Viaggiare con il diabete: la guida essenziale

21 Maggio 2020
Una persona diabetica non deve privarsi di trascorrere una vacanza o di adempiere agli impegni di lavoro lontano dalla città in cui vive. Viaggiare con il diabete richiede alcune precauzioni, ma può essere fatto senza grossi problemi.

Viaggiare con il diabete non deve essere motivo di limitazioni. Basta adottare alcune semplici precauzioni per evitare situazioni rischiose. In questo modo, una persona diabetica può godersi un viaggio tanto quanto una persona che non soffre di questa patologia.

Ci sono due fattori fondamentali che devono essere presi in considerazione quando si viaggia con il diabete. Il primo è garantire l’accesso ai farmaci e alle cure mediche, se necessario. Il secondo è prevenire, a tutti i costi, lesioni o carenze alimentari durante il viaggio.

Va anche detto che per viaggiare con il diabete è necessario bisogna godere di una certa stabilità in termini di condizioni di salute. Non è bene intraprendere un viaggio se si nutrono forti dubbi su come reagirà l’organismo. È dunque consigliabile ricevere un parere medico e seguire i seguenti suggerimenti.

Viaggiare con il diabete: consultare il medico prima di partire

Viaggiare con il diabete: consulta prima del viaggio

Per viaggiare con il diabete, è bene tenere conto di diversi accorgimenti. Uno di questi è il bisogno di portare con sé i farmaci necessari, oltre ad avere a portata di mano la propria storia clinica. Si consiglia di consultare il proprio medico per redigere un rapporto in cui il medico specifichi il tipo di diabete e il trattamento seguito.

Questo documento sarà molto utile per il trasporto di medicinali senza problemi e per dare utili informazioni al medico che durante il viaggio potrebbe visitare il paziente. La cosa migliore è far tradurre il documento in inglese. Il medico può dare anche le raccomandazioni del caso a seconda della destinazione del viaggio.

Opzioni sanitarie in loco

È molto importante scoprire come funziona il sistema sanitario nel luogo in cui ci si recherà. Ciò include l’identificazione dei centri sanitari e le  modalità di accesso ai medicinali.

In genere, non ci sono difficoltà quando si tratta di un viaggio nazionale, ma le cose possono complicarsi se si va in un altro paese. Inutile dire che, in quest’ultimo caso, bisogna stipulare un’assicurazione medica.

Viaggiare con il diabete: medicinali a portata di mano

I medicinali quotidiani devono trovarsi nel bagaglio a mano, così come i misuratori e tutti gli strumenti di cui potreste aver bisogno, come siringhe o penne per insulina, ecc. Se si viaggia in aereo, non è conveniente riporre questi articoli nel bagaglio imbarcato, in quanto potrebbero essere danneggiati durante il viaggio.

Vi consigliamo di portare anche del cibo nel bagaglio a mano. Biscotti, barrette di cereali o frutta sono l’ideale. Se viaggiate in nave, il medico deve prescrivere alcuni medicinali contro le vertigini. Se viaggiate in macchina, fate attenzione alla temperatura alla quale si trovano le medicine e portate con voi una porzione extra di cibo.

Alimentazione quando si viaggia con il diabete

Alimentazione quando si viaggia con il diabete

Nel caso di un lungo viaggio, è consigliabile prestare la massima attenzione con il cibo che si intende consumare. A volte, l’etichettatura dei cibi confezionati non è abbastanza specifica e potreste finire per mangiare qualcosa che nuoce alla vostra salute.

È altrettanto importante assicurarsi gli ingredienti contenuti in qualsiasi piatto, soprattutto se mai provato prima. Non abbiate paura di chiedere tutte le informazioni corrispondenti e astenetevi dal provare prodotti su cui non disponete di sufficienti dati.

Leggete anche: Migliorare la dieta in caso di diabete: 7 consigli

I capi da utilizzare e le calzature

L’ideale è indossare abiti larghi e comodi, soprattutto durante il viaggio in aereo, treno, autobus, ecc. Un accessorio a cui prestare molta attenzione sono le scarpe, che dovrebbero essere molto comode, di buona qualità e con un’eccellente traspirazione.

Non dovreste mai camminare scalzi, soprattutto se soffrite di perdita di sensibilità ai piedi. È bene controllare le scarpe prima di indossarle. È sconsigliato indossare scarpe troppo basse o aperte, meglio calzature in pelle morbida, senza cuciture interne e rivestite.

Scoprite: Piede diabetico: prevenzione e cura

Le zanzare e il clima

Un altro aspetto da considerare quando si viaggia con il diabete è di non essere punti da zanzare o insetti simili. Alcuni di questi animali possono trasmettere gravi malattie che possono complicare notevolmente il quadro diabetico.

Se la destinazione è ad alta quota, è importante adottare le dovute precauzioni per evitare il mal di montagna. Tenete anche presente che le basse temperature rendono difficile l’assorbimento dell’insulina. In caso di diabete, dunque, meglio evitare di esporsi al freddo o consultare un medico se si desidera visitare un paese freddo.

  • Jansà, M., & Vidal, M. (2004). De viaje con la diabetes. Diabéticos: Presente y futuro, (60), 6-13.
  • Zenteno-López, M. A., Tzontehua-Tzontehua, I., Gil-Londoño, E., Contreras-Arroy, S., & Galicia-Aguilar, R. (2016). Continuidad de cuidados para la adherencia terapéutica en la persona con diabetes tipo 2. Enfermería Universitaria. https://doi.org/10.1016/j.reu.2016.02.001
  • Hospital universitario Ramón y Cajal. (2005). Protocolos De Cuidados – Pie Diabético.