Volete prendervi cura della vista? Ecco 4 super-alimenti!

· 5 Marzo 2019
Sapevate che la carota è ricca di antiossidanti, vitamina A e luteina? Sono tutti nutrienti che aiutano a proteggere la salute degli occhi.

Molte persone soffrono di affaticamento oculare, miopia o cataratta. In alcuni casi si tratta del naturale processo di invecchiamento degli occhi. A volte, però, sono le cattive abitudini a indebolirli. Volete prendervi cura della vista? Ecco come.

Proteggere la salute degli occhi è fondamentale per godere di una buona qualità della vita. Un gesto di cura importante è seguire una buona dieta. Avere una “vista buona” è anche merito di alcuni nutrienti, come ad esempio:

  • vitamina A e C
  • flavonoidi
  • carotenoidi
  • acidi grassi omega 3
  • sali minerali
  • antiossidanti

Quali alimenti aiutano a prendersi cura della vista e in che modo?

Verdure a foglia verde

Ciotola con spinaci
Gli ortaggi a foglia verde, come gli spinaci e le bietole, aiutano a proteggere la vista grazie agli antiossidanti naturali

Le verdure a foglia verde, come gli spinaci, il cavolo riccio, la bietola o i broccoli, contribuiscono alla buona salute dei nostri occhi.

Questo si deve alla presenza di vitamina A che protegge la cornea. Inoltre, ad altri carotenoidi come la luteina (che protegge gli occhi dalla luce ultravioletta) e la zeaxantina (che contribuisce allo sviluppo visivo). Se volete prendervi cura della vista, pertanto, partite da questo gruppo di alimenti.

Leggete anche: Polpette di broccoli e formaggio: 2 deliziose ricette

Carote

Carote
Le carote sono la fonte per eccellenza di vitamina A

Alcune cellule dell’occhio, le più esterne o bastoncelli, possono deteriorarsi quando nel corpo vi è una carenza di vitamina A. Una dieta povera, quindi, può essere alla base di alcuni disturbi della vista. In questo caso, come sostiene una ricerca dell’Università Duke, il problema si può contrastare.

In che modo? Occorre tamponare i bassi livelli di vitamina A assumendo più beta-caroteni, sostanze in grado di stimolare la sintesi di questa vitamina. Uno degli alimenti che aiutano di più è la carota, ricca appunto di beta-caroteni.

Occorre tenere presente, tuttavia, che il disturbo visivo migliora solo se è dovuto a un deficit di vitamina A. Resta il fatto che la carota è un alimento che fa bene a tutti e a tutti gli organi.

Peperoni

Peperoni rossi
Per migliorare la vista, fatevi aiutare dai peperoni, ortaggi ricchi di vitamine

Se volete prendervi cura della vista, includete nella vostra dieta i peperoni perché sono un’ottima fonte di vitamina A e C.

Come abbiamo già detto, la vitamina A è importante per la salute delle cellule degli occhi. La vitamina C, invece, aiuta a prevenire le infezioni oculari, oltre a essere un potente antiossidante in grado di contrastare l’invecchiamento delle cellule.

I peperoni sono ricchi anche di vitamina B6, luteina, zeaxantina, beta-caroteni e licopeni, tutti nutrienti amici della vista.

Fragole

Fragole
Alimenti ricchi di vitamina C: le fragole.

Leggete anche: Benefici delle fragole: eccone 8 imperdibili

Anche le fragole contengono una buona quantità di vitamina C; si tratta di un antiossidante necessario al corpo per prevenire le infiammazioni, contrastare l’invecchiamento e mantenere gli occhi sani.

Le diverse categorie di antiossidanti presenti nella fragola possono aiutare a prevenire disturbi degli occhi come la sindrome dell’occhio secco, la degenerazione maculare o altri difetti della vista. Mangiare le fragole quotidianamente, quando sono di stagione, rallenta l’insorgere dei tipici problemi della vista legati al passare degli anni.

Avete visto? Con qualche piccolo cambiamento nella dieta, possiamo aiutare gli occhi a mantenersi sani più a lungo. Questi 4 alimenti sono un buon modo per cominciare, se volete prendervi cura della vista.

  • Abdel-Aal, E. S. M., Akhtar, H., Zaheer, K., & Ali, R. (2013). Dietary sources of lutein and zeaxanthin carotenoids and their role in eye health. Nutrients. https://doi.org/10.3390/nu5041169
  • Landrum, J. T., & Bone, R. A. (2001). Lutein, zeaxanthin, and the macular pigment. Archives of Biochemistry and Biophysics. https://doi.org/10.1006/abbi.2000.2171
  • Krinsky, N. I., Landrum, J. T., & Bone, R. A. (2003). Biological mechanisms of the protective role of lutein and zeaxanthin in the eye. NOT USED - Annual Review of Nutrition. https://doi.org/10.1146/annurev.nutr.23.011702.073307
  • Hewett, J. L. (1994). Vitamin A deficiency. Clinical and Experimental Optometry. https://doi.org/10.1111/j.1444-0938.1994.tb02378.x