5 esercizi per tonificare e definire la mascella

Gli esercizi aiutano i muscoli del viso e del collo ad acquisire tono ed elasticità. Ciò si traduce con una maggiore definizione della mascella e un aspetto più armonioso dei tratti del viso
5 esercizi per tonificare e definire la mascella

Ultimo aggiornamento: 06 dicembre, 2021

Definire la mascella è l’obiettivo di chi desidera apparire al meglio nonostante il passare degli anni. La prima cosa che vediamo di una persona è il volto, ma con il tempo, la forma del viso cambia. La mascella diventa meno definita, i muscoli si riducono, si accumula grasso e la pelle perde tono.

Se la genetica determina la forma delle ossa facciali e la struttura della pelle, qualcosa si può fare per migliorare l’aspetto del viso e contrastare gli inevitabili effetti dell’ereditarietà e del passare del tempo.

Gli esercizi per il collo, per la mascella, per il mento e gli altri muscoli del viso possono indurre lievi cambiamenti alla fisionomia. Ottenere zigomi più pronunciati o definire la mascella è possibile con pazienza e costanza.

Gli esercizi possono davvero aiutare a definire la mascella?

Come abbiamo detto, l’aspetto del viso è influenzato dalla genetica e dall’età, tuttavia, esercitare i muscoli facciali aiuta certamente a rafforzare e tonificare.

I muscoli anteriori del collo non vengono allenati così spesso, quindi tendono a essere poco tonici e meno sviluppati. Non solo questa zona diventa spesso più flaccida rispetto al viso, ma la mancanza di movimento in questa parte del corpo è associata al dolore cervicale.

Gli esercizi, aiutano i muscoli del viso e del collo ad acquisire tono e compattezza. Ciò si traduce con una maggiore definizione della mascella, un aspetto più armonioso dei tratti del viso e persino più giovanile.

D’altra parte, muovere articolazioni e muscoli in questa parte del corpo previene il dolore al collo, alla mascella e il mal di testa. Se, al contrario, gli esercizi comportano disagio o dolore, sarà bene sospenderli poiché se svolti in modo non corretto, c’è il rischio di lesioni.

Flaccidità del collo.
La zona anteriore del collo è una delle più colpite dalle rughe e dalla mancanza di tono.

Routine di esercizi per definire la mascella

È importante seguire una routine. Per ottenere risultati vi consigliamo di eseguire i movimenti 30 minuti al giorno, almeno 6 giorni alla settimana.

In ogni caso, l’allenamento dovrà essere rilassato e graduale. Iniziate con pochi minuti al giorno e poi aumentate il tempo.

Come abbiamo già detto, questi muscoli non sono abituati all’esercizio, quindi partire con troppe ripetizioni, troppo veloci o molto intensi potrebbe causare tensioni e danni alle strutture articolari. Se notate disagio durante l’esecuzione, interrompete. Se il dolore persiste, consultate il medico.

D’altra parte, è importante riscaldarsi prima, per ridurre la probabilità di lesioni muscolari. Il riscaldamento è facile e veloce, tutto ciò che dovrete fare è mobilitare la mascella inferiore. Muovetela avanti e indietro, oltre che lateralmente con movimenti dolci, eseguendo da 8 a 10 ripetizioni.

Passiamo ora agli esercizi che vi aiuteranno a definire la mascella e il collo.

1. Curl up del collo

È simile al curl addominale, ma mirato al collo. Per eseguirlo, sdraiatevi sulla schiena e premete il palato con la lingua per attivare i muscoli anteriori del collo.

Quindi portate il mento al petto e sollevate la testa da terra di circa 5 o 6 centimetri. Abbassate lentamente la testa e ripetete.

In questo esercizio occorre fare attenzione a non sporgere il mento e non sollevare l’addome. Per iniziare sono sufficienti 3 serie da 10 ripetizioni. Potete quindi aumentare gradualmente.

2. Appoggio della clavicola

Questo esercizio impegna i muscoli che sostengono la mascella. Può essere fatto da seduti, in piedi o sdraiati sulla schiena.

La testa deve essere portata indietro di alcuni centimetri, mantenendo il mento parallelo al suolo. Dovreste sentire i muscoli su entrambi i lati della gola contrarsi.

È necessario mantenere il torace il più fermo possibile, la testa in linea e accertarsi che le orecchie siano sulla stessa linea delle spalle.

Il movimento si ripete, ma nella direzione opposta, spingendo la testa in avanti. Per iniziare è consigliabile eseguire 3 serie da 10 ripetizioni e poi aumentare progressivamente fino a mantenere la posizione per 30 secondi.

3. Canticchiare

È usato per far lavorare i muscoli del mento e tonificare la linea della mascella. Per iniziare, la lingua dovrebbe essere appoggiata sul palato, dietro i denti, facendo pressione su di esso per aggiungere tensione.

In questa posizione iniziate a canticchiare ed emettere suoni vibranti per attivare i muscoli. Fate 3 serie da 15.

4. Vocalizzi

L’obiettivo qui è mobilitare i muscoli intorno alle labbra. Consiste nel pronunciare le vocali e nell’allungare la bocca.

Spalancate la bocca e dite “O” esagerando il movimento, ma senza mostrare o toccare i denti. Continuate allo stesso modo con il suono “E”. Fate 3 serie da 15 ripetizioni.

5. Chin up

In questo esercizio sono coinvolti i muscoli della metà inferiore del viso e della mascella. Con la bocca chiusa, spingete lentamente la mandibola in fuori. Quindi sollevate e spingete il labbro inferiore.

Si dovrebbe avvertire un allungamento sotto il mento e nella linea della mascella. Mantenete la posizione per 10-15 secondi e poi rilassate. Eseguite 3 serie da 15.

Altri esercizi per ottenere una mascella definita

Gli esercizi visti finora possono richiedere un po’ di pratica e costanza. Ma ci sono altri modi per mantenere una mascella più definita:

  • Sorriso: sorridere non solo migliora l’umore, ma esercita anche i muscoli del viso.
  • Stringere e rilasciare la mandibola: generare tensione nella mandibola, stringendola per 10 secondi e poi rilassandola, aiuta a tonificare i muscoli. Questo movimento può essere ripetuto più volte ed è un buon esercizio da fare sempre e ovunque, poiché passa inosservato.
  • Massaggiare le tempie: fare piccoli massaggi alle tempie e allungare la fronte stimola la circolazione locale. Eseguite dei movimenti circolari con due dita della mano per 30 secondi.
  • Fate la faccia da pesce: consiste nel ritirare le guance e cercare di sorridere. Questa posizione va mantenuta per almeno 5 secondi, facendo 10 ripetizioni.
  • Toccare il naso con la lingua: provate a toccare il naso con la punta. Questa posizione deve essere mantenuta per alcuni secondi e dovrebbero essere eseguite 5 ripetizioni. L’esercizio rafforza il muscolo miloioideo e previene la formazione del doppio mento.
  • Ovale perfetto: consiste nel girare la testa di lato e muovere la mascella inferiore in avanti, i muscoli del lato verso cui è stata girata devono essere tesi. Questo esercizio va eseguito su entrambi i lati per tonificare le guance e il contorno del viso.

Come completare questi esercizi

Oltre agli esercizi, sull’aspetto del viso influisce molto anche lo stile di vita.

Ecco perché è consigliabile seguire una dieta sana ed equilibrata e fare ginnastica regolarmente. Una vita sana si tradurrà in un viso più giovane.

Mettere in pratica i seguenti consigli sarà molto utile, sia che si voglia affiancarli a esercizi specifici per definire la mandibola sia per curare l’estetica del viso.

Idratazione

L’acqua è essenziale per il funzionamento del corpo. Il viso non sfugge ai suoi benefici e al suo adeguato apporto.

Sebbene la tonicità della mascella non dipenda esclusivamente dal consumo di acqua, è necessario mantenere una buona idratazione affinché la pelle abbia turgore e per ritardare la comparsa di rughe e segni di espressione. Allo stesso modo, i muscoli hanno bisogno degli elettroliti presenti nell’acqua per un corretto funzionamento.

Fare esercizi, qualunque essi siano, senza idratarsi, è pericoloso. Sebbene il consiglio abituale sia quella di bere due litri di liquidi al giorno, ciò deve essere adattato alle condizioni specifiche. Una persona attiva che vive in un clima caldo, ad esempio, avrà bisogno di più acqua.

Ridurre il consumo di sale

Oltre all’idratazione bisogna seguire una dieta corretta. Una buona abitudine è quella di tenere sotto controllo il consumo di sale. Questo si ottiene sia evitando di salare troppo i piatti, sia limitando il consumo di insaccati e snack, che hanno un’alta concentrazione di sodio.

Riposare a sufficienza

Le persone con routine specifiche in palestra che cercano di costruire massa muscolare sanno che devono dormire molto per raggiungere l’obiettivo. Questo perché durante la notte e con il sonno avvengono processi metabolici muscolari che rafforzano le fibre.

Se state facendo esercizi per definire la mascella, assicuratevi di dormire 7-8 al giorno. In questo modo, il metabolismo delle cellule muscolari della regione mascellare contribuirà al rafforzamento.

Non fumare

Il fumo è un’abitudine dannosa in tutti i sensi. Ne derivano molteplici patologie e gli effetti negativi restano a lungo termine nel corpo.

Per quanto riguarda il cavo orale, il tabacco è correlato a malattie dei denti, dei tessuti molli interni e della pelle delle labbra. L’intera regione del viso soffre dei danni diretti del fumo sull’epidermide.

Il desiderio di una mascella più tonica non è in linea con un’abitudine associata all’invecchiamento precoce. La pelle del viso dei fumatori ha più rughe, meno tonicità e un brutto colorito.

Effetto del fumo sulla pelle del viso.
Un effetto meno noto del fumo è l’azione sull’aspetto della pelle.

Masticare la gomma

Le gomme da masticare possono essere un complemento agli esercizi. L’atto stesso di masticare rappresenta un esercizio per i muscoli della zona e aiuta a definire la mascella.

State attenti però a non scegliere gomme da masticare con zucchero, poiché l’intento non è causare danni aggiuntivi. Le gomme da masticare troppo dolci favoriscono la proliferazione dei batteri e, quindi, la comparsa della carie.

Sfruttare la barba

Negli uomini la barba definisce lo stile della mascella, sia con la sua presenza che con la sua assenza.

Un trucco è nascondere una linea della mascella non troppo tonica con la barba. Occorre, tuttavia, regolarne la lunghezza in base alle dimensioni del cranio, per generare contrasto. Cioè, un viso grande ha bisogno di una barba lunga se volete ridurlo e viceversa.

È anche vero che, per un buon risultato estetico, la barba deve essere curata. Un aspetto trasandato non aiuta a dotare la regione mascellare di uno stile definito e gradevole.

La crema idratante

Continuando con la cura della pelle, non si può dimenticare l’idratazione esterna. Il mercato della cosmesi abbonda di prodotti. Bisogna saper scegliere per non spendere soldi inutilmente.

Idratanti per la pelle, tonici per barba e creme al collagene sono alternative che possono aiutare in questo senso. Si tratta di un aiuto esterno per migliorare le condizioni dell’area mascellare, anche se non sempre i risultati sono evidenti.

Questo va inserito in un contesto di protezione della pelle, che comprende l’uso delle creme solari. Prevenire i danni delle radiazioni ultraviolette è utile in termini di prevenzione del cancro della pelle, ma anche per la evitare inestetismi del viso.

Oltre alle creme solari, indossare un cappello nelle ore di maggiore irraggiamento solare, quando si svolgono lavori o sport all’aperto è un’attenzione imprescindibile.

Potrebbe interessarvi anche: Abitudini quotidiane che invecchiano la pelle

I cosmetici

Infine, la possibilità di applicare il trucco per accentuare la definizione della mascella dipende dal gusto personale. Non deve essere qualcosa di troppo evidente, ma ci sono modi per evidenziare le linee naturali del viso con maggiore o minore forza.

Il bronzer è il cosmetico più adatto a questo compito. Applicato come una linea sopra il bordo della mandibola aiuta a renderla più evidente.

L’estetica e la salute

Vale la pena ricordare, infine, l’esistenza di un’opzione chirurgica per definire la mascella, la liposuzione. In ogni caso bisogna considerare che si tratta di un intervento chirurgico e che ha i suoi rischi.

A questo punto è necessario distinguere se vogliamo unicamente realizzare un desiderio estetico o se lo inquadriamo in uno stile di vita sano.

Ecco perché è importante combinare gli esercizi con i consigli che vi abbiamo dato e che sono alla base dello stare bene con il proprio corpo. Idratare, consumare meno sale, proteggere la pelle dai raggi ultravioletti e smettere di fumare sono abitudini che offrono benefici per il viso e per il resto del corpo.

Potrebbe interessarti ...
Evitare la flaccidità del viso con 6 esercizi
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Evitare la flaccidità del viso con 6 esercizi

Vi sono 6 semplici esercizi di tonificazione con cui evitare la flaccidità del viso. Possiamo metterli in pratica in qualsiasi luogo. Cosa aspettat...



  • Koutris, M., et al. “Effects of intense chewing exercises on the masticatory sensory-motor system.” Journal of dental research 88.7 (2009): 658-662.
  • Kim, Min‐Ji, et al. “Effects of chewing exercises on the occlusal force and masseter muscle thickness in community‐dwelling Koreans aged 65 years and older: A randomised assessor‐blind trial.” Journal of Oral Rehabilitation 47.9 (2020): 1103-1109.
  • He, Tailun, et al. “Effects of masticatory muscle training on maximum bite force and muscular endurance.” Acta Odontologica Scandinavica 71.3-4 (2013): 863-869.
  • Argüello Vélez, Patricia, Diana Marcela Baeza Sanchéz, and Lisdany Narvaéz Alquedan. “Plan de tratamiento miofuncional: una propuesta para el abordaje de los hábitos orales inadecuados.” Editorial Universidad Santiago de Cali, 2020.
  • Rahal, Adriana. “Motricidad Orofacial Uso de ejercicios orofaciales en la terapia miofuncional.”
  • Toloza Oyarzún, Héctor. Efecto de los ejercicios de musculación y estiramiento muscular versus plano de SVED en el dolor muscular masticatorio. Diss. Universidad Andrés Bello, 2012.
  • Gibson, R. M. “Smiling and facial exercise.” Dental Clinics of North America 33.2 (1989): 139-144.
  • Van Borsel, John, et al. “The effectiveness of facial exercises for facial rejuvenation: a systematic review.” Aesthetic surgery journal 34.1 (2014): 22-27.Más Sarabia, Maheli, Lizet Alberti Vázquez, and Nelia Espeso Nápoles. “Estilos saludables de vida y su relevancia en la salud del individuo.” Humanidades Médicas 5.2 (2005): 0-0.
  • Ibarra Mora, Jessica, and Claudio Hernández-Mosqueira. “Hábitos de vida saludable de actividad física, alimentación, sueño y consumo de tabaco y alcohol, en estudiantes adolescentes chilenos.” Sportis 5.1 (2019): 70-84.
  • Mehta, Neil, and Mikko Myrskylä. “The population health benefits of a healthy lifestyle: life expectancy increased and onset of disability delayed.” Health Affairs 36.8 (2017): 1495-1502.