Trattamenti naturali per combattere la tosse secca

· 1 febbraio 2015

Si definisce tosse secca quando non si presenta nessun tipo di espettorato al momento di tossire, invece quando si produce quest’ultimo si parla di tosse grassa. La tosse secca deve essere trattata con qualche tipo di rimedio che provochi l’espulsione di espettorato, in modo da eliminarlo e in questo modo migliorare. 

Per ottenere un sollievo immediato in caso di tosse secca, si consigliano alcuni rimedi naturali che risultano molto efficaci per questo problema delle vie respiratorie. Si tratta di un disturbo molto comune che influisce negativamente sulla qualità di vita di chi ne soffre, soprattutto perché si presenta con maggiore frequenza durante la notte e non lascia dormire chi ne è affetto né chi sta intorno.

Aglio

L’aglio è un eccellente rimedio naturale per dire addio al problema della tosse secca, poiché le sue proprietà antibatteriche sono di grande aiuto per alleviare un gran numero di affezioni che colpiscono diverse parti del nostro organismo, tra cui appunto le vie respiratorie. Allo stesso modo, risulta un rimedio molto efficace per liberare i bronchi.

aglio

Preparazione del trattamento con aglio

La prima cosa che dovete fare è tritare dieci spicchi d’aglio e lasciarli per un giorno in una tazza con olio d’oliva e alcuni rametti di timo. Il giorno seguente dovete filtrare questa miscela e versarla in un contenitore con tappo. Bisogna prenderne un cucchiaio tutti i giorni a digiuno, fino a quando finisce. Vedrete il risultato calmante di questo rimedio naturale già dalle prime assunzioni.

Vapore di eucalipto e limone

I vapori sono i migliori alleati nell’eliminazione dell’espettorato e, pertanto, per liberare i bronchi e porre fine alla tosse. Per effettuare un vapore in modo corretto, la prima cosa che bisogna fare è mettere a bollire mezzo litro d’acqua con alcune foglie di eucalipto e di limone, anche se potete aggiungere il succo del limone invece che le foglie. Una volta in ebollizione, abbassate il fuoco e facendo molta attenzione avvicinatevi al vapore che esce dal recipiente; con la testa coperta da un asciugamano, sarà più facile riuscire ad aspirare tutto il vapore e così potrete liberar i bronchi e combattere la fastidiosa tosse.

Sciroppo fatto in casa per trattare la tosse

Ingredienti

  • Recipiente di vetro, preferibilmente con il tappo
  • Limone a fette
  • Miele puro
  • Zenzero a rondelle
  • Acqua bollente

Preparazione

Unite le fette di limone, il miele e lo zenzero a rondelle nel recipiente di vetro. Chiudete il recipiente e mettetelo in frigorifero, fino a quando non si formi una specie di gelatina. Per assumerlo, bisogna metterne un cucchiaino in una tazza e versarvi dell’acqua bollente. Conservare in frigorifero per massimo 2-3 mesi.

Rimedi addizionali per il trattamento della tosse

carota-ccharmon

  • Consumare il succo di carota caldo due o tre volte al giorno.
  • Tagliare a rondelle tre cipolle, metterle in un recipiente insieme a quattro cucchiai di miele e lasciarlo in un altro recipiente con acqua per cuocerle a bagnomaria per almeno due ore. In seguito, lasciate riposare e colate. Bisogna prenderne due cucchiai ogni tre ore.
  • Fate bollire una tazza d’acqua con tre cucchiai di semi di lino; lasciate cuocere per cinque minuti e ritirate. Infine, colate ed aggiungete del succo di limone ed un cucchiaio di miele. Bisogna prendere un cucchiaio tre volte al giorno.
  • Grattugiate dei ravanelli ed aggiungete circa cinque cucchiai di miele; lasciate riposare (coperti) per quattro ore e poi prendere diversi cucchiai più volte al giorno.
  • Bere tre volte al giorno un infuso di semi di anice, i quali devono essere tritati e messi in una tazza a cui aggiungere dell’acqua bollente. Si mette un coperchio e si lascia riposare per diversi minuti, poi si cola e si beve caldo.

Consigli aggiuntivi

  • Bere molti liquidi, ma a temperatura ambiente. Non bisogna prendere nulla freddo.
  • Se nel giro di una settimana lo tosse non è scomparsa, la cosa migliore da fare è consultare il medico e non farlo solo all’ultimo minuto (quando di solito si sono già presentate delle complicanze). Allo stesso modo, diventa urgente una consulta se si presenta febbre, dolore al petto, se si hanno difficoltà respiratorie o se chi presenta tosse secca e persistente è un bambino o un anziano.
Guarda anche