Tendinite del bicipite: possibili cause

25 Giugno 2019
La causa principale della tendinite del bicipite è l'uso eccessivo del capo lungo del bicipite. È legato principalmente al movimento ripetitivo e frequente di portare le braccia sopra le spalle.

La tendinite del bicipite è un’infiammazione che colpisce il tendine di questo muscolo. Di norma, non comporta gravi complicazioni, si avverte dolore solo quando si muove il braccio.

Sono tanti i fattori che favoriscono l’insorgenza di questo disturbo. Tra essi l’attività sportiva, l’attività lavorativa che preveda l’uso regolare della forza delle braccia e infine l’età. In casi più rari, se non trattato adeguatamente, può portare alla rottura del tendine.

Si ritiene che la tendinite del bicipite rappresenti una delle principali cause di dolore alla spalla. Inizia con un’infiammazione accompagnata da dolore, che nel tempo può evolvere in danni cronici, che comprendono la rottura parziale o totale del tendine.

Anatomia del bicipite

Dolore al braccio
Il bicipite partecipa alla maggior parte dei movimenti del braccio e aiuta a stabilizzare le articolazioni vicine.

Il bicipite è un muscolo che si trova nella parte superiore del braccio. Il tendine distale collega la parte inferiore dal bicipite al gomito. A sua volta, i tendini prossimali lo collegano alla spalla.

I tendini sono tessuti connettivi, dotati di grande resistenza. I tendini prossimali sono due, e sono noti come capo lungo e capo breve. Questi sono attaccati alla scapola in vari punti. Aiutano a sostenere l’area superiore del braccio nella cavità della spalla e ne facilitano il movimento.

Il bicipite è coinvolto in diversi movimenti. Partecipa alla supinazione dell’avambraccio, cioè il movimento che permette di girare il palmo della mano verso l’alto, oltre alla flessione del gomito. Inoltre, contribuisce a stabilizzare l’articolazione della spalla.

Cos’è la tendinite del bicipite?

La tendinite del bicipite comprende una vasta gamma di lesioni, che possono coinvolgere sia l’area della spalla che quella interna del gomito. Il disturbo insorge con l’infiammazione del capo lungo dei tendini prossimali.

La tendinite del bicipite è spesso associata ad altri disturbi della spalla. La più frequente è la lesione della cuffia dei rotatori. Quest’ultimo corrisponde all’insieme di muscoli e tendini che rivestono la testa dell’omero. Il quale permette di sollevare e ruotare il braccio, oltre a conferirgli stabilità.

Il disturbo causa un forte dolore nella parte anteriore della spalla. Di solito, compare quando il braccio viene sollevato sopra la testa. Tuttavia, questa condizione rende anche particolarmente doloroso svolgere le più semplici attività quotidiane, come indossare una maglietta, lanciare una palla, dormire sopra l’area interessata, ecc.

Leggete anche: Alcuni esercizi per rassodare le braccia

Cause della malattia

Donna con un manubrio
Lo sport o l’attività lavorativa che comporta l’uso abituale della forza nelle braccia, insieme all’età, sono tutti fattori che influenzano la struttura del bicipite.

La causa più frequente della tendinite del bicipite è l’uso eccessivo di questa area in relazione ad attività lavorativa, sportiva o patologie preesistenti. Tra le cause più frequenti abbiamo anche le malattie infiammatorie, le lesioni della cuffia dei rotatori, conseguenze di lesioni precedenti, traumatismi e sindrome da conflitto sub-acromiale.

In taluni casi, la testa dell’omero si trova sollevata e spostata in avanti. Ciò causa un danno secondario al capo lungo del bicipite, pertanto sorge un conflitto tra il capo lungo del bicipite e l’acromion. Ciò porta a un quadro sintomatico noto come impingement o sindrome da conflitto sub-acromiale, che causa la tendinite del bicipite.

Quanto appena descitto causa infiammazione, edema o micro-lesioni. La progressione del disturbo può causare la degenerazione cronica. Ciò comporta alterazioni strutturali del collagene nel tendine. E può portare, infine, alla rottura parziale o totale di esso.

Può interessarvi anche: Dolore lombare: pomata con arnica e olio di cocco

Prevenzione della tendinite del bicipite

Il modo migliore per prevenire la tendinite del bicipite consiste nell’evitare tutte quelle attività che implicano frequenti movimenti delle braccia sopra la testa. Ad esempio, in attività sportive quali il baseball e il tennis, questo movimento è piuttosto frequente.

Se non è possibile astenersi dall’eseguire questi movimenti, è raccomandabile eseguire degli esercizi per rafforzare i muscoli della spalla e della parte superiore del braccio. Sviluppare i muscoli della spalla contribuisce a dare maggiore stabilità al braccio, rendendolo meno soggetto a lesioni.

Un’altra misura di prevenzione è quella di eseguire questi movimenti con tecniche appropriate. Posizioni strane o scomode sottopongono la spalla a uno stress eccessivo, che finisce per causare problemi come la tendinite del bicipite. In caso di dolore, è sempre meglio sospendere l’attività e rivolgersi al medico per gli accertamenti del caso.

Bard, H. (2012). Tendinopatías: etiopatogenia, diagnóstico y tratamiento. EMC-Aparato locomotor, 45(3), 1-20.