23 forme della vagina e della zona intima, sono tutte normali!

Esistono diversi tipi e forme di vagina, in base alla lunghezza delle labbra, alla profondità, alla presenza di peli, tra gli altri fattori. Ma hanno tutti qualcosa in comune: sono normali!
23 forme della vagina e della zona intima, sono tutte normali!

Ultimo aggiornamento: 24 agosto, 2022

Come capita con tante altre parti anatomiche, esiste una grande diversità nei tipi e nelle forme della vagina o della vulva, dal punto di vista dell’aspetto, delle dimensioni o del colore.

È opportuno chiarire che i termini vagina e vulva sono spesso usati in modo intercambiabile. Tuttavia, non sono la stessa cosa.

Il primo è il canale che costituisce la via di ingresso all’utero, mentre la vulva è la parte esterna dei genitali, dove troviamo anche il clitoride, l’uretra e le piccole e grandi labbra.

Chiedersi se i propri genitali siano “normali” è un fatto piuttosto comune. La risposta, come abbiamo anticipato, è che esiste una grande varietà.

Le seguenti 23 forme della vagina sono tutte normali. L’unica cosa non normale è avvertire dolore, avere perdite con colore o aspetto insolito o emanare un odore sgradevole.

1. Monte di Venere prominente

Quando la donna è nuda, ma tiene le gambe chiuse, in piedi o sdraiata, le labbra e altri dettagli non vengono percepiti. Al massimo si notano solo i peli, se presenti, e una prominenza arrotondata che si trova sull’osso pubico.

È chiamato il monte di Venere. È un tessuto adiposo e in alcuni casi è più sporgente o voluminoso, cosa che indica un accumulo di grasso. Ciò non ha nulla a che fare con il sovrappeso.

2. A forma di cuore

Nelle donne che hanno le gambe più voluminose, oltre ad un monte di Venere più accentuato, la forma del pube assomiglia ad un cuore, con il vertice verso le cosce. Un esempio di questo è la Maja desnuda di Goya.

3. Forma a V

Nelle più magre e con le cosce lunghe, l’impressione è che la forma esterna della zona intima sia quella di una lettera V, alquanto allungata.

4. V con spazio

E in quelle ancora più magre, quando sono in piedi e senza vestiti, proprio al vertice esterno della V si nota un piccolo triangolo o spazio vuoto, attraverso il quale si può vedere cosa c’è dietro.

Potrebbe interessarvi anche: Pap-test: a cosa serve e in cosa consiste?

5. Grandi labbra spesse

Aprendo le gambe si notano due strutture carnose che ricoprono la vulva. Sono le grandi labbra o labbra esterne. All’interno ci sono le piccole labbra o labbra interne, che portano all’apertura vaginale.

Proprio come ci sono diversi tipi e forme di vagina, la foggia delle labbra varia. Le più mature tendono ad avere la pelle sottile e rugosa. Anche se in alcuni casi le labbra sono più spesse o più carnose.

6. Grandi labbra chiuse

Le grandi labbra di solito si piegano poco. Tuttavia, ci sono casi in cui sono così chiuse che le piccole labbra si percepiscono solo quando viene scostata la pelle delle labbra esterne, momento in cui è visibile anche il clitoride.

7. Grandi labbra curve

In altre donne, le grandi labbra possono essere curve e si incontrano solo alle estremità. Avranno la forma di un ferro di cavallo o di un occhio, che lascia le labbra interne leggermente scoperte.

Donna imbarazzata dalla forma della sua vagina.
Alcune donne potrebbero sentirsi imbarazzate al pensiero che la loro vagina non sia normale. Ma molto probabilmente si tratta di una variazione anatomica comune.

8. Piccole labbra visibili

A volte, anche se le labbra esterne non sono curve o aperte, può succedere che le labbra interne siano prominenti e visibili.

9. Labbra interne asimmetriche

In alcune donne, una delle piccole labbra è più lunga dell’altra. È chiaro che, come negli altri casi che abbiamo descritto, questa asimmetria non deve essere motivo di preoccupazione.

10. Grandi labbra lunghe o sporgenti

Sebbene non ci siano molti dati, vale la pena notare che ci sono stati studi sulle dimensioni delle labbra. La media delle più grandi è stimata in circa 8 centimetri di perimetro.

In alcune donne, le labbra esterne possono essere ancora più prominenti, lasciando la pelle flaccida. Le pieghe sono così esposte che sporgono dalla biancheria intima.

11. Grandi labbra piccole

Contrariamente alle precedenti, alcune donne hanno le grandi labbra piccole. Per questo motivo, le piccole labbra potrebbero non essere completamente nascoste.

12. Grandi labbra aperte

Può anche accadere che le grandi labbra siano leggermente aperte o che non si chiudano completamente.

13. Piccole labbra sporgenti

Come indica il nome, le grandi labbra dovrebbero essere più grandi delle piccole labbra. Anche se questo non è vero in tutti i casi.

Inoltre, per quanto strano possa sembrare, le piccole labbra spesso sporgono. Alcune donne non lo trovano piacevole, quindi chiedono che la loro ipertrofia delle piccole labbra venga corretta con un’operazione.

14. Piccole e grandi labbra ridotte

Le labbra interne ed esterne possono avere le stesse dimensioni. O anche essere entrambe piccole.

Quando si verifica, il prepuzio del clitoride o il clitoride stesso possono essere facilmente visibili, senza dover usare le dita per spingere indietro la pelle. Questo facilita la stimolazione.

15. Vagina di dimensioni medie

Come con l’organo maschile, esiste una certa varietà nelle dimensioni della vagina. La lunghezza media è stata stimata in 10 centimetri; sebbene sia maggiore quando la donna è eccitata.

È interessante notare che le differenze di lunghezza possono essere coerenti con l’altezza di una donna, ma non necessariamente con il peso.

16. Vagina dilatata

Occasionalmente, il canale può essere più largo o i muscoli possono essere meno tonici. Questo è ciò che è noto come rilassamento vaginale. Può comparire dopo il parto, anche se non è l’unica causa.

17. Traiettoria laterale

Anche il percorso o l’inclinazione della vagina può variare leggermente. Alcune sono leggermente più lateralizzate di altri. Questo accade anche con il pene negli uomini.

18. Clitoride visibile

In alcune donne il clitoride è più visibile, sia per le sue dimensioni, sia perché è meno coperto da un cappuccio (il prepuzio), posto nella parte alta della vulva dove si incontrano le piccole labbra.

19. Depilata

Quando si parla di tipi e forme della vagina, l’assenza o la quantità di peli pubici, così come il modo di tagliarli, determina in gran parte il suo aspetto.

Alcune donne preferiscono depilare l’intera area. La ricerca, tuttavia, indica che questo non è la scelta più appropriata. Oltre al fatto che i peli pubici aiutano a mantenere la temperatura, se vengono completamente rimossi, si è più inclini alle infezioni.

Depilazione delle parti intime.
La ceretta completa della zona intima non è consigliabile, poiché in questo modo viene rimossa una barriera di protezione.

20. Pochi peli

Altre donne preferiscono non depilare completamente la zona intima, ma lasciare un po’ di peli. È una questione di gusto personale. Esistono diversi stili:

  • ridurre la lunghezza dei peli lasciando la forma naturale.
  • Depilare fino a lasciare un’unica linea sottile al centro.
  • Lasciare una zona di peli arrotondata sul monte di Venere.

21. Naturale

C’è anche chi preferisce lasciare i peli al naturale, senza intervenire. Naturalmente, l’abbondanza di peli non sarà la stessa per tutti, così come il colore e la consistenza.

22. Varietà nei colori

Anche il colore della vulva varia da una donna all’altra, sebbene sia comune che le labbra vaginali siano più scure del resto della pelle. Ciò avviene perché nella zona genitale esiste una maggiore abbondanza di melanociti.

Sebbene il colore abbia una certa relazione con il tono della pelle in generale, altri fattori possono influenzarlo, come:

  • eccitazione: porta ad un aumento del flusso sanguigno.
  • Squilibri ormonali e attrito; fanno scurire la pelle.
  • Un’infezione vaginale: può far assumere alla vulva una tonalità viola.

23. Scarsa lubrificazione

Le secrezioni vaginali hanno la funzione di mantenere l’area idratata, proteggendo la salute dei tessuti. Quando la produzione di muco è scarsa, si avverte una maggiore secchezza, fatto che può causare fastidio durante i rapporti sessuali.

Quando andare dal dottore?

I tipi o le forme della vagina, così come le dimensioni delle labbra o del monte di Venere, non dovrebbero essere motivo di preoccupazione. Tuttavia, è necessario farsi visitare dal ginecologo quando si verifica un cambiamento di colore o odore nei tessuti, accompagnato da altri sintomi:

  • escrescenze o gonfiore.
  • Perdite insolitamente abbondanti o schiumose.
  • Sanguinamento abbondante.
  • Dolore durante i rapporti.
  • Prurito o bruciore nella vulva.

Una ricerca condotta nel 2020 afferma che le dimensioni delle labbra e le forme della vagina non influiscono sulla funzione sessuale o sulla possibilità di raggiungere l’orgasmo. Tuttavia, alcune donne con ipertrofia labiale possono avvertire una maggiore sensibilità e provare disagio quando fanno sesso.

Può accadere che la donna si vergogni o non si senta a proprio agio a causa dell’aspetto dei propri genitali.

D’altra parte, se la vagina è piccola e il pene del partner è grande, possono esserci bruciore, dolore e irritazione. Naturalmente, ciò non significa dover porre fine alla relazione. Procedendo con attenzione, trovando la posizione migliore e stimolando la lubrificazione, il fastidio può essere ridotto al minimo.

Potrebbe interessarti ...
Igiene intima femminile: buone abitudini
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Igiene intima femminile: buone abitudini

La corretta igiene intima femminile è determinante per godere di buona salute per quanto riguarda ormoni e la zona genitale.



  • Crouch N. In pursuit of the ‘normal’ vulva. BJOG: Int J Obstet Gy. 2018; 125: 1662-1662.
  • Díaz-Martínez L, Durán Prada M, Mendoza Pedrozo J. La remoción por estética del vello púbico como causa de morbilidad inadvertida en la población general. Revista Argentina de Dermatología. 2015; 96(3): URL disponible en: http://rad-online.org.ar/2015/10/01/la-remocion-por-estetica-del-vello-pubico-como-causa-de-morbilidad-inadvertida-en-la-poblacion-general/.
  • Kaya A, Ozan D, Murat Y, et al. Do external female genital measurements affect genital perception and sexual function and orgasm? Turk J Obstet Gynecol 2020;17:175-81.
  • Kreklau A, Vâz I, Oehme F, et al. Measurements of a ‘normal vulva’ in women aged 15–84: a cross-sectional prospective single-centre study. BJOG. 2018; 125:1656– 1661.
  • Lloyd J, Crouch N, Minto C, Liao L, Creighton S. Female genital appearance: ‘normality’ unfolds. BJOG: an International Journal of Obstetrics and Gynecology. 2005; 112: 643–646.
  • Luo J, Betschart C, Ashton-Miller J, DeLancey J. Quantitative analyses of variability in normal vaginal shape and dimension on MR images. Int Urogynecol J. 2016; 27(7): 1087-95.
  • Marín J, Guerra S, Cuesta C, et al. Hipertrofia de labios menores de vulva: reducción con plastia en Z, Progresos de Obstetricia y Ginecología. 2013; 56(1): 35-37.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.