5 tisane efficaci per curare l’ansia

4 gennaio 2016
Se soffrite di dolori o avete problemi di salute, è importante consultare uno specialista prima di assumere queste tisane per evitare effetti collaterali

I problemi legati all’ansia colpiscono gran parte della popolazione. Sia che si presenti saltuariamente, sia che si presenti in forma cronica, l’ansia è una realtà comune dovuta ai nostri ritmi di vita, ai nostri obblighi e alle pressioni quotidiane.

Tuttavia, il modo in cui affrontiamo queste pressioni ci permette di fronteggiarle con maggiore o minore efficacia e, a tale scopo, abbiamo bisogno delle nostre risorse, delle nostre abilità psicologiche e di ulteriori aiuti esterni che ci permettano di rilassarci.

Le tisane naturali, ad esempio, si rivelano sempre di grande aiuto.

Oggi, con il nostro articolo, desideriamo mostrarvi quali sono le piante che possono aiutarvi ad alleviare i disturbi legati all’ansia (lieve), che si presenta puntualmente e che dobbiamo curare evitare che diventi un problema cronico. 

Prendete nota:

Enotera: la pianta della donna

Potrete trovare l’enotera in negozi di prodotti naturali o in farmacie specifiche. Comunemente si vende in capsule, sebbene le erboristerie la possano vendere già pronta per poter preparare un delizioso tè.

  • L’enotera è adatta per curare l’ansia lieve, in quanto i suoi acidi grassi essenziali regolano l’attività del sistema nervoso.
  • Facilita la digestione, soprattutto quando ci troviamo in uno stato d’ansia molto intenso per cui ci risulta difficile digerire i pasti, facendoci soffrire di diarrea o stitichezza.
  • Permette di disintossicare l’organismo.

Leggi anche: 11 alimenti che aiutano a combattere l’ansia

Ingredienti

  • 3 cucchiai di enotera essiccata (30 gr)
  • 1 litro di acqua
  • 1 cucchiaio di miele (25 gr)

Preparazione

  • È molto semplice: basta lasciare in infusione l’enotera essiccata in un litro d’acqua. Portatela ad ebollizione per 15-20 minuti e lasciate riposare l’infuso per altri 10 minuti.
  • Addolcite con il miele e bevete una tazza a colazione, una dopo pranzo, una al pomeriggio e l’ultima dopo cena.

I benefici dell’erba di San Giovanni

tazza con erba di san giovanni

L’erba di San Giovanni è una pianta utilizzata sin dall’antichità per curare l’ansia e la depressione. Nel settore della medicina naturale, è molto apprezzata grazie ai suoi benefici, essendo efficace per la regolazione del disordine affettivo stagionale.

Questa pianta, inoltre, cura l’insonnia e migliora i sintomi della sindrome premestruale, così come la sintomatologia associata alla menopausa.

Potete consumare il suo estratto (olio essenziale o capsule), che troverete nelle farmacie o nelle erboristerie con il nome di ipericina. Le quantità raccomandate sono intorno ai 200-300 milligrammi al giorno.

In erboristeria si trovano anche bustine pronte per l’infuso. Si consiglia di bere due tisane al giorno per notare dei miglioramenti.

Una combinazione infallibile: melissa e lavanda

lavanda

Dal sapore gradevole e dalla delicata essenza, la semplice combinazione di melissa e lavanda vi aiuterà a ridurre l’ansia e a regolare le palpitazioni e il nervosismo.

Queste due piante sono molto efficaci per equilibrare gli stati d’ansia moderati e per migliorare il vostro riposo notturno.

La melissa ha un effetto calmante e rilassante, permettendo anche di ridurre il dolore causato dalle cefalee.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di melissa (5 gr)
  • 1 cucchiaio di lavanda (5 gr)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Preparazione

Potete trovare queste due erbe già pronte per l’uso in una qualsiasi erboristeria. Per preparare una tisana, utilizzate sempre una teiera di porcellana o di terracotta, dato che quelle di metallo non preservano in modo efficace gli oli essenziali delle piante.

Una volta fatto bollire il bicchiere d’acqua, aggiungete la melissa e la lavanda e lasciate in infusione per 15-20 minuti.

Si consiglia di berne due tazze al giorno fra i pasti.

Salice bianco: un ottimo rimedio per l’ansia

Il salice bianco veniva impiegato già nell’Antica Grecia como analgesico e antinfiammatorio. La sua azione è molto rapida e ci permette di alleviare il mal di testa, il mal di stomaco e la stanchezza.

La sua composizione è simile all’aspirina e la sua azione calmante cura in modo efficace l’ansia (lieve).  

Potete trovare il salice bianco in capsule o in bustine pronte per l’uso in una qualsiasi erboristeria. Potete assumerne due tazze al giorno quando vi sentite particolarmente stressati o per prevenire gli stati d’ansia.

Il salice bianco è un antiaggregante piastrinico; per questo motivo, prima di assumerlo, è consigliabile consultare il medico nel caso in cui si soffra di problemi cardiaci o se si ha avuto un infarto.

La passiflora per curare l’ansia

passiflora

L’utilizzo della passiflora (o fiore della passione) come trattamento per l’ansia è molto conosciuto e potete trovarla in capsule, sotto forma di tisana o di estratto nelle erboristerie o nelle parafarmacie.

Questa pianta originaria dell’America del Nord è efficace nel trattamento dei disturbi d’ansia, insonnia e soprattutto per regolare il nervosismo nelle persone già di per sé molto inquiete.

Leggi anche: Rimedi naturali per l’insonnia

Le dosi raccomandate per far fronte all’ansia (lieve) sono le seguenti:

  • 3 tisane al giorno con mezzo cucchiaio di passiflora (2,5 gr) e un bicchiere d’acqua (200 ml).
  • Estratti liquidi: da 10 a 30 gocce, 3 volte al giorno.
  • Tintura: da 10 a 60 gocce, 3 volte al giorno.
Guarda anche