5 trucchi efficaci per far andare via il singhiozzo

· 20 agosto 2016
Anche se il singhiozzo è un disturbo passeggero che di norma va via da solo, possiamo accelerarne la scomparsa grazie ad alcuni rimedi convenzionali. Nel caso in cui persista per più giorni, sarà necessario rivolgersi al proprio medico

Un attacco di singhiozzo può essere molto fastidioso. Non riusciamo a pronunciare una frase intera senza essere interrotti da quel caratteristico “hic”, che non possiamo fare a meno di emettere all’improvviso. Tuttavia, esistono molti trucchi efficaci per farlo andare via e in questo articolo vogliamo condividerne alcuni.

Cos’è il singhiozzo e da cosa è causato

Il singhiozzo si presenta quando il diaframma (il muscolo che si trova proprio sotto i polmoni) si contrae involontariamente. Si genera così, all’improvviso, un flusso di aria che, passando attraverso le corde vocali, produce quel caratteristico “hic”.

Il singhiozzo può non avere una causa apparente oppure può venirci in una delle seguenti situazioni:

  • Quando beviamo una bibita molto fredda o molto gassata;
  • Quando mangiamo troppo;
  • Quando deglutiamo troppo in fretta;
  • Quando abbiamo un attacco di riso o di pianto;
  • Quando mangiamo cibo piccante;
  • Quando ci esponiamo ad un brusco sbalzo di temperatura.

Nella maggior parte dei casi, il singhiozzo è un disturbo che passa dopo pochi minuti e da solo, senza dover fare nulla di speciale. Tuttavia, se vogliamo farlo andare via più in fretta oppure se persiste per più tempo, a seguire troverete una serie di trucchi contro il singhiozzo che di solito danno buoni risultati.

Trucchi per mandare via il singhiozzo

Respirare dentro un sacchetto di carta

Prendiamo un sacchetto di carta e iniziamo a respirare ripetutamente dentro di esso. In questo modo, aumenteremo il livello di anidride carbonica nel sangue e il singhiozzo se ne andrà. Altre azioni che possono produrre un effetto similare sono le seguenti:

  • Bere un bicchiere colmo di acqua fredda mandandolo giù senza respirare;
  • Trattenere il respiro il più a lungo possibile.

Mangiare una fetta di limone

limoni singhiozzo

Un altro rimedio efficace contro il singhiozzo consiste nel mangiare una fetta di limone; se poi in casa abbiamo dell’angostura, possiamo aggiungerne alcune gocce alla fetta di limone per potenziarne l’effetto. Se invece vogliamo migliorarne il sapore, possiamo spolverizzare la fettina con un po’ di zucchero. Mangiando la fetta di limone, il nostro organismo verrà “distratto” dall’effetto aspro sulle papille gustative e il singhiozzo passerà.

Stirare il diaframma

Per stirare il diaframma, dovremo inspirare molto lentamente, fino a sentire di non poter continuare a respirare a meno che non cominciamo a farlo con l’addome. A questo punto, tratteniamo l’aria dentro ai polmoni per almeno mezzo minuto. Poi espiriamo altrettanto lentamente, fino a svuotare completamente i polmoni. Per far andare via il singhiozzo del tutto, dovremo ripetere questo semplice esercizio per almeno quattro o cinque volte.

Mangiare una cucchiaiata di burro di mandorle

Possiamo sostituire il burro di mandorle con del miele, del burro di cacao, burro d’arachidi o di nutella, a seconda dei nostri gusti. Introduciamo in bocca una cucchiaiata di uno di questi alimenti e attendiamo qualche secondo prima di deglutire, dopo di ché mandiamo giù senza masticare (a questo punto la saliva avrà ammorbidito il boccone e sarà più facile da mandare giù).

mandorle singhiozzo

Chiudere orecchie, occhi, naso e bocca

Con i pollici ci tapperemo le orecchie, pigiando leggermente sulle piccole protuberanze che si trovano di fronte al canale uditivo. In seguito, chiuderemo gli occhi e inspireremo il più possibile. A questo punto con i mignoli chiuderemo anche le narici e tratterremo l’aria nei polmoni il più a lungo possibile. Passati alcuni secondi, butteremo fuori l’aria in un colpo solo e riprenderemo a respirare con normalità. Il corpo, in questo modo, tende a respirare forte e ad ansimare, “dimenticandosi” del singhiozzo.

Se continuiamo ad avere il singhiozzo per ore, o addirittura per giorni, dovremo rivolgerci al nostro medico. Non si tratta di situazioni comuni, ma il singhiozzo in certi casi può essere causato da una distensione addominale, da emissioni nocive o da altri fattori. Non dimentichiamo nemmeno che il singhiozzo frequente è normale in neonati e bimbi piccoli.

Immagini per gentile concessione di Curiosidades.com

Guarda anche