Alimenti che aiutano a combattere la stanchezza

3 dicembre 2016
Anche se può sembrarvi strano, oltre ad un sonno ristoratore, anche la nostra alimentazione influisce sulla stanchezza, per cui dobbiamo fare in modo che questa ci apporti le energie necessarie per poter realizzare le attività quotidiane. 

Non importa quanto dormite, che attività realizzate ogni giorno o se vi piace ciò che fate: sembra che non dormiate mai abbastanza e che le attività da svolgere siano sempre troppe.

Se avete l’impressione che, ultimamente, le giornate siano insufficienti per compiere tutte le attività che dovete, vi consigliamo di leggere questo articolo. Forse il problema è relazionato alla vostra alimentazione.

Scoprite quali alimenti dovete mangiare per non sentirvi stanchi.

Dieta per dire addio alla stanchezza

Sentirsi esausti può dipendere dal troppo lavoro, dalle poche ore di sonno o da un’alimentazione squilibrata (o tutte e tre le cose).

Oltre ad evitare lo stress e dormire almeno 8 ore al giorno, vi consigliamo di aggiungere alla vostra dieta i seguenti alimenti:  

Leggete anche: I migliori alimenti per combattere l’appetito

1. Condimenti naturali

salsa-di-soia

La salsa di soia (a basso contenuto di sodio) e il miso sono due condimenti che possono esaltare il sapore dei vostri piatti e aiutarvi a ridurre la stanchezza.

La prima si utilizza come condimento per riso, pasta o pesce, e ha davvero poche calorie. Fate attenzione alle quantità, perché potrebbe apportare troppo sale al vostro organismo e, di conseguenza, causare un’aumento della pressione arteriosa.

Il miso, dal canto suo, è un ingrediente che si ottiene facendo fermentare i germogli di soia, e viene utilizzato per condire stufati o zuppe.

In qualsiasi caso, vi consigliamo di scegliere prodotti naturali e biologici.

2. Caffè (in quantità moderate)

Non possiamo abusare della caffeina perché, anche se può aiutarci a ridurre la stanchezza, ha alcune controindicazioni che non possiamo ignorare.

Si può ricorrere al caffè solo in determinati momenti ma, oltre a questo, esistono alimenti in grado di migliorare lo stato d’animo e la capacità di concentrazione.

Ad esempio, la cioccolata o il tè. Se ne assumete più del dovuto, gli effetti secondari andranno dal mal di testa all’ansia, passando per insonnia e nervosismo.

3. Sale marino e alghe

alghe

Entrambi gli alimenti sono sani e servono a combattere la stanchezza.

Forse le alghe non sono il vostro cibo preferito, ma potete sempre unirle ad altri alimenti (ad esempio, il riso) e condirle in modo da camuffare il loro sapore così intenso.

Il sale marino e quello rosa sono buone opzioni per ridurre i danni causati dal sodio e che si trasformano in quotidiana mancanza di energie.

4. Frutta fresca

Una mela, un’arancia o una pera sono frutti perfetti da mangiare a fine pasto quando ci si sente stanchi. La frutta in generale apporta minerali, vitamine, fibre e molta acqua. 

Contenendo idrati di carbonio, inoltre, si trasformano facilmente in glucosio (che aumenta le energie).

Anche i succhi naturali sono un’idea eccellente. Si consiglia di assumerli prima di praticare sport o durante giornate di intenso studio o lavoro.

5. Semi

semi

Un pugno di semi di chia, di sesamo o di zucca a colazione possono darci le energie di cui abbiamo bisogno per affrontare la giornata. Aggiungeteli ai vostri frullati, yogurt o succhi naturali.

I semi di chia, ad esempio, stabilizzano il sistema nervoso, mentre quelli di sesamo favoriscono la sintesi delle endorfine. Pertanto, non sottovalutateli!

6. Yogurt

È un latticino perfetto per le vostre diete se volete alimentarvi bene o assumere le giuste quantità quotidiane di calcio.

Esistono così tanti gusti di yogurt che non vi stancherete di sicuro… ancor meno se aggiungerete avena, uva passa, mandorle o semi di chia.

Lo yogurt sazia ed evita la sensazione di stanchezza. 

7. Cereali integrali

cereali-integrali

Il riso, l’orzo o la quinoa sono tre esempi di cereali integrali che vale la pena assumere se vogliamo sentirci meno stanchi e rendere di più.

Questo si deve al fatto che contengono buone dosi di idrati di carbonio, che si trasformano in energia appena vengono assunti. La buona notizia è che, inoltre, saziano di più rispetto alle farine raffinate.

8. Ortaggi e verdure crudi

La carota, il sedano e il pomodoro sono alimenti che si mangiano spesso durante l’estate o quando fa caldo. Tuttavia, quando arriva l’inverno, cerchiamo cibi più sazianti, grassi o consistenti.

Bisogna cercare di assumere verdure crude in insalata anche quando fa freddo. Queste ci riempiono di energia! Per non stancarvi, potete cucinarle al vapore o saltarle in padella con un po’ d’olio d’oliva.

9. Frutta secca

frutta-secca

Come i semi, la frutta secca è perfetta da assumere come spuntino o merenda, quando abbiamo le batterie scariche o ci costa parecchio tenere gli occhi aperti.

Con un pugno di mandorle, noci o anacardi, saremo apposto. 

Volete ricaricare ancor di più le pile? Allora accompagnatela con della frutta (ad esempio mele), avena e succo d’arancia. Una colazione nutritiva ed energetica, naturale al 100%.

Vi consigliamo di leggere anche: Mandorle e rosmarino per migliorare la memoria

10. Pesce

Anche se è vero che il pesce non sazia a lungo, apporta vari nutrienti (acidi grassi omega 3) che si trasformano in combustibile e riparano i tessuti.

Il pesce, inoltre, impedisce alle proteine di diventare grassi.

Non dimenticate di bere molta acqua poiché, a volte, la disidratazione si trasforma in stanchezza e fatica. I due litri al giorno non sono un lusso, ma una necessità.   

Guarda anche