Valori normali di colesterolo: quali sono?

11 Febbraio 2021
Mantenere i corretti valori di colesterolo è essenziale per la salute. Molte malattie, di fatto, sono legate ad aumento degli stessi.

Mantenere i valori normali di colesterolo è da sempre argomento di discussione in medicina. Non solo nel tentativo di stabilire i parametri accettabili, ma anche in quanto fattore di rischio di diversi disturbi di salute. Il colesterolo alto, di fatto, è alla base di numerose patologie.

Il colesterolo è una sostanza cerosa, il che significa che è simile a ciò che conosciamo come grasso. Si trova all’interno delle cellule del corpo, sulle pareti di tali cellule e nel sangue. È sempre necessario perché svolge diverse funzioni:

  • Formazione di acidi biliari per favorire la digestione del cibo.
  • Protegge la pelle perché coinvolto nel metabolismo della vitamina D.
  • Produzione degli ormoni tiroidei e sessuali.

Il valori corretti di colesterolo non si ottengono solo limitando gli alimenti ricchi di questa sostanza. In tal caso, sarebbe molto facile trattare le persone con malattie cardiache. L’approccio è più complicato perché parte del colesterolo umano è sintetizzato dall’organismo stesso.

I tipi di colesterolo

Il colesterolo circola nel corpo legato alle proteine. In questo caso, le proteine fungono da veicoli che trasportano la sostanza tra gli organi e le cellule che ne hanno bisogno. Due tipi di proteine trasportano il colesterolo:

  • LDL o lipoproteine a bassa densità: trasportano colesterolo nuovo dal fegato al resto delle cellule. È il cosiddetto colesterolo cattivo, cioè quello in grado di ostruire le arterie.
  • HDL o lipoproteine ad alta densità: raccolgono il colesterolo inutilizzato per restituirlo al fegato. È il cosiddetto colesterolo buono, poiché elimina il colesterolo in eccesso.
Tipi di colesterolo nel sangue.
Esistono due tipi di colesterolo. Da un lato, LDL o colesterolo cattivo, che può ostruire le arterie. Dall’altra, HDL o colesterolo buono, che facilita l’eliminazione del colesterolo in eccesso.

Oltre a poter misurare e determinare i valori corretti di colesterolo LDL e HDL, è possibile eseguire altre misurazioni biochimiche per conoscere lo stato generale del profilo lipidico nell’organismo. Tra queste altre misurazioni abbiamo:

  • Colesterolo totale: si ottiene dalla somma del colesterolo cattivo e buono. Non è una misurazione efficace di per sé, poiché si possono ottenere parametri elevati a causa di un eccesso colesterolo buono, che non rappresenta però un pericolo per la salute.
  • Trigliceridi: lipidi ottenuti tramite l’alimentazione. La misurazione di questi lipidi è importante per regolare la dieta e prevenire malattie come la pancreatite.
  • VLDL: sono lipoproteine a bassissima densità che potremmo definire come un’altra forma di colesterolo cattivo. Difficili da misurare con un test di laboratorio, quindi i medici spesso ricorrono a una formula matematica basata sui risultati delle misurazioni degli altri lipidi.

Continuate a leggere: Succhi per ridurre il colesterolo, scopriteli tutti

Perché misurare il colesterolo?

Valori inadeguati di colesterolo sono la causa principale di aterosclerosi. Quest’ultima consiste nella formazione di placche di grasso all’interno delle arterie, che ostruiscono il flusso sanguigno. Oltre a ciò, le placche possono rompersi formando coaguli di sangue.

L’aterosclerosi provoca malattie coronariche come l’angina pectoris e l’infarto miocardico acuto; problemi cerebrovascolari come ictus e infarto cerebrale; così come la malattia arteriosa periferica, che causa ostruzioni nelle gambe.

Ogni adulto dovrebbe misurare i livelli di colesterolo con un esame del sangue almeno una volta all’anno. Alti livelli di questa sostanza di solito non causano sintomi fino a quando non si verifica un evento cardiovascolare maggiore. La misurazione diventa pertanto uno strumento di prevenzione. a maggior ragione per chi:

  • Ha una storia familiare di attacchi di cuore.
  • Soffre di diabete, di tipo 1 o di tipo 2.
  • Presenta pressione sanguigna alta (ipertensione arteriosa).
  • Fuma.
  • È in sovrappeso oppure obeso.
Misurare i valori normali di colesterolo.
È importante che gli adulti si sottopongano a regolari esami del sangue, poiché il colesterolo alto è spesso asintomatico fino a quando non provoca un evento cardiovascolare più grave.

Continuate a scoprire: Aterosclerosi: sintomi e trattamento

Quali sono i valori normali di colesterolo?

L’elenco dei valori normali di colesterolo presentato qui di seguito non è applicabile ai bambini, poiché fino all’adolescenza variano a seconda dell’età. È tuttavia utile avere i parametri di riferimento per gli adulti:

  • Colesterolo totale: un valore inferiore a 200 mg/dl è considerato adeguato. Al di sopra si parla di ipercolesterolemia.
  • LDL: per il colesterolo cattivo il valore ottimale è inferiore a 100 mg/dl. Tra 100 e 140 mg/dl è un valore intermedio, che rappresenta un rischio secondo alcuni medici, mentre per altri non dovrebbe essere trattato. Valori superiori a 140 mg/dl vanno trattati; attualmente le statine rappresentano il trattamento d’elezione.
  • HDL: Il colesterolo buono presenta livelli minimi normali, ma non massimi. È normale quando supera i 35 mg/dl.
  • Trigliceridi: meno di 150 mg/dl sono valori normali. L’ipertrigliceridemia viene diagnosticata con valori superiori a 200 mg/dl. Le persone con trigliceridi superiori a 500 mg/dl sono ad alto rischio di pancreatite.

Cosa tenere a mente sui valori normali di colesterolo

In breve, non è di vitale importanza conoscere a memoria i valori normali di colesterolo, ma è essenziale eseguire periodicamente gli esami del sangue.

Con i risultati in mano, un professionista saprà dirvi se dovete iniziare un trattamento farmacologico, cambiare il vostro stile di vita o semplicemente monitorare periodicamente la situazione.

  • Prospective Studies C, Lewington S, Whitlock G, et al. Blood cholesterol and vascular mortality by age, sex, and blood pressure: a meta-analysis of individual data from 61 prospective studies with 55,000 vascular deaths. Lancet 2007;370:1829–39.
  • Corral, Pablo, H. Blanco Gustavo, and M. Waitz Alejo. “El colesterol y sus valores. Cuando” normal” no es lo” fisiológico.” Rev Fed Arg Cardiol 41.3 (2012): 161-164.
  • Legró, Gondres, et al. “Valores de colesterol LDL en una población adulta de referencia.” MediSan 20.5 (2016): 630-637.
  • Feingold KR, Grunfeld C. Cholesterol Lowering Drugs. 2018 Dec 13. In: Feingold KR, Anawalt B, Boyce A, et al., editors. Endotext [Internet]. South Dartmouth (MA): MDText.com, Inc.; 2000-.