Succoterapia: depurarsi con i succhi

8 Giugno 2014
Grazie alla succoterapia, apporterete al vostro organismo gli elementi necessari per curare i diversi dolori di cui potete soffrire e gli permetterete di normalizzarsi e di funzionare meglio.

Al giorno d’oggi, il metodo della succoterapia vanta un numero sempre più alto di sostenitori. Infatti, è opinione comune che il consumo di succhi naturali aiuti mantenere il corpo sano più a lungo. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario preparare i succhi con frutta e verdura crude, preferibilmente di origine biologica. Il consumo regolare di questi succhi aiuta a disintossicare l’organismo, oltre a ringiovanire e mantenere il corpo in buona salute più a lungo.

In questo articolo vi spiegheremo il modo corretto di seguire la succoterapia, oltre ad informarvi sui benefici che potete trarre da questa cura. Sarete voi, poi, a decidere se può essere la soluzione che fa al caso vostro.

I benefici della succoterapia

Innanzitutto, dovete sapere che quando inziate la succoterapia, tutti gli organi che si occupano della disintossicazione del corpo, come la pelle, i polmoni, i reni e il fegato, lavorano più velocemente. Pertanto sono in grado di eliminare senza problemi le sostanze di rifiuto e le tossine accumulate nell’organismo. La succoterapia è un’ottima soluzione per far riposare un po’ il sistema digestivo.

Attraverso il consumo di succhi di frutta e verdura crude potete fornire al vostro corpo una grande quantità di vitamine, minerali, oligoelementi, enzimi e zuccheri naturali. In questo modo, potete regolarizzare il vostro organismo e farlo funzionare meglio, oltre ad aiutare la rigenerazione cellulare, visto che ciascun nutriente viene assimilato subito e in maniera completa.

Approfondite l’argomento leggendo: Depurare il colon con una dieta disintossicante

Un ulteriore beneficio che potete trarre dalla succoterapia è quello di mantenere il corretto equilibrio dell’alcalinità e dell’acidità del corpo, considerando che un eccesso di acidità aumenta il rischio di sviluppare alcune malattie.

Il consumo di minerali organici che vengono assorbiti con grande facilità, come il potassio, il silicio, il calcio, aiuta a ripristinare i tessuti e le cellule, prevenendo l’invecchiamento precoce; inoltre, la succoterapia fornisce alcune sostanze medicinali, ormoni vegetali ed antibiotici naturali.

Le proprietà della frutta e verdura per trattare ogni tipo di malattia o disturbo

Succoterapia per la digestione

  1. L’acidità. Per questo problema di salute sono particolarmente efficaci l’uva, le banane, le arance, le carote e gli spinaci.
  2. La stitichezza. Per la stitichezza si consiglia il consumo di mele, banane, pere, uva, limone, uva passa, spinaci e crescione d’acqua.
  3. La diarrea. In questo caso si consiglia di consumare la papaya, il limone, l’ananas, le carote e il sedano.
  4. La gotta. Per migliorare questa condizione si consigliano le ciliegie, l’ananas, i cetrioli, le carote, il sedano e gli spinaci.
  5. L’obesità. Si raccomanda in particolare il limone, l’uva, le ciliegie, l’ananas, la papaya, il pomodoro, il cavolo e la lattuga.
  6. Le emorroidi. In caso di emorroidi, bisogna ricorrere al limone, all’arancia, alla papaya, all’ananas, alle carote, agli spinaci, al crescione d’acqua e alla rapa.

Succhi per le patologie respiratorie

  1. Le allergie. Il trattamento delle allergie richiede il consumo di frutta come albicocche, uva, ma anche verdure quali carote e spinaci.
  2. L’asma. L’asma può essere trattata con la pesca, il limone, l’ananas, le carote e il sedano.
  3. La bronchite. Contro la bronchite si consiglia l’albicocca, il limone, l’ananas, la pesca, il pomodoro, la cipolla, le fragole e gli spinaci.
  4. L’influenza. In caso di influenza si raccomanda il consumo di limone, arancia, pompelmo, ananas, uva passa, carote, cipolla, sedano e spinaci.

Succhi per le patologie circolatorie

  1. L’arteriosclerosi. Si può migliorare questo problema di salute grazie al pompelmo, all’ananas, al limone, al sedano, alle carote, agli spinaci e alla lattuga.
  2. L’anemia. Per l’anemia si raccomanda il consumo di albicocche, banane, fragole, uva, sedano, carote e spinaci.
  3. I problemi al cuore. Per disturbi di questo tipo si raccomanda il consumo di uva, banane, limone, uva passa, cetrioli e barbabietola.
  4. Le vene varicose. Le vene varicose vengono trattate con l’uva, le arance, l’uva passa, i pomodori e la barbabietola.

Succoterapia per risolvere i disturbi ormonali

  1. I disordini del ciclo mestruale. In questo caso sono necessari gli spinaci, la lattuga, l’uva e le prugne.
  2. La menopausa. È molto indicato il consumo di banane, papaya, uva, fragole, barbabietola e pomodoro.
  3. L’acne. Per l’acne si raccomanda il succo d’uva, di pere, di uva passa, di pomodoro, di cetriolo, di spinaci e di patate.
  4. L’insonnia. Per migliorare l’insonnia bisogna ricorrere alle mele, alle carote, al sedano, alle ciliegie, alla lattuga e al pomodoro.

Potrebbe interessarvi anche: Dieta in menopausa: elementi indispensabili

Succhi per prendersi cura dei reni e della vescica

  1. I reni. Per i reni sono indicate le mele, l’arancia, il limone, il cetriolo, le carote, la barbabietola e il prezzemolo.
  2. La prostata. La prostata migliora grazie alle mele, alle albicocche, al limone, al sedano, ai mirtilli, agli asparagi e agli spinaci.
  3. I problemi alla vescica. Sono indicati i cetrioli, l’albicocca, il limone, il sedano, le carote, il prezzemolo e i mirtilli.

Altre patologie che possono trarre beneficio dai succhi naturali

  1. Il diabete. Per questa malattia si raccomanda di consumare qualsiasi varietà di agrume, carote, sedano, lattuga e spinaci.
  2. L’epilessia. In caso di epilessia sono indicati i fichi, l’uva, le carote, il sedano e gli spinaci.
  3. Il mal di testa. Per calmare il mal di testa potete ricorrere all’uva, il limone, l’uva passa, la lattuga e le carote.

Come bisogna consumare questi succhi?

Succo di pomodoro

I succhi devono essere consumati subito dopo aver frullato la frutta e la verdura, quindi fate in modo di preparare solo la quantità che berrete: questi succhi non possono essere conservati per altre occasioni perché dopo poco tempo perdono tutte le loro proprietà benefiche per la salute.

I succhi vanno bevuti ogni tre ore, in una quantità pari a 250 millilitri. Alla mattina, prima di bere il primo succo, si consiglia di consumare:

  • Un bicchiere di acqua tiepida con il succo di un limone
  • un pizzico di peperoncino di Cayenna
  • un cucchiaio di miele
  • un cucchiaino di aceto

In questo modo, preparerete l’organismo ad una corretta e completa pulizia.

Come potete vedere, la pulizia e la disintossicazione dell’organismo attraverso i succhi di frutta e verdure crude possono prevenire ed alleviare una gran numero di malattie, dalle più comuni a quelle più serie e con maggiori complicazioni. La succoterapia, infatti, offre una soluzione efficace per qualsiasi disturbo o malattia di cui soffriate voi o i vostri familiari e amici. Non esitate, quindi, a mettere in pratica questo trattamento naturale!