8 alimenti che chi soffre di colite dovrebbe evitare

· 1 agosto 2017
Anche se di solito si consiglia l'assunzione di fibra per migliorare la digestione ed eliminare le sostanze di scarto, se soffrite di colite è meglio evitarla, poiché potrebbe aumentare il gonfiore e i dolori

La colite è una malattia digestiva che si verifica a  causa dell’infiammazione dell’intestino crasso a seguito di un’intossicazione alimentare o un’infezione da parassiti.

Solo in un ridotto numero di casi è relazionata a problemi circolatori, azioni infiammatorie e trattamenti radioterapici.

Molte persone tendono a confonderla con episodi frequenti di diarrea, poiché quest’ultima è uno dei principali sintomi del problema.       

Ciò nonostante, in tal caso si produce in maniera più grave, quasi sempre accompagnata da gonfiore, dolore addominale e febbre.     

A differenza di altri problemi digestivi, inoltre, si presenta in maniera ricorrente e più a lungo.

Proprio per questo è molto importante conoscere maggiori dettagli su questo problema e, soprattutto, avere ben chiaro quali sono gli alimenti che possono peggiorarne i sintomi.   

In questa occasione vogliamo condividere con voi gli 8 principali, affinché ne riduciate fin da ora il consumo.

Scopriteli!

1. Fritture e alimenti grassi

Le fritture e gli alimenti che contengono elevate quantità di grassi possono peggiorare i sintomi della colite poiché rendono difficile la digestione ed aumentano l’infiammazione.

Un eccessivo consumo di cibi fritti incrementa le contrazioni intestinali e gli episodi di dolore e diarrea di cui soffre chi presenta questa malattia.

Leggete anche: Quando il cibo ci fa avere un cattivo odore

2. Cereali in chicchi e semi interi

Sebbene sia sempre consigliato il consumo di fibra per ottenere una migliore digestione, i soggetti che soffrono di colite devono evitare quella proveniente da alimenti come i cereali in chicchi e i semi interi.

Questi aumentano la produzione di gas intestinali e, di conseguenza, influiscono sulla comparsa di gonfiore e dolori.          

3. Caffè e tè

I soggetti ai quali viene diagnosticata la colite devono evitare al massimo le bevande contenenti caffeina, incluso tè e caffè, poiché questa sostanza aumenta l’infiammazione del colon e influisce sul processo di eliminazione delle sostanze di scarto.

  • Continuare ad assumerli può peggiorare le coliche e l’irritazione relazionati a questo problema.  
  • Dato che questa sostanza si accumula nel corpo, inoltre, influisce nel processo di eliminazione delle tossine.

4. Latte e latticini

Il latte intero e i latticini sono i nemici numero uno dei pazienti che lottano contro questo problema digestivo. 

Questo non solo perché sono ricchi di grassi, ma anche a causa del lattosio. Sebbene non tutti ne siano intolleranti, la cosa migliore è ridurne al massimo l’assunzione per evitare futuri problemi al colon.

5. Insaccati

Gli insaccati contengono elevati livelli di grassi, ma anche sodio e sostanze artificiali che aumentano l’infiammazione intestinale.

La loro assunzione abituale causa difficoltà a livello digestivo e incrementa la presenza di tossine nel colon.

Come se non bastasse, i suoi componenti influiscono anche sulla tendenza di soffrire di obesità e di malattie infiammatorie.

6. Margarina

La margarina e il burro sono alimenti che non dovrebbero essere inclusi nelle diete delle persone che soffrono di colite.

  • Questi prodotti contengono troppi grassi transgenici e oli idrogenati che, una volta assimilati dal corpo, peggiorano l’infiammazione dell’intestino.     
  • Stimolano anche la produzione di sostanze chimiche che incrementano l’irritazione e il dolore.

7. Farine raffinate

Le farine raffinate sono alimenti infiammatori che possono peggiorare notevolmente i sintomi di chi soffre di problemi intestinali.

Vengono sottoposte a processi industriali durante i quali perdono un gran numero di proprietà e nutrienti.  Di conseguenza, la loro digestione risulta più difficile e, ad alcune persone, può causare reazioni allergiche.

L’aspetto più preoccupante è che si trovano in moltissimi alimenti che assumiamo tutti i giorni e, pertanto, evitarle del tutto è difficile.

Leggete anche: Eliminare la farina dalla propria dieta

8. Bevande carbonate e alcoliche

Le bevande alcoliche e le bevande gassate sono molto irritanti per chi soffre di colite e problemi digestivi.     

  • Il loro contenuto di zuccheri raffinati, oltre al diossido di carbonio e ai coloranti, aumenta l’acidità e l’infiammazione.
  • Sono responsabili di sintomi come gas intestinali, dolore e diarrea.

Per concludere, a causa delle complicazioni digestive provocate dalla colite,  è bene cercare di ridurre la massimo l’assunzione di tutti questi alimenti.   

Sebbene molti di questi facciano parte della dieta abituale, sarebbe meglio trovare alternative sane per mantenere sotto controllo questa malattia.

Guarda anche