Suggerimenti per eseguire correttamente un test di gravidanza

Oggi un test di gravidanza è altamente affidabile. Se dà un risultato sbagliato, è perché non è stato fatto correttamente.
Suggerimenti per eseguire correttamente un test di gravidanza

Scritto da Edith Sánchez

Ultimo aggiornamento: 03 settembre, 2022

Il test di gravidanza è uno strumento semplice e pratico, alla portata della maggior parte delle donne. Senza dubbio, è il modo più semplice per sapere se sei incinta o meno.

Tuttavia, un test di gravidanza occasionalmente può generare dei falsi positivi. Spesso succede perché non è stato fatto correttamente. Pertanto, è importante sapere come usarlo nel modo giusto.

Nella maggioranza dei casi un test di gravidanza dà falso negativo. Magari perché non è stato fatto al momento giusto o applicato nel modo giusto. Scopri come evitare questi errori.

Il test di gravidanza

Come rimanere incinta più velocemente?
I falsi negativi sono più comuni dei falsi positivi, sebbene entrambi siano generalmente correlati a un errore di utilizzo.

Un test di gravidanza è uno strumento per stabilire se una donna è incinta o meno. I test domestici utilizzano un dispositivo che ha una banda o una striscia chimica. Su questa bisogna riversare un po’ di urina e in uno o due minuti si ottiene il risultato.

Questo test misura il livello di gonadotropina corionica umana (hCG), un ormone che viene prodotto in grandi quantità all’inizio della gravidanza. È rilevabile da 12 a 14 giorni dopo il concepimento. Se il livello dell’ormone è elevato, il risultato sarà positivo.

Tuttavia, ci sono fattori che portano al fallimento di questi test. Innanzitutto, non sono tutti ugualmente sensibili. In secondo luogo, non sempre vengono applicati in modo da non dar luogo a malintesi. Come eseguirli correttamente?

Suggerimenti per eseguire correttamente un test di gravidanza

Per eseguire correttamente un test di gravidanza, è necessario seguire alcune linee guida. Ecco le più importanti.

Farlo al momento giusto

Il livello di hCG inizia ad aumentare dal momento del concepimento, ma ci vuole del tempo prima che diventi rilevabile con un test di gravidanza. La cosa migliore da fare è aspettare fino al primo giorno di ritardo del ciclo per farlo. In effetti, dovrebbe essere ripetuto una settimana dopo. In questo modo si evitano errori.

Controllare che non sia scaduto

Molte persone non lo sanno, ma un test di gravidanza può scadere. Quando ciò si verifica, i risultati che restituisce non sono affidabili. Pertanto, è necessario controllare la data di scadenza. Se è già scaduto, scartare il test. È meglio comprarne uno nuovo e non commettere errori.

Non bere troppa acqua prima di fare il test di gravidanza

È meglio non bere troppa acqua prima di fare il test. A volte questo porta a diluire l’urina e di conseguenza a diluire i livelli di HCG. Pertanto, il risultato potrebbe essere un falso negativo. Se l’urina è molto pallida o trasparente, significa che è diluita e non adatta per effettuare il test.

La prima urina della giornata

Il campione di urina più affidabile è quello che prendi dopo il risveglio. La prima urina della giornata avrà livelli più concentrati dell’ormone HCG, se sei incinta. Per questo costituisce la base ideale per evitare risultati fuorvianti.

Seguire le istruzioni del test di gravidanza

Sebbene l’utilizzo del test di gravidanza non sia molto complesso, è sempre importante leggere attentamente le istruzioni e seguirle. Non importa se l’hai già fatto prima: è molto facile dimenticare qualche dettaglio importante. Inoltre, è possibile che ci sia qualche cambiamento nelle raccomandazioni rispetto ai test precedenti.

Usare un timer

Il test di gravidanza stabilisce un certo tempo per alcune azioni, come la lettura finale. È meglio non fare affidamento sulla tua capacità di calcolo, ma utilizzare un timer o un orologio. A volte pochi secondi di differenza creano un risultato variabile.

Usare una tazza

Si consiglia di posizionare la banda del reagente sotto il flusso di urina. Tuttavia, questo può essere scomodo. Per evitare incidenti, è meglio raccogliere l’urina in una tazza o bicchiere e poi immergervi la striscia reattiva per il tempo indicato nelle istruzioni.

Risultati in tempo

Il risultato ha un limite di tempo per essere letto. Le istruzioni devono essere seguite rigorosamente. Se dice che il tempo massimo che dovresti aspettare è di 10 minuti, non lasciar passare più di quella quantità di tempo. Pochi secondi possono trasformarsi in un risultato diverso.

Chiedere aiuto, se necessario

Quasi tutti i test vengono forniti in pacchetti su cui è stampato un numero di telefono da chiamare in caso di domande. Se c’è qualcosa che non ti è chiaro, non aver paura di chiamare il produttore per rispondere alle tue domande.

Non fare affidamento solo sul test di gravidanza

Bere acqua prima di un esame del sangue può aiutare a prelevare il campione
In caso di dubbio sulla veridicità del test di gravidanza, eseguire un esame del sangue.

Se è necessario ottenere un risultato rapido, è meglio fare un esame del sangue. Questo rileva la gravidanza anche una settimana dopo il concepimento. Inoltre, può essere un’opzione quando un test di gravidanza a casa ti lascia nel dubbio. Gli esami del sangue sono più costosi e non possono essere eseguiti a casa, ma sono anche più affidabili.

Il test è affidabile, se eseguito correttamente

Quando si realizza il test di gravidanza nel modo corretto, il risultato è del tutto affidabile. Il segreto è svolgere il processo passo dopo passo, senza tralasciare nulla e seguendo le istruzioni alla lettera.

È sempre consigliabile ripetere il test se il risultato è negativo, ma c’è il sospetto di gravidanza. D’altra parte, i falsi positivi non sono molto comuni, ma se ti capita, dovresti consultare il tuo medico a riguardo.

Potrebbe interessarti ...
Superfetazione o rimanere incinta in gravidanza
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Superfetazione o rimanere incinta in gravidanza

La superfetazione è un fenomeno molto raro in cui una donna già incinta rimane nuovamente incinta di un altro feto di età diversa.



  • Cases, G. G., Uicich, R. E., Kandel Gambarte, P., Vazquez, M. L., Moix, C. F., Ferloni, A., … & Gimenez, M. I. (2020). Bisfenol-A: cuantificación en orina de mujeres embarazadas por cromatografía gaseosa-espectrometría de masa. Acta bioquímica clínica latinoamericana, 54(1), 61-68.
  • Velázquez, N. (2014). La hormona gonadotrofina coriónica humana: Una molécula ubícua y versátil. Parte I. Revista de Obstetricia y Ginecología de Venezuela, 74(2), 122-133.
  • Velásquez, N. (2009). Pruebas para diagnóstico de embarazo. Revista de Obstetricia y Ginecología de Venezuela, 69(3), 186-192.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.