Tipo di naso: cosa rivela sulle nostre origini?

25 Dicembre 2020
Esistono diversi tipi di naso, ciascuno con le sue caratteristiche e la sua bellezza. Li conoscete tutti? Sono vari e dipendono, in particolar modo, dall'ascendenza geografica e culturale.

L’armonia dei lineamenti del volto dipende principalmente dal tipo di naso, in quanto questo si trova al centro.

Oltre all’aspetto estetico, il naso ci permette di respirare, percepire gli odori e serve anche per sostenere gli occhiali. In questo articolo ci concentreremo sui diversi tipi di naso. Sapete qual è il vostro?

Diversi tipi di naso

L’anatomia del naso è fondamentale: due cavità attraverso le quali l’aria entra nelle narici, fessure che ricoprono tali cavità, il setto e la punta. Questi, a loro volta, sono gli elementi che determinano la forma del naso.

Senza dubbio, tra un naso e l’altro esistono differenze che possono essere evidenti. Le stesse variano in base al setto, all’altezza e alla larghezza, l’apertura delle narici, tra gli altri aspetti. A partire da questi dettagli è possibile classificare i diversi nasi a secondo della loro forma generale.

Profilo di un uomo.
Il tipo di naso dipende dall’ascendenza geografica e culturale.

Naso piatto

Il naso piatto presenta il ponte nasale corto con un certo cedimento del naso. Le narici sono estese fino ai lati, dunque la punta è piana.

Di profilo questo naso ha un aspetto affondato o attaccato, ovvero sporge poco dal viso. Il naso piatto prevale, con alcune differenze, tra popolazioni di carnagione gialla e nera. Negli asiatici sono meno ampi rispetto agli individui con tratti africani. 

Tipo di naso all’insù

A differenza del precedente, il naso all’insù ha una punta sporgente verso l’alto. Il setto è retto, con una lieve curva finale. Per questo, le narici sembrano sporgere in avanti.

Questo tipo di naso è frequente tra le persone del Nord d’Europa, ma non solo. Questa forma si deve a un adattamento dell’organismo per respirare meglio l’aria fredda.

Visto di profilo, questo naso sembra appuntito, come quello di alcuni personaggi dei fumetti. Chi si sottopone alla chirurgia estetica richiede spesso il naso all’insù, ma è opportuno segnalare che questo naso non sempre apporta armonia ai lineamenti.

Potrebbe anche interessarvi: Sopracciglia e forma del viso: quale relazione?

Naso largo

Il naso largo presenta un costante ingrossamento dal setto retto fino alla punta. Risulta pertanto più largo che alto. Il famoso giocatore di basket Lebron James ha questo tipo di naso.

Le pinne nasali sono dilatate, così come le narici. Questo naso è chiamato anche nubianoin quanto è comune tra gli abitanti della Nubia, ma è presente anche in altre popolazioni del Nordafrica, incluso il Sudan, così come tra gli afroamericani.

Tipo di naso aquilino o romano

Il naso aquilino presenta il setto alto, lungo e pronunciato. Il setto divisorio del naso si curva verso l’interno sulla punta ricordando il becco di un uccello, da cui deriva il nome. È il naso che spicca di più se visto di profilo.

È caratteristico delle popolazioni del sud d’Europa (Spagna, Italia, Francia e Portogallo). È presente tra gli arabi e negli stati che hanno dominato a lungo, è il caso delle popolazioni slave.

Naso greco

Il naso greco è armonioso. Il ponte nasale è dritto, il setto si rialza leggermente e le narici sono piccole, perché le pinne si dilatano di poco.

È il tipo di naso che possiamo osservare nelle opere pittoriche e scultoree dell’antichità classica grecolatina. Predomina, anche se non esclusivamente, nei paesi europei della conca del Mediterraneo.

Naso bulboso

Come lascia intendere il nome, la forma ricorda quella di un bulbo. È sporgente nella parte inferiore, che però non è molto larga. Le pinne, di fatto, non sono elevate.

Presenta la punta arrotondata o a forma di palla e l’area che circonda le fosse del naso è grossa. È comune tra le popolazioni dalla carnagione scura di discendenza africana e mulatti.

Tipo di naso piccolo

Il naso piccolo sembra all’insù, ma è più corto sul ponte e sul setto. La base può essere tonda, anche se in generale è poco larga, con pinne piccole e fosse rimpicciolite.

Se misurato dall’arco delle sopracciglia fino a sotto le narici, la distanza è breve rispetto agli altri tipi di naso, ragion per cui sembra più piccolo.

Leggete anche: Croste nel naso: 4 rimedi naturali per rimuoverle

Naso grande e grosso

Occupa un volume non indifferente sul volto della persona. Può essere proporzionato, aquilino o con grandi pinne, la punta tondeggiate o bulbosa.

Di profilo e davanti è piuttosto evidente. Il famoso personaggio della letteratura Cyrano de Bergerac è l’esempio emblematico di una persona dal naso grande e prominente. Questo tipo di naso non si riscontra in una popolazione in particolare, anche se è meno comune tra asiatici ed europei del nord.

Primo piano ragazza con naso aquilino.
Esistono molti nasi, ma ognuno rende singolare il viso.

Naso disuguale, ondulato o asimmetrico

In alcun persone, il naso può essere irregolare, ovvero può avere un lato diverso dall’altro. Inoltre visto frontalmente può apparire curvato, con una forma a S.

La disuguaglianza o asimmetria può essere causata da un precedente trauma. Un esempio di questo tipo di naso si incontra nel viso dell’attore Owen Wilson.

Tipo di naso

Il naso è la parte del viso che maggiormente attira l’attenzione. Ogni tipo di naso è diverso e molto personale. Tuttavia, non tutte le persone sono a proprio agio con quello che la natura ha donato essi. In seguito a ciò,  molti decidono di sottoporsi a un trattamento chirurgico di rinoplastica per migliorarlo o cambiarne la forma.

Spesso, però, la chirurgia è necessaria per motivi di salute, come la deviazione del setto nasale o malformazione congenita.

In ogni, la forma del naso riflette l’eredità genetica dei nostri antenati, della  nostra cultura e ubicazione geografica. Dunque il nostro naso rappresenta le nostre origini. 

  • Hübner M, Ramírez R, Nazer J. Malformaciones congénitas. Diagnóstico y manejo neonatal. Santiago de Chile: Editorial Universitaria, 2005.
  • Ruiz L, Latarjet M. Anatomía humana. Buenos Aires, Editorial Médica Panamericana, 2008.
  • Tamarit JM, Ferrandis E, García-Parrado L, Dalmau J. Nariz y sociedad: curiosidades y anécdotas sobre el apéndice nasal. Therapeía; 2012, 4: 55-68.
  • Vargas H.  Rinología. Fisiología de las Fosas Nasales [En línea].  Universidad Nacional Mayor de San Marcos, 2014. URL Disponible en: https://sisbib.unmsm.edu.pe/BibVirtualData/Libros/Medicina/cirugia/Tomo_V/archivos%20PDF/7Rinologia.pdf
  • Bagheri S, Khan H, Cuzalina A. Rhinoplasty: Current therapy, an issue of oral and maxillofacial surgery clinics. Filadelfia: Elsevier, 2012.
  • Uzun A, Ozdemir F. Morfométrica análise de nasais formas e ângulos em adultos jovens. Brazilian Journal of Otorhinolaryngology; 2012, 80(5): 397-402.