Soffrite di stress? Scopritelo con un test efficace

· 3 Giugno 2015
Lo stress è un elemento molto presente nelle vite di oggi. In questo articolo vi presentiamo un test per capire se soffrite di stress.

Sapete se soffrite di stress e avete idea delle sue conseguenze per la nostra salute? Lo stress altera l’equilibrio dell’organismo e lo rende vulnerabile agli agenti patogeni, che scatenano numerose malattie. Tuttavia, in molti casi, non siamo coscienti dell’essere vittime dello stress.

Il significato della parola stress viene spesso associato all’avere molte cose da fare, ma in realtà indica un comportamento che possiamo adottare senza rendercene conto. In questo articolo vi spieghiamo come capire se soffrite di stress.

Che cos’è lo stress?

Lo stress è uno squilibrio nervoso che si manifesta quando qualcosa ci rende ansiosi, nervosi o ci preoccupa in modo permanente. Il nostro corpo, istintivamente, individua un pericolo che ci fa adottare questo stato negativo e che ci fa reagire con un meccanismo di fuga.

Questo stato fa sì che tutte le risorse del nostro organismo si concentrino sul facilitare questa “fuga”, rendendo più semplice il lavoro dei muscoli, aumentando la pressione sanguigna e favorendo una respirazione rapida e superficiale. Restano inattive quelle funzioni che non sono fondamentali per la fuga come, per esempio, la funzione digestiva o il riposo. Osservare questi cambiamenti fisici è utile per determinare se soffrite di stress.

Se, in effetti, dovessimo scappare o affrontare un conflitto temporaneo, questo sarebbe l’unico modo per risolverlo. Il problema, però, sorge quando questo stato dell’organismo dura più del necessario, perché ci fa vivere in uno stato di allerta costante e, quindi, di stress.

Leggete anche: Stress, depressione e ansia: come distinguerli

soffrite di stress

Quali conseguenze per la salute se soffrite di stress?

Più dura lo stato di stress, più vengono colpite le funzioni organiche che non sono prioritarie per la fuga. Per questo motivo se soffrite di stress alcuni dei disturbi più comuni colpiscono l’apparato digerente:

  • Dispepsia o cattiva digestione
  • Disturbi intestinali
  • Ulcere e gastriti

Leggete anche: Frutta che aiuta la digestione, ecco la migliore

Per lo stesso motivo, sono anche molto comuni i disturbi del sonno, le contrazioni muscolari e l’ipertensione arteriosa.

Man mano che il periodo di stress diventa più duraturo, si manifesta un numero maggiore di squilibri, tra i quali:

  • Problemi dermatologici come eczemi e psoriasi
  • Alopecia
  • Allergie
  • Patologie coronarie
  • Sovrappeso o anoressia

Lo stress e il colesterolo

È importante sottolineare che il colesterolo può essere un buon indicatore dei nostri livelli di stress. Stando ad alcuni studi, i livelli di colesterolo sono modificati più dallo stress che dall’alimentazione. Ciò spiega come mai coloro che rispettano un’alimentazione equilibrata o che si mettono a dieta, ma sono molto stressati, non riescano ad abbassare i livelli di colesterolo.

È chiaro che anche l’alimentazione è fondamentale per prevenire il colesterolo, ma non bisogna mai dimenticare che anche se soffrite di stress può esserne responsabile.

ansia-alessandra-500x335

Test per capire se soffrite di stress

Ecco alcune domande per capire se state attraversando un periodo di stress.

  • I vostri amici o parenti dicono che avete sempre qualcosa da fare, che siete sempre occupati, che siete iperattivi?
  • Passate facilmente da uno stato di allegria a uno stato di scoraggiamento?
  • Vi piacerebbe cambiare lavoro o siete disoccupati?
  • Vi preoccupano questioni economiche o familiari?
  • Pensate di aver bisogno di più tempo da dedicare a voi stessi?
  • Ripensate spesso a episodi del passato che vi fanno sentire in colpa o che vi fanno provare rancore?
  • Consumate molti stimolanti come il caffè, il tabacco, l’alcol o le bibite frizzanti simili alla Coca-Cola?
  • Vorreste mangiare in modo più equilibrato?
  • Siete iperprotettivi e soffrite per gli altri?
  • Vi è difficile dormire bene e riposare di notte?
  • Soffrite di contrazioni muscolari?
  • Vorreste cambiare alcuni aspetti della vostra vita?
loto-yoga-relax-meditazione-RelaxingMusic-500x334

Risultati del test

Per ottenere i risultati del test, dovete sommare un punto per ogni risposta affermativa e mezzo punto per quando avete risposto “a volte” o se avevate dei dubbi sulla risposta. Le risposte negative equivalgono a 0 punti.

  • Da 9 a 12 punti: forse eravate già consapevoli del fatto che state vivendo un periodo di stress prima di fare questo test. Ciononostante, è importante capire la gravità della situazione per poterla affrontare in modo corretto. Non dovreste migliorare solo l’alimentazione, l’esercizio fisico e le cattive abitudini, è probabile che abbiate anche bisogno di un cambiamento fondamentale nella vostra vita.
  • Da 6 a 8 punti: di sicuro nella vita quotidiana attraversate momenti di ansia, di nervosismo e di irritabilità che compromettono la vostra qualità di vita. Iniziate a dare priorità al vostro corpo e a ciò di cui ha bisogno per evitare una situazione che avrà gravi conseguenze per la vostra salute.
  • Da 3 a 5 punti: Il vostro corpo inizia a inviare segnali di stress, ma siete ancora in tempo per risolvere la situazione. Iniziate a dare priorità a un’alimentazione equilibrata e a fare esercizio fisico più volte a settimana e non dimenticate di dedicare tempo a voi stessi.
  • Da 0 a 2 punti: lo stress non è una delle vostre preoccupazioni principali e possiamo dire che avete una vita equilibrata, senza alti e bassi.

Immagini per gentile concessione di Park Ranger, alessandra e RelaxingMusic.

  • Goldstein, D. S., & Kopin, I. J. (2007). Evolution of concepts of stress. Stress. https://doi.org/10.1080/10253890701288935
  • Daubenmier, J. J., Weidner, G., Sumner, M. D., Mendell, N., Merritt-Worden, T., Studley, J., & Ornish, D. (2007). The contribution of changes in diet, exercise, and stress management to changes in coronary risk in women and men in the Multisite Cardiac Lifestyle Intervention Program. Annals of Behavioral Medicine. https://doi.org/10.1207/s15324796abm3301_7
  • Chandola, T., Brunner, E., & Marmot, M. (2006). Chronic stress at work and the metabolic syndrome: Prospective study. British Medical Journal. https://doi.org/10.1136/bmj.38693.435301.80
  • Lovibond S.H. & Lovibond, P. F. (1995). Manual for the Depression Anxiety Stress Scales. Psychology Foundation of Australia. https://doi.org/DOI: 10.1016/0005-7967(94)00075-U