5 modi per uscire dalla propria zona di comfort

· 22 giugno 2018
Nonostante ci possa sembrare di essere sicuri e tranquilli nella nostra zona di comfort, in realtà restiamo in essa per colpa delle nostre paure, che ci impediscono di crescere, rischiare ed affrontare ciò che non conosciamo.

Vi sentite stanchi della vostra vita? Non avete alcuna meta? Allora può darsi che vi troviate nella tanto conosciuta zona di comfort.

In questa zona nella quale ci sentiamo così a nostro agio ma allo stesso tempo estremamente limitati. Oggi scoprirete alcuni modi per uscire dalla vostra zona di comfort.

La zona di confort si forma a causa della nostra costante tendenza a cercare ciò che ci dà sicurezza. Per questo, ci appigliamo a tutto ciò che ci dà questa sensazione.

Leggete: Pensare troppo ha delle conseguenze

Tuttavia, questo è molto limitante. La zona di comfort talvolta ci fa dipendere da un posto di  lavoro che non ci piace o da un partner che non amiamo perché “beh, non è poi così male”.

Questo modo di fare, col tempo, ci logora.

1. Prendete nota di tutto ciò che fate con piacere

Donna che scrive con quaderno e tazza di caffè

Uno dei modi per uscire dalla vostra zona di comfort consiste in qualcosa di molto semplice. Prendete un quaderno o un foglio e cominciate ad annotare tutte le attività o le cose che vi rendono felici.

Può darsi che vi piaccia andare a cavallo, leggere, fare una passeggiata, andare in palestra, pattinare, viaggiare, suonare uno strumento… Dunque, a questo punto la domanda è: dedicate abbastanza tempo a tutte queste cose che vi piacciono?

Se siete nella vostra zona di sicurezza, la cosa più probabile è che vi rendiate conto che vi siete privati di fare molte cose che in realtà vi piacevano. Adesso è il momento di recuperare.

Prendete in mano questo pezzo di carta e iniziate a trasformare ciò che avete scritto in azioni.

2. Ricominciate a prendervi cura di voi stessi

Un altro modo per uscire dalla vostra zona di comfort è tornare a prendervi cura di voi stessi. Perché, anche se non ve ne rendete conto, questo luogo così sicuro vi limita e vi logora a tal punto da avervi fatto smettere di pensare a voi stessi.

Da quanto non fate attività fisica? Mangiate in modo sano? Dormite la quantità di tempo di cui ha bisogno il vostro corpo? Sicuramente vi sono delle cose alle quali non state prestando attenzione.

Scoprite anche: Scarsa autostima: quando i nostri peggiori nemici siamo noi stessi

Uscire dalla vostra zona di comfort è difficile. La pigrizia prenderà il sopravvento e vi farà chiedere a voi stessi: “A cosa mi serve tutto questo?”. Non fate troppo caso a questo pensiero.

Pensate a voi stessi, prendetevi cura della vostra persona e vedrete come tutto inizierà a cambiare in meglio.

3. Socializzate con altre persone

Amici a cena che parlano e ridono

La zona di comfort a volte vi isola in un modo tale da farvi smettere di frequentare gli amici; inoltre, vi renderete conto di non avere molta voglia di conoscere persone nuove.

È importante che, una volta realizzati i passi precedenti, iniziate a socializzare con persone che possono essere coinvolte in ciò che state facendo.

Per esempio, se vi piace suonare uno strumento e vi iscrivete a un corso di gruppo, interagite con gli altri membri! Non chiudetevi in voi stessi.

Muoversi in altre cerchie di amicizia vi provoca insicurezza ma questa è una conseguenza dell’essere stati troppo tempo nella zona di comfort.

4. Ritagliatevi del tempo per voi

Il quarto modo per uscire dalla vostra zona di comfort è quello di ritagliare del tempo per voi stessi. Perché, nonostante possa non sembrare così importante, lo è eccome!

Leggete: 4 trucchi per mantenersi in forma anche se si ha poco tempo

Ritagliatevi una mezz’ora o un’ora e fate ciò che desiderate. Cosa dice il vostro corpo? Cosa vi piace fare? Lasciate i pensieri da parte e fatevi guidare dal vostro cuore.

I pensieri possono limitarvi, poiché cercheranno di convincervi di non uscire dalla vostra zona di sicurezza.

5. Cominciate a mettere in discussione i vostri pensieri

Uomo pensieroso davanti al tramonto

Come vi sarete resi conto leggendo questo articolo, sono proprio i vostri pensieri a cercare di convincervi di non uscire dalla vostra zona di comfort. Quei pensieri che vi dicono che lì siete al sicuro, che non vi succederà niente di male se resterete dove siete.

Tuttavia, è davvero così? Perché non provate a scavalcarli?

Vi renderete conto di quanto siano sbagliati questi pensieri e della quantità di credenze fasulle che pullulano nel vostro cervello.

È il momento di relativizzare tutto questo e cominciare a vivere a pieno, senza paura.

Prima di andarvene, non perdetevi: Alleatevi con il vostro corpo per superare le paure

Speriamo che queste strategie per uscire dalla vostra zona di comfort possano aiutarvi per migliorare la vostra vita.

Allo stesso modo, vi incoraggiamo a essere coscienti che questa zona di sicurezza racchiude molte parole e incertezze che alimentiamo restando entro questi confini.

Lasceremo che le cose continuino a restare tali?

Guarda anche