Alimenti che aiutano a prevenire il cancro al seno

24 giugno 2014
Il cancro al seno è fortemente relazionato con i livelli di estrogeno nel sangue. L'esercizio fisico riduce la produzione di estrogeni nell'organismo, per cui è ottimo per evitare questa malattia.

Bisogna mettere in chiaro che fare l’autopalpazione del seno tutti i mesi e una mammografia all’anno superati i 40 anni (e prima di quest’età se avete dei precedenti in famiglia di cancro alla mammella) è il miglior modo per diagnosticare anticipatamente il cancro al seno, cosa fondamentale per avere più possibilità di curarlo.

Tuttavia, secondo diverse ricerche si è scoperto che alcuni alimenti e determinati fattori nello stile di vita di una donna possono aiutare a diminuire il rischio di soffrire di tale malattia. In quest’articolo vi presentiamo gli alimenti che bisogna scegliere per prevenire il cancro alla mammella, informandovi sulle ultime scoperte al riguardo.

Alimenti ricchi di fibre

I broccoli hanno un alto contenuto di vitamina C e fibre; contengono anche molti nutrienti dalle proprietà anticancerogene.
I broccoli hanno un alto contenuto di vitamina C e fibre; contengono anche molti nutrienti dalle proprietà anticancerogene.

Il cancro al seno è altamente collegato ai livelli di estrogeno nel sangue. Più alto è il livello di estrogeno nell’organismo di una donna, maggiore è il rischio che soffra di un cancro al seno. Gli alimenti ricchi di fibre impediscono che gli estrogeni eliminati vengano riassorbiti a livello dell’intestino, pertanto, sono un fattore di protezione per il cancro alla mammella.

Per aumentare la quantità di fibre nella vostra dieta, assicuratevi di includere tre porzioni di verdura fresca (in particolare broccoli, cavolfiore, cavolo e cavoletti di Bruxelles) e due di frutta al giorno, così come i cereali integrali.

Diminuire la quantità di grassi

Se la vostra dieta è formata da molti alimenti ricchi di grassi, è molto probabile che aumenti anche la quantità di tessuto grasso nel vostro corpo. L’eccesso di tessuto adiposo agisce come una specie di “fabbrica di estrogeno”, quindi, se mantenete il vostro peso entro dei limiti adeguati per la vostra statura ed età, starete allo stesso tempo diminuendo il livello di estrogeni nel corpo e il rischio di soffrire di cancro al seno.

Più omega 3 e meno omega 6

Gli acidi grassi Omega 3 e 6 si trovano in alte concentrazioni nel pesce.
Gli acidi grassi Omega 3 e 6 si trovano in alte concentrazioni nel pesce.

Gli alimenti ricchi di acidi grassi Omega 6 (margarina, grassi idrogenati, olio di semi di girasole, olio di soia e olio di arachidi) aumentano il rischio di soffrire di cancro alla mammella, secondo i risultati di diverse ricerche scientifiche.

Al contrario, gli alimenti ricchi di acidi grassi Omega 3 (come salmone, tonno, sardine e olio di pesce) diminuiscono il rischio. Includete una porzione di questi alimenti nella vostra dieta due volte alla settimana.

Anche i semi di lino rappresentano una buona fonte di Omega 3. Gli esperti consigliano di consumare 25 gr di semi di lino al giorno per aiutare ad evitare il cancro al seno. Potete frullarli a secco o aggiungerli allo yogurt o a una porzione di formaggio morbido.

Gli acidi grassi Omega 9, presenti nell’olio d’oliva aiutano a diminuire il rischio. Per questo motivo, aggiungere un paio di cucchiaini di olio d’oliva alle vostre insalate è un buon tipo di prevenzione per questa malattia.

Evitare l’alcol

L’eccessivo consumo di alcol è un fattore strettamente legato al rischio di soffrire di cancro alla mammella. Più si beve, maggiore è il rischio. L’alcol si trasforma in acetaldeide, sostanza che, secondo quanto dimostrato, favorisce il cancro nelle cavie da laboratorio. Inoltre, l’alcol inibisce l’utilizzo di acido folico nelle cellule, una vitamina che riveste un ruolo importante nel regolare la divisione cellulare. Come se non fosse abbastanza, l’alcol alza il livello di estrogeni nel sangue; pertanto, evitate l’alcol per diminuire il rischio di soffrire di cancro alla mammella.

Fare esercizio

esercizio

È scientificamente dimostrato che le donne che praticano un’attività fisica moderata, circa quattro ore alla settimana, rischiano meno di soffrire di cancro al seno poiché l’esercizio riduce la produzione di estrogeni nell’organismo. Mantenetevi attive camminando, andando a cavallo, nuotando o andando in bicicletta, per prevenire il cancro alla mammella.

Ad ogni modo, per concludere, vi ricordiamo che dovete sempre fare dei controlli adeguati per diagnosticare il cancro al seno in tempo e, di fronte ad un qualsiasi dubbio, non esitate a consultare il vostro medico.

Guarda anche