10 alimenti che aiutano a conciliare il sonno

· 8 febbraio 2016
Se siete alla ricerca di un rimedio per conciliare il sonno, provate yogurt, banana e miele; sono tre degli ingredienti che più favoriscono il rilassamento. 

Le difficoltà che si hanno nel prendere sonno possono trasformarsi in un problema fisico e mentale, dato che il corpo non gode del tempo sufficiente per riposare e recuperarsi per il giorno successivo.

Le sequele del mancato riposo si possono notare quasi subito e, se non si prendono provvedimenti, questo può trasformarsi in un problema cronico, quale l’insonnia.

Per questo motivo, è molto importate prestare sufficiente attenzione a questo problema ed adottare alcune abitudini che permettano di risolverlo.

Uno dei modi migliori per ottenere un riposo piacevole e rigeneratore consiste nell’assumere certi ingredienti in grado di stimolare gli ormoni del sonno.

In questa occasione condividiamo 1o alimenti che non dovete esitare ad includere con frequenza nella vostra dieta, soprattutto nei giorni di stress che spesso causano disturbi del sonno.

1. Pesce azzurro

pesce

Il pesce azzurro è contenuto nella lista degli alimenti “supersani”, poiché è la maggior fonte di acidi grassi omega 3 e proteine.

Il salmone, il tonno o lo sgombro, tra altri, apportano una significativa quantità di vitamina B6, essenziale per incrementare la produzione di melatonina, ormone che induce il sonno in seguito all’oscurità.

Si consiglia l’ingestione di questo pesce come parte di una cena leggera, con insalata oppure con riso.

2. Banane

In alcuni casi mangiare una banana è più efficace e rilassante che assumere una pillola per dormire.

Questo beneficio può dipendere dall’apporto di zuccheri naturali, i quali calmano le cellule di oressina, responsabili di numerose difficoltà nel conciliare il sonno.

Le banane, inoltre, sono un’importante fonte di magnesio e potassio, minerali essenziali per rilassare i muscoli e ridurre la tensione fisica.

3. Ciliegie

succo di ciliegie

Il succo di ciliegie è fonte di melatonina, sostanza che favorisce il sonno. Berne una tazza due volte al giorno potrebbe aiutare a prevenire l’insonnia e altri problemi che alterano il riposo notturno.

4. Yogurt

Questo alimento ed altri latticini rappresentano una delle maggiori fonti di calcio per l’organismo. Quando si ha un deficit di questo nutriente, la persona ha maggiori difficoltà a dormire.

Tuttavia, se si presenta intolleranza al lattosio oppure questo risulta molto pesante per l’apparato digerente, bisogna evitarne l’assunzione regolare, perché in questo caso potrebbe causare l’effetto contrario.

5. Ceci

Questi legumi sono una fonte naturale di vitamina B6, nutriente che stimola la produzione di melatonina per dormire meglio.

Si consiglia di assumere i ceci a cena, insieme a degli spinaci, un po’ di cipolla e conditi con sale e pepe.

6. Miele

miele

Una piccola dose di questo alimento può agire come un induttore del sonno, poiché apporta triptofano, un amminoacido che favorisce la produzione di serotonina (ormone dall’effetto rilassante) e della melatonina.

Per potenziare gli effetti, è possibile discioglierlo in una tazza di latte caldo oppure di acqua tiepida.

7. Frutta secca

Le mandorle, le noci, le nocciole e altra frutta secca sono una fonte di acidi grassi omega 3, nutriente essenziale per il corretto funzionamento cardiovascolare e per regolare il sonno.

Il suo elevato contenuto di magnesio e triptofano, lo rendono un ottimo alleato per godere di un sonno rigenerante e piacevole.

8. Idrati di carbonio

Alimenti come il riso integrale, la pasta ed il pane apportano al corpo significative quantità di idrati di carbonio, nutrienti che incrementano i livelli di triptofano nel sangue.

Il loro consumo in minime quantità risulta sano, poiché stimolano la produzione di serotonina e melatonina

9. Avena

Benefici-dell'avena-500x334

Includere avena come parte della colazione o di una cena leggera è una delle migliori decisioni alimentari, per via della quantità di nutrienti e benefici che apporta all’organismo.

Un piccolo pugno d’avena prima di dormire può essere la soluzione ai vostri problemi, poiché, apportando carboidrati, aumenta il triptofano nel sangue e induce al sonno.

10. Semi di lino

Rappresentano una delle maggiori fonti di omega 3 di origine vegetale ed il loro consumo contribuisce a stimolare la produzione di triptofano, amminoacido che favorisce una migliore qualità del sonno.

L’ideale è includere uno o due cucchiaini di questi semi ai cereali oppure alle insalate, in modo da liberarsi dello stress e dormire meglio.

Guarda anche