro medico.

Leggete anche: Problemi cardiaci: 5 sintomi da conoscere

Problemi ormonali: ipotiroidismo

L’ipotiroidismo è una condizione clinica dovuta ad un deficit di ormoni tiroidei che altera il funzionamento dell’intero organismo.

Questa insufficienza ormonale fa sì che il nostro metabolismo funzioni più lentamente, diminuendo il nostro rendimento. Di conseguenza, ci sentiamo stanchi ed apatici e normalmente questa sensazione di stanchezza è maggiore la mattina.

Vi consigliamo di leggere: Riconoscere l’ipotiroidismo: 10 sintomi

Problemi emotivi

I problemi emotivi sono una delle cause della stanchezza mattutina

Gli esperti ritengono che il modo in cui affrontiamo la mattinata è il riflesso della nostra salute fisica ed emotiva.

E la mattina è il momento in cui abbiamo davanti a noi tutta la giornata, quando iniziamo a lavorare, ci prendiamo cura dei nostri figli e svolgiamo le nostre attività quotidiane. Se il nostro stato d’animo non è dei migliori, qualsiasi sforzo diventa un macigno.

Di solito, la depressione è accompagnata da dolore muscolare, stanchezza estrema, apatia e tristezza diffusa. Uno dei momenti più difficili è sicuramente la mattina, all’alba.

Cattiva alimentazione o diete estreme

Anche una dieta poco equilibrata può essere all'origine della stanchezza mattutina

Bisogna fare attenzione con le diete. Spesso ci mettiamo in testa di seguire una dieta molto rigida con il risultato di provocare uno squilibrio nutrizionale piuttosto serio.

Stiamo parlando di squilibri metabolici talmente gravi da causare svenimento, disordini dell’equilibrio idro-elettrolitico di sodio e potassio che possono sfociare in problemi cardiaci, da una semplice aritmia fino all’arresto cardiaco. Bisogna tenerlo ben presente.

Come combattere la stanchezza mattutina

Per evitare la stanchezza mattutina bisogna evitare diete drastiche e bisogna seguire un'alimentazione bilanciata

  • In primo luogo, se lamentate stanchezza mattutina per almeno due settimane, è necessario che vi rivolgiate al vostro medico. Potrebbe trattarsi di una delle malattie di cui abbiamo parlato in precedenza; un problema al cuore, ipotensione, aritmia, ecc.
  • Prendetevi cura della vostra salute emotiva. Se, una volta alzati, non avete voglia di affrontare la giornata e vorreste rimanere tutto il tempo a letto, è il caso di chiedersi perché. Sforzatevi di affrontare i vostri problemi, cercate sostegno emotivo nella vostra famiglia e nei vostri amici. Siate felici ogni giorno che passa. La tranquillità e la felicità sono le più grandi fonti di energia che esistano per combattere la stanchezza.
  • Fate attenzione alle diete che decidete di seguire. Assicuratevi di dare al vostro corpo i nutrienti necessari attraverso una dieta varia che vi permetta anche di mantenervi ben idratati.
  • Non dimenticate mai di fare colazione. È uno dei pasti più importanti della giornata che vi garantisce l’energia sufficiente per combattere la stanchezza. Aggiungete alla vostra colazione frutta e fibre. Sostituite il latte vaccino con latte vegetale. Aumentate il consumo di fibra, ad esempio l’avena, mangiate mele con la buccia, fragole, mirtilli e noci che apportano energia e migliorano lo stato d’animo.
  • La sera preparate le cose di cui avete bisogno il giorno successivo, così quando vi svegliate trovate già tutto pronto e non dovete far altro che mettervi a tavola per fare colazione.
  • Bevete infusi di ginseng, zenzero o maca durante la colazione almeno tre volte alla settimana.  Questi infusi apportano energia, vitalità e rafforzano le vostre condizioni fisiche.
  • Cercate di dare un orario alla vostre attività, mangiate sempre alla stessa ora, riposate almeno 8 ore per notte, ritagliatevi del tempo per voi stessi, fate una passeggiata di almeno mezz’ora ogni giorno, uscite a prendere un po’ di sole. Come vi abbiamo già accennato, di fronte a qualsiasi sintomo fuori dalla norma, rivolgetevi al vostro medico curante.
Guarda anche