6 abitudini alimentari che provocano ansia e depressione

24 febbraio 2017
Anche se non lo sapete, le abitudini alimentari sono strettamente collegate alla salute emotiva. Per questo motivo, se soffrite di ansia o depressione, dovreste modificare la vostra dieta, in modo da evitare complicazioni. 

Molte persone sono solite pensare che una dieta sana sia sinonimo di un corpo sano e bello. Ciò nonostante, questo non è l’unico beneficio che si ottiene dalle buone abitudini alimentari. Seguire una dieta sana vi aiuterà ad avere anche una mente sana.

Ovviamente ci sono alcuni fattori che influiscono sulla percezione di una giornata durante la quale ci si sente davvero bene, pieni di energie, positivi ed equilibrati.

Altri giorni potreste sentirvi lenti, stanchi, tristi o demotivati senza un’apparente ragione.

Per questo motivo, dovete conoscere la relazione che esiste tra le abitudini alimentari e l’ansia e la depressione.

1. La dipendenza da caffeina

A volte il caffè può risultare l’unica soluzione per mantenersi attivi durante la giornata. Di mattina un bella tazza di caffè prima di andare a lavorare; dopo pranzo un’altra per continuare a svolgere le proprie attività.

Purtroppo, però, la caffeina può avere effetti molto nocivi sul cervello.

Quando viene assunta in maniera costante e si trasforma in una necessità, il corpo comincerà ad assimilarla come un elemento indispensabile per il suo buon funzionamento.

Per questo motivo, quando manca la caffeina, la serotonina si riduce, provocando ansia, irritabilità e mancanza di concentrazione. Questa è una delle abitudini alimentari che dovreste modificare il prima possibile.

Leggete anche: 10 alimenti per trattare l’ipotensione

2. Una dieta ricca di zuccheri

zucchero

Oggigiorno le persone assumono all’incirca 16 cucchiai di zucchero al giorno. Il consumo di alimenti che contengono eccessive quantità di zucchero è una delle peggiori abitudini alimentari per la salute.

Il principale effetto è l’influenza sui livelli di serotonina nel cervello. Questo ormone è fondamentale per regolare varie funzioni del corpo. Ad esempio:

  • I cicli del sonno
  • Il controllo del dolore
  • La mancanza di carboidrati
  • La digestione

Ridotti livelli di questo ormone sono associati agli stati depressivi. D’altro canto, provocano un aumento della pressione arteriosa, che incrementa anche la produzione di cortisolo.

Questo, a sua volta, può elevare la produzione degli ormoni tiroidei, e causare problemi al sistema digerente.

Si corre anche il rischio di soffrire di problemi all’apparato riproduttore, di infertilità e anche di aborti involontari.

3. Bere alcol

bevande-alcoliche

La maggior parte di voi saprà che l’alcol provoca depressione. Ciò nonostante, tutti cadiamo nella tentazione di bere qualche bicchierino di troppo, senza pensare davvero alle ripercussioni che questo ha sul nostro corpo, e non ci riferiamo alla famosa post-sbornia da smaltire il giorno successivo.

L’alcol, oltre ad essere un depressivo, è anche uno stimolante.

Questo significa che mentre sopprime i neurotrasmettitori del glutammato, incrementa i neurotrasmettitori inibitori del sistema immunitario.

Per questo motivo, i nostri pensieri, il modo di parlare e i movimenti che realizziamo si rallentano. Più berrete, maggiore sarà la sensazione di questi effetti.

Questo è il motivo per il quale si assumono condotte aggressive o impulsive dopo aver assunto alcol.

4. Mangiare troppi alimenti fritti

cibi-fritti

Tutti noi abbiamo ogni tanto una giornata no. È normale che, quando stiamo male, cerchiamo in diversi modi di tirarci su di morale.

Gli alimenti che più spesso assumiamo in questi casi sono:

  • Pizza
  • Hamburger
  • Patatine fritte

Quante volte avete mangiato questi alimenti e vi siete sentiti davvero bene? Oltre a non farvi stare meglio, vi fanno anche sentire in colpa per avere mangiato del cibo spazzatura.

Forse siete abituati a seguire cattive abitudini alimentari perché in realtà non sapete quanto questi cibi siano dannosi per la vostra salute mentale.

Gli alimenti fritti che si cucinano con oli idrogenati e contengono grassi trans causano diversi problemi al nostro organismo, provocando un aumento di peso.

Inoltre, sono strettamente vincolati alla depressione.

5. Eccessiva assunzione di sale

sale

Se siete tra quelle persone che adorano il sale, dovete sapere che se assunto in eccesso, questo è davvero pericoloso per la salute in generale.

Il sale innalza la pressione arteriosa, causando un eccessivo sforzo da parte del cuore.

Tuttavia, se si assume poco sale, è probabile sviluppare alcuni problemi fisici e mentali. Ecco i più comuni:

  • Depressione
  • Frustrazione
  • Stanchezza
  • Ostilità
  • Risentimento

È importante che la vostra dieta includa un’assunzione bilanciata di sale.

Anche se sappiamo che i cibi poco salati non sono appetitosi come gli altri, bisogna ricordare che quest’abitudine ci sarà di grande aiuto.

Leggete anche:  5 cose che ancora non sai sulla mia depressione

6. Saltare la colazione

Alcune persone non amano la colazione, ma sapevate che è il pasto più importante della giornata?

Quando non fate colazione, il rendimento del cervello ne risente, perché deve funzionare con poche energie.

Se siete propensi a soffrire di depressione, il cervello ha bisogno di tutte le energie possibili per mantenersi in forma.

Forse a volte avete non solo saltato la colazione, ma anche il pranzo, perché non avevate fame. Questo accade perché il corpo non avverte fame, poiché per vario tempo non avete mangiato a quell’ora del giorno.

Saltare la colazione è una delle abitudini alimentari che potrebbero rivelarsi più problematiche per la vostra salute. Pertanto, fate colazione. Il vostro corpo e la vostra mente ve ne saranno grati.

Guarda anche