Abitudini giornaliere e notturne per perdere peso

· 20 gennaio 2016
Dobbiamo seguire una dieta controllata e cosciente. Se apportiamo delle modifice alla nostra alimentazione e la accompagniamo da attività fisica, potenzieremo gli effetti positivi e visibili sul corpo

Quando cerchiamo di perdere peso, la disciplina durante il processo deve essere la nostra maggiore qualità, dato che la costanza nell’allenamento determina i risultati.

Per prima cosa, dobbiamo essere coscienti della quantità di alimenti che assumiamo ogni giorno; cambiando l’alimentazione, si possono potenziare gli effetti positivi e visibili sul corpo. È necessario sottolineare, però, che anche lo sport è di estrema importanza per il nostro organismo. Questo, infatti, si trova biologicamente disegnato per l’alto rendimento grazie al fatto che i nostri precedessori erano atletici e veloci per poter cacciare le prede migliori; diedero il passo, così, alle successive generazioni incrementandone il potenziale fisico con il passare del tempo. 

Esistono allenamenti giornalieri che stimolano la perdita di peso, ma realizzare attività fisica la sera accelera molto di più il metabolismo, motivo per il quale la persona può realizzare meglio l’attività oppure ridurre il suo peso in minor tempo. La cosa più importante è mantenere una routine di esercizi da eseguire almeno 3 volte alla settimana per 30 minuti minimo; in questo modo, favoriremo la salute e la vitalità del nostro organismo.

A prescindere dal momento della giornata, sappiamo che è necessario allenarsi sempre in modo da stimolare il metabolismo, affinché bruci più velocemente le calorie che consumiamo. Si può fare una corsetta oppure andare in bicicletta mantenendo un buon ritmo per 20 minuti, cosa che farà bene alla nostra circolazione e favorirà l’eliminazione delle tossine nocive.

Bisogna organizzare un programma di allenamento stabilendo orari puntuali, dato che è difficile perdere peso senza aver chiaro come e quando realizzare il tutto. Bisogna tenere in considerazione dettagli come l’orario dei pasti, perché un equilibrio nella dieta permette che il corpo migliori i suoi processi importanti, come la naturale regolazione del peso. Il consiglio dei nutrizionisti si basa sull’adozione dei seguenti orari: 

  • 6:00 – 7:00 am: assumere preferibilmente liquidi, al fine di stimolare il sistema digerente ed il resto dell’organismo dopo una rigenerante notte di sonno. Possono essere ingerite bevande come caffè, succhi di frutta e acqua.
caffè

  • 8:00 – 9:00 am: in questo momento della giornata il nostro organismo ha bisogno di un importante impulso energetico; dal buon apporto calorico fornito dalla colazione dipendono i livelli di energia di cui godrà l’organismo per il resto della giornata. Nella colazione devono essere inclusi:
    Latticini: 
    formaggio, latte, burro, yogurt.
    Carboidrati: pane, prodotti a base di mais.
    Proteine: uova, carne, cereali.
  • 11:00 am: ingerire un alimento leggero, può essere un frutto o biscotti dietetici
mele

  • 12:00 – 1:00 pm: esattamente in questo orario si consiglia il pranzo, in quanto è l’ora ideale per somministrare alimenti al corpo. Sappiamo che il nostro corpo possiede un orologio biologico che la scienza ho potuto parzialmente misurare e questi orari risultano essere intervalli in cui il corpo assimila meglio i nutrienti. Il pranzo deve essere composto da 2 carboidrati (ad esempio, il riso e le banane), 1 proteina (ad esempio, la carne) e alimenti come le insalate che completano il pasto con vitamine e minerali che fanno bene ai diversi sistemi del corpo favorendone le funzioni.
  • 3:00 – 4:00 pm: si devono ingerire preferibilmente alimenti derivati dal latte. L’avena può essere una buona alternativa per via del suo alto indice nutrizionale che agisce come energetico una volta sintetizzata dall’organismo. In questa fascia oraria si possono mangiare anche frutta ed insalate.
Avena

  • 6:00 – 7:00 pm: bisogna includere nella cena cereali e derivati del grano, che possono essere accompagnati da pezzetti di frutta e miele; anche i biscotti e la marmellata possono essere mangiati la sera.
  • 9:00 – 10:00 pm: prima di andare a dormire, si consiglia di mangiare un piccolo panino con mandorle, mela oppure piccoli frutti come l’uva. Durante la notte, il nostro sistema digerente resta attivo liberando succhi gastrici che possono produrre ulcere e gastrite.

Non dimenticate di mantenervi idratati!

Un punto chiave nella dieta è l’idratazione costante ed abbondante dell’organismo. Le nostre funzioni motorie e sistematiche dentro al corpo dipendono dalla presenza di liquidi; per questo motivo, ingerendoli, il nostro metabolismo si accelera e, grazie a questo, bruceremo più calorie pur rimanendo a riposo.

Guarda anche