Trattare l’esofagite con 5 rimedi naturali

· 7 Febbraio 2019
I rimedi che vi proponiamo per trattare l'esofagite sono utili per alleviare i sinomi. Ma se il disturbo persiste, vi consigliamo di rivolgervi a un medico.

In questo articolo vi proponiamo alcuni rimedi naturali per trattare l’esofagite. Causato da vari fattori, è un disturbo infiammatorio che colpisce i tessuti dell’esofago.

Chi soffre di esofagite prova dolore nella parte superiore dell’addome. Può anche sentire una sensazione di pressione, acidità e difficoltà a deglutire. Soffrite di questo disturbo? Scoprite alcuni rimedi naturali per trattare l’esofagite.

L’infiammazione dell’esofago, o esofagite, può presentarsi in forma grave o lieve. In ogni caso, vi consigliamo di rivolgervi sempre a un medico per ricevere il trattamento corretto. Ma, quando appare in forma lieve, potete alleviare i sintomi con alcuni rimedi casalinghi.

Perciò, se cominciate a percepire alcuni dei sintomi tipici di questo disturbo, vi consigliamo di seguire questi consigli. Vi aiuteranno a trattare l’esofagite ai primi stadi in maniera efficace.

Cause frequenti dell’esofagite

La maggior parte dei casi di esofagite si verificano per effetto del riflusso gastroesofageo.

Si tratta di un liquido che sale dallo stomaco causando irritazione ai tessuti. Di seguito elenchiamo alcuni dei fattori più comuni che intervengono nell’apparizione del disturbo:

  • Consumo eccessivo di bevande alcoliche e sigarette.
  • Consumo prolungato di alcuni farmaci.
  • Pasti abbondanti e irritanti per lo stomaco.
  • Sovrappeso e obesità.
  • Vomito ripetuto.

Vi può interessare: Cosa mangiare se si soffre di acidità di stomaco

Sintomi dell’esofagite

Sintomi dell'esofagite

Variabili in ogni paziente, i sintomi dipendono dal danno sofferto dal tessuto dell’esofago. Inoltre, interviene anche la rapidità d’intervento per combatterlo con un trattamento. Le manifestazioni più frequenti del disturbo sono:

  • Dolore alla bocca dello stomaco.
  • Dolore al petto.
  • Nausea e vomito.
  • Tosse persistente.
  • Perdita dell’appetito.
  • Difficoltà a deglutire gli alimenti.

Rimedi naturali per trattare l’esofagite

Ricordate che per un controllo adeguato della malattia è importante seguire i consigli di uno specialista. In ogni caso, con alcuni accorgimenti potrete alleviare i sintomi.

Per prima cosa, vi consigliamo di condurre una vita sana: evitate i pasti abbondanti e praticate attività fisica moderata. Grazie a questi due accorgimenti noterete già un miglioramento.

Inoltre, esistono alcuni rimedi naturali molto efficaci per trattare il disturbo nella fase iniziale. Facili da preparare in casa, vi aiuteranno a sentirvi meglio.

1. Succo di aloe vera

Rimedi naturali per l'esofagite

Ricco di vitamina B, mucillagine e amminoacidi essenziali, il succo di aloe vera è molto efficace per lo stomaco.

Il suo consumo controlla l’eccesso di produzione dei succhi gastrici. Otre ad altre proprietà, protegge la mucosa gastrica contro l’irritazione delle ulcere.

Ingredienti

  • 75 g di succo di aloe vera (5 cucchiaiate)
  • 125 ml d’acqua (mezzo bicchiere)
  • 25 g di miele (1 cucchiaiata)

Preparazione

  • Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore e frullate.
  • Dovrete ottenere una bevanda densa e omogenea.
  • Se lo preferite, potete aggiungere ancora un cucchiaino di miele.

Come assumerlo

Bevete questo succo naturale una volta al giorno. In pochi giorni dovreste già notare un miglioramento.

2. Tisana di liquirizia

Anche questo ingrediente naturale è un ottimo alleato per trattare l’esofagite. Soprattutto per ridurre i fastidi provocati da questo disturbo.

Conosciuto come antiacido naturale, la liquirizia è composta da elementi che calmano il bruciore e bloccano il vomito.

Ingredienti

  • 5 g di radice di liquirizia (1 cucchiaino)
  • 250 ml di acqua (1 bicchiere)
  • 25 g di miele (1 cucchiaiata)

Preparazione

  • In una tazza con acqua molto calda versate la liquirizia.
  • Coprite e lasciate riposare l’infuso per circa 10 minuti.
  • Infine, colatelo e addolcitelo con una o due cucchiaiate di miele, a vostro gusto.

Come assumerla

Prendete questa tisana quando soffrite di acidità o dolore di stomaco. Potete berla anche due volte al giorno.

3. Bicarbonato di sodio

Bicarbonato per i disturbi gastrici

Tra i rimedi più efficaci per trattare l’esofagite trovate il bicarbonato di sodio. Questo antiacido molto comune ristabilisce il livello del pH nello stomaco.

È anche grado di ridurre altri sintomi, come il bruciore alla gola. E per ultimo, è semplicissimo da preparare.

Ingredienti

  • 2 g di bicarbonato di sodio (mezzo cucchiaino)
  • 125 ml di acqua (mezzo bicchiere)

Preparazione

  • Diluite il bicarbonato in mezzo bicchiere di acqua fredda.
  • Mescolate bene fino alla completa dissoluzione del bicarbonato.
  • Pronto da bere!

Come assumerlo

Potete bere questo preparato quando si manifestano i primi sintomi di esofagite, 1 o 2 volte al giorno.

4. Tisana di altea

La proprietà principale dell’altea consiste nella sua capacità protettrice della mucosa gastrica contro l’acidità.

Inoltre, è in grado di ridurre l’irritazione dell’esofago, alleviando il dolore dell’esofagite. Vediamo come preparare un’ottima tisana contro l’acidità di stomaco:

Ingredienti

  • 5 g di altea (1 cucchiaino)
  • 250 ml di acqua (1 bicchiere)

Preparazione

  • Scaldate l’acqua finché arriva ad ebollizione.
  • Aggiungete un cucchiaino di altea.
  • Lasciate riposare per circa 10 minuti, e infine colate la tisana.

Come assumerla

Vi consigliamo di bere questa tisana due volte al giorno, fino a notare un miglioramento.

Per approfondire: Curare il mal di stomaco con erbe medicinali

 5. Infuso di camomilla

Infuso di camomilla

La camomilla possiede numerose proprietà benefiche per l’organismo.

Tra queste, ricordiamo la sua capacità di neutralizzare il pH nello stomaco e frenare il riflusso gastrico. Ideale per ridurre il bruciore, apporta sollievo generale in questo tipo di disturbi.

Ingredienti

  • 5 g di camomilla (1 cucchiaino)
  • 250 ml di acqua (1 bicchiere)

Preparazione

  • Innanzitutto, fate bollire l’acqua.
  • Aggiungete all’acqua la camomilla e lasciate riposare per circa 10 minuti.
  • Colate e lasciate che si raffreddi prima di consumarla.

Come assumerla

In caso di necessità, potete berla anche 2 o 3 volte al giorno.

Per concludere, ricordiamo che questi rimedi naturali sono molto efficaci in combinazione con una dieta adeguata. E senza dimenticare di praticare attività fisica costante. Infine, evitate lo stress: è un fattore molto dannoso per lo stomaco. Se i sintomi persistono, rivolgetevi a uno specialista che vi dirà come trattare l’esofagite correttamente.