Trattare l’indigestione con 5 rimedi naturali

11 Luglio 2020
L'indigestione può essere dovuta a cattive abitudini alimentari o a difficoltà digestive croniche. Per fortuna, possiamo migliorare questa condizione con rimedi di origine naturale. Prendete appunti!

L’indigestione è una condizione che a un certo punto della vita colpisce tutti. La maggior parte delle volte è un disturbo lieve e si manifesta dopo un pasto abbondante o irritante. Ma può essere anche cronica, soprattutto quando è associata ad altri problemi gastrointestinali. Come trattare l’indigestione?

Al giorno d’oggi sono disponibili diversi farmaci da banco, come gli antiacidi, per tenere sotto controllo i sintomi di una indigestione. Pur così, continuano a essere apprezzati alcuni rimedi a base di spezie e piante che aiutano a donare sollievo. Li presentiamo a seguire.

Rimedi naturali per trattare l’indigestione

Con il termine indigestione si fa riferimento a un insieme di sintomi che includono mal di stomaco, gonfiore, acidità e nausea. Può essere accompagnata da una sensazione di pesantezza, gas intestinali ed eruttazione, vomito e altri disturbi.

Il più delle volte si deve a pasti eccessivi o veloci, ma può essere anche il risultato di alimenti piccanti, grassi o irritanti. Altre volte è causata da malattie dell’apparato digerente, dal consumo di determinati farmaci e da cattive abitudini, come il tabagismo e il consumo di alcol.

Come trattare l’indigestione in tutti questi casi? Il medico può prescrivere alcuni farmaci che neutralizzino l’acidità dello stomaco e riducano bruciore e fastidio. In un primo momento, però, si possono testare alcune opzioni naturali per calmare i sintomi. Scoprite quali!

Leggete anche: Rimedi naturali a base di ananas facili ed efficaci

1. Tè ai semi di finocchio

L'indigestione pesante e il finocchio
Il finocchio è un potente rimedio dagli effetti digestivi, impiegato in caso di digestione pesante, gas o stitichezza.

Il tè ai semi di finocchio è una delle migliori alternative per trattare l’indigestione. Dona proprietà antispasmodiche e antinfiammatorie che offrono sollievo dai sintomi di questa condizione. Calma anche altri disturbi gastrointestinali, come la distensione addominale e i gas.

Ingredienti

  • 1/2 cucchiaino di semi di finocchio tritati (3,5 g)
  • 1 bicchiere di acqua (250 ml)
  • Miele (a scelta)

Preparazione

  • Aggiungete i semi di finocchio macinati a un bicchiere di acqua.
  • A questo punto, lasciate bollire per circa 3 o 5 minuti.
  • Trascorso il tempo indicato, lasciate in infusione per altri 10 minuti.
  • Se preferite, addolcite con del miele.
  • Bevete il tè 2 volte al giorno.

Attenzione: a seguito di un consumo eccessivo, i semi di finocchio possono indurre nausea e vomito. Assumete solo le quantità indicate.

2. Tè alla radice di liquirizia

La bevanda preparata a base di radice di liquirizia può essere utile a donare sollievo dai disturbi dell’apparato gastrointestinale. Non solo alleggerisce l’indigestione, ma riduce anche gas intestinali e gonfiore. Attenua gli spasmi muscolari e neutralizza l’acidità in eccesso.

Ingredienti

  • 1/2 cucchiaino di radice di liquirizia (2,5 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete la radice di zenzero a una tazza di acqua bollente.
  • Abbassate la fiamma e lasciate sul fuoco per altri 2 minuti.
  • A questo punto, lasciate la bevanda in infusione per 10 minuti e filtratela.
  • Infine, bevetela una volta al giorno.

Attenzione: un eccesso di radice di liquirizia può provocare squilibri di sodio e potassio, nonché problemi di pressione arteriosa. Evitate quindi di bere più di una tazza di tè al giorno.

3. Acqua calda con limone

Acqua e limone per trattare la indigestione
Mescolando limone e acqua otterrete una bevanda da bere dopo i pasti per migliorare la digestione.

All’acqua calda con limone vengono attribuite proprietà capaci di neutralizzare gli acidi dello stomaco, migliorando la digestione. Questa bevanda tradizionale calma l’indigestione, mettendo un freno a sintomi come il bruciore allo stomaco e la flatulenza.

Ingredienti

  • Il succo di 1/2 limone
  • 1 bicchiere di acqua calda (200 ml)

Preparazione

  • Diluite il succo di mezzo limone in un bicchiere di acqua calda.
  • Bevete la bevanda.
  • Assumente questo rimedio in caso di sintomi di indigestione.

Potrebbe interessarvi: Prevenire i disturbi digestivi con 9 sane abitudini

4. Infuso di camomilla

L’infuso alla camomilla è un rimedio a cui si fa ricorso sin dall’antichità ed è un ottimo alleato in caso di indigestione e acidità gastrica. Oltre a ciò, ha leggeri effetti antinfiammatori e antispastici.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di fiori di camomilla (10 g)
  • 1 tazza di acqua bollita (250 ml)

Preparazione

  • Aggiungete i fiori di camomilla a una tazza di acqua bollente.
  • Abbassate la fiamma e lasciate in infusione per circa 2 o 3 minuti.
  • Aspettate altri 10 minuti.
  • Infine, filtrate la bevanda e consumatela.
  • Bevetela quando avvertite disturbi gastrici.

Attenzione: evitare di consumarla se state assumendo farmaci anticoagulanti. Consultate prima il medico di fiducia.

5. Infuso di menta piperita per trattare l’indigestione

Infuso per trattare la indigestione
La menta piperita è un ingrediente dalle straordinarie qualità che può essere consumata sotto forma di infuso dopo i pasti abbondanti.

L’infuso di menta piperita ha un effetto antispastico sull’organismo. Si tratta quindi di una valida opzione per trattare l’indigestione e la nausea. Possiamo prepararla per prevenire tale condizione quando abbiamo esagerato con il cibo.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di menta piperita fresca (5 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)
  • Miele (a scelta)

Preparazione

  • Aggiungete la menta piperita in una tazza di acqua bollente.
  • Lasciate in infusione per 10 minuti e filtratela.
  • Infine, addolcite con del miele e bevete.
  • Se necessario, potete berne fino a 2 tazze al giorno.

Accusate i sintomi di una indigestione? Provate questi rimedi naturali e scoprite come ottenere sollievo senza dover ricorrere a farmaci antiacidi. Consultate però il medico se i fastidi dovessero peggiorare o persistere.

  • Malhotra, S. K. (2012). Fennel and fennel seed. In Handbook of Herbs and Spices: Second Edition. https://doi.org/10.1533/9780857095688.275
  • Murray, G., & Gabel, K. A. (2013). Licorice Root. Topics in Clinical Nutrition. https://doi.org/10.1097/00008486-200015030-00008
  • Valussi, M. (2012). Functional foods with digestion-enhancing properties. International Journal of Food Sciences and Nutrition. https://doi.org/10.3109/09637486.2011.627841
  • Srivastava, J. K., Shankar, E., & Gupta, S. (2010). Chamomile: A herbal medicine of the past with a bright future (review). Molecular Medicine Reports. https://doi.org/10.3892/mmr.2010.377
  • Pushpangadan, P., & Tewari, S. K. (2006). Peppermint. In Handbook of Herbs and Spices. https://doi.org/10.1533/9781845691717.3.460