11 tipi di olivo e le loro caratteristiche

Esistano più di 100 varietà di ulivi: in questo articolo scopriremo insieme quelle più popolari.
11 tipi di olivo e le loro caratteristiche

Ultimo aggiornamento: 24 agosto, 2022

La maggior parte delle persone conosce il potenziale dell’olio d’oliva e anche che viene prodotto grazie al frutto di un albero perenne. Tuttavia, pochi sanno che esistono più di 100 varietà e tipi di olivo. Pare che sia la Spagna il paese che produce la maggior parte dei tipi di ulivo, ma anche l’Italia e la Grecia non sono da meno.

Tutti i tipi di olivo sono originari dell’area mediterranea. Alcuni possono raggiungere i 15 metri di altezza e crescono in luoghi con poca umidità, altri prediligono i terreni rocciosi, sassosi o argillosi.

1. Olivo Picual

Questa è una delle varietà di olivo con più ettari in Spagna; il maggior produttore è la provincia di Jaén. Questo perché è il più utilizzato per produrre olio. È tra i migliori perché ha una resa maggiore e una migliore capacità produttiva.

L’olivo Picual è anche conosciuto come Nevadillo Blanco, Marteño e Lopereño, tra gli altri nomi popolari. Ha una forma ellittica asimmetrica. Quando raggiunge la maturità, la pelle diventa nera. La caratteristica più rilevante è quella di avere un’elevata resa di grasso.

2. Olivo Cornicabra

Si posiziona come la seconda varietà più coltivata in Spagna, anche per la sua elevata resa in olio. La chioma folta e frondosa è una delle sue caratteristiche più note.

Nonostante sia a fioritura tardiva, l’olivo cornicabra è molto resistente alle basse temperature o al clima secco, il che significa che la sua produzione è elevata.

Al raggiungimento della maturità, la sua buccia assume un colore rosso vino. Questa variante viene utilizzata sia per la produzione di olio che di olive da tavola, dette anche olive cornezuelo.

3. Olivo Blanqueta

Il più grande produttore di olivo blanqueta è la comunità di Valencia. Viene usato per fare l’olio.

La sua semina è molto resistente alle basse temperature, alla siccità e al terreno calcareo. Tuttavia, è sensibile a quella che è nota come tubercolosi dell’olivo o ticchiolatura.

Lo si può distinguere perché quando raggiunge la maturità assume un colore rosso vinoso con macchie giallo biancastre. Altri nomi popolari sono acebuchina blanca, blancaleta e blanca menda.

olive d'oliva.
A seconda delle loro caratteristiche, alcune varietà sono preferite per l’olio e altre per le olive da tavola.

4. Olivo verdiale di Badajoz

L’olivo verdiale di Badajoz è anche conosciuto come zorzaleño, macho o mollar. Solitamente è molto resistente alla siccità e il suo utilizzo principale è per le olive verdi da tavola o per la produzione di olio.

La sua maturazione è media e quando la raggiunge la buccia si presenta di colore rosso vinoso. Un’altra delle sue famigerate caratteristiche è che è di grandi dimensioni, con una forma asimmetrica, allungata e ovoidale.

5. Olivo Manzanilla di Cáceres

Una delle sue caratteristiche principali è il sapore amaro. Si ritiene che sia una delle varietà di olive più antiche.

Il suo utilizzo principale è la produzione di olio e la produzione di olive da tavola. La gente del posto la conosce anche come blanca cacereña, negrilla e costaleña. La sua pelle è nera quando raggiunge la maturità.

6. Olivo Hojiblanca

Il nome è dovuto al colore chiaro delle sue foglie, foglia bianca in spagnolo. La sua maggiore produzione è di olive nere da tavola.

Hojiblanca è molto resistente al freddo e alla siccità. Tra i tipi di olivo, questa variante è apprezzata per essere di ottima qualità.

7. Olivo curculione

Viene utilizzato sia per la produzione di olio che di olive da tavola. Sebbene in precedenza fosse preferito per le olive, oggi è apprezzato per la produzione dell’olio extravergine. Basta, paseo e carrasqueño di Lucena sono altri modi per nominarlo.

8. Tipi di olivo: reale di Cazorla

Questo è molto apprezzato nel suo olio. La Spagna lo produce molto nella provincia di Jaén.

Una delle principali attrattive dell’olio d’oliva reale è il suo aroma. Anche se un punto negativo per i produttori è che la sua raccolta è solitamente più laboriosa.

Come molti tipi di olivo, anche questo è molto resistente alla siccità. La sua produzione è alta.

9. Olivo di Granada

Una delle caratteristiche più apprezzate dell’olivo lechín di Granada è la sua capacità di conservazione. Quindi non sorprende che sia ampiamente utilizzata come oliva da tavola nera. Anche se buona parte della semina viene utilizzata anche per la produzione di olio.

Non è molto resistente alla pioggia. Cresce meglio nei terreni calcarei o dove c’è siccità.

Olio d'oliva.
La ricerca dell’olio d’oliva di qualità inizia con la coltivazione di una pianta che ha determinate caratteristiche.

10. Tordo

Questa variante è uno dei tipi di olivo più ricchi di olio. Se conoscete l’uccello del tordo, sarete lieti di sapere che a questo uccello piace molto questo ulivo ed è da lì che deriva il suo nome.

Dal pajarero si ottiene olio extravergine di oliva di ottima qualità. Una caratteristica è che l’oliva è generalmente di grandi dimensioni.

11. Olivo moresco

Questo tipo di olivo sopravvive molto bene in terreni poveri o dove c’è molta siccità. La Morisca è nota per essere una delle varietà più antiche.

Il suo olio è molto apprezzato sul mercato. La provincia di Badajoz (Spagna) è uno dei maggiori produttori.

Più di 100 tipi di olivo

L’olio d’oliva è noto per essere uno dei migliori oli per gli amanti della gastronomia. Tieni presente che le tipologie di olivo che abbiamo elencato sono le più prodotte o richieste sul mercato, ma c’è altro da scoprire.

Potrebbe interessarti ...
Oli di oliva vergini: sono tutti sani?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Oli di oliva vergini: sono tutti sani?

Gli oli di oliva vergini non sono tutti uguali. Ecco quali sono le principali differenze e cosa fa di un olio un prodotto di buona qualità.



  • Moreno Vega, A., & López Gálvez, M. (2017). Elaboración de aceites de oliva vírgenes. [Libro electrónico]. Editorial Paraninfo.