5 motivi per i quali non dovreste più bere acqua in bottiglia

9 luglio 2015

L’acqua è un ingrediente indispensabile per la vita umana poiché, oltre a rinfrescarci, ha anche un ruolo fondamentale all’interno dell’organismo e delle sue funzioni. Tenendo a mente l’importanza dell’acqua per il nostro corpo e per mantenerci idratati, molte aziende l’hanno trasformata in un modo per fare soldi, ingannando i consumatori ormai da decenni. Sotto detti come “9 medici su 10 la consigliano”, molte aziende vendono acqua in bottiglia convincendo i propri consumatori che è più sana di quella del rubinetto. Tuttavia, anche se sembra essere molto sana, in realtà alcune aziende distribuiscono acqua di bassa qualità a prezzi molto elevati.

L’acqua in bottiglia non è un’opzione sostenibile, anche se l’industria del settore vuole convincerci del contrario. È vero che, oggigiorno, molte aziende sono al comando di campagne per il riutilizzo o il riciclaggio delle bottiglie di plastica, ma nella maggior parte dei casi le bottiglie finiscono sempre nella spazzatura e inquinano l’ambiente. Non vogliamo certo dire che l’acqua del rubinetto sia sicura al 100%, poiché dipende dal trattamento che riceve per renderla adatta al consumo. Ora che abbiamo chiarito questi concetti, vi elenchiamo 5 motivi per i quali non dovreste più consumare acqua in bottiglia.

Le bottiglie di plastica non sono ecosostenibili

Benefici-di-bere-acqua-500x334

Come abbiamo già detto prima, l’industria vuol far credere ai consumatori che le bottiglie di plastica siano biodegradabili e amiche dell’ambiente. Queste bottiglie, invece, vengono fabbricate con materiali che hanno bisogno di secoli per decomporsi.

Al giorno d’oggi, esistono molte campagne di riciclaggio per ridurre l’impatto delle bottiglie di plastica sull’ambiente, ma tuto ciò ha risolto solo una piccola parte del problema dell’inquinamento. Stando a diversi studi, infatti, il numero di bottiglie di plastica che vengono gettate via è ben superiore a quello delle bottiglie riciclate. Le bottiglie “biodegradabili” non si decompongono tanto facilmente come sembra, poiché in realtà contengono semplicemente meno plastica delle altre bottiglie.

La maggior parte dell’acqua in bottiglia è uguale a quella del rubinetto, ma è più costosa

Sulle etichette delle bottiglie d’acqua può esserci rappresentata una fonte o una corrente d’acqua limpida, ma ciò non significa che l’acqua sia pura al 100% o di migliore qualità. Solo una piccola percentuale di acqua in bottiglia proviene dalle sorgenti o da fonti d’acqua sotterranee.

Circa un 25% dell’acqua in bottiglia viene proprio dal rubinetto. Ovviamente, alcune aziende filtrano o trattano l’acqua corrente con la luce ultravioletta prima di venderla a costi che sono 100 volte maggiori rispetto alla stessa quantità d’acqua prelevata direttamente dal rubinetto. Vari studi hanno dimostrato che l’acqua in bottiglia può contenere ftalati, muffa, microbi, benzene, trialomentano e persino arsenico. Per questo motivo, gli esperti considerano più sicuro bere l’acqua del rubinetto anche se, ovviamente, bisogna sempre prendere in considerazione il sistema di depurazione comunale dell’acqua.

Molte acque in bottiglia contengono tossine

shutterstock_134491241-500x373

La plastica che viene usata per produrre le bottiglie non solo danneggia il pianeta, ma può danneggiare anche noi. Le industrie del settore utilizzano un tipo di plastica senza BPA, che è meno tossico di altri tipi. Tuttavia, ciò non elimina altri componenti chimici che possono traferirsi all’acqua se le bottiglie vengono esposte a lungo a fonti di calore. Anche se non è stato scientificamente dimostrato, alcuni di questi prodotti chimici possono essere degli interferenti endocrini.

L’acqua del rubinetto e gli alimenti biologici formano la combinazione perfetta

I cibi biologici sono diventati molto popolari negli ultimi tempi, dopo che è stato dimostrato che sono più sani di quelli che vengono prodotti con l’aiuto di pesticidi e altri agenti chimici. Cucinare questi prodotti con l’acqua del rubinetto è un altro modo di promuovere l’alimentazione sostenibile e sana.

Esistono molte alternative più sane dell’acqua in bottiglia

Per poter risparmiare, avere dell’acqua più sana e aiutare l’ambiente, un’ottima opzione è quella di procurarsi una bottiglia di vetro riutilizzabile, che potete trovare di tutte le forme e dimensioni. Sul mercato sono disponibili molte bottiglie perfette per essere riempite più volte e per portare dell’acqua sempre con voi.

Anche per l’uso domestico esistono prodotti molto innovativi che possono rendere l’acqua del rubinetto più sana e sicura da bere. Un’opzione valida è quella di utilizzare una brocca di vetro elegante con un filtro biodegradabile oppure potete acquistare un filtro per il rubinetto, che può essere installato facilmente e che migliora moltissimo la qualità dell’acqua.

Guarda anche