Alimenti che provocano emorroidi

Un'alimentazione scorretta può provocare questo problema. Dovete optare per una dieta ricca di fibre e di alimenti che favoriscono il transito digestivo.

Le emorroidi sono un’infiammazione che colpisce le vene della zona bassa del retto o dell’ano, le quali dilatandosi troppo si trasformano a mo’ di vene varicose. Questa infiammazione è molto fastidiosa e può addirittura arrivare ad essere dolorosa; può presentarsi a livello interno, esterno oppure in entrambi allo stesso tempo. 

Quali sono i sintomi delle emorroidi?

Quando le emorroidi sono lievi, di solito non c’è un sintomo che indichi il decorso di questo problema. Tuttavia, quando la situazione si aggrava, si possono presentare i seguenti sintomi.

  • Sangue quando si defeca 
  • Prolasso: condizione medica in cui le pareti rettali fuoriescono dall’ano; può essere dolorosa e di lunga guarigione.
  • Secrezione: un muco che proviene dalla stessa mucosa anale ; di solito è prodotta dalle emorroidi interne.
  • Irritazione: di solito si verifica dopo la secrezione, causa prurito e sensazione di bruciore.
  • Dolore: quando le emorroidi sono interne, di solito non presentano questo sintomo. Tuttavia, quando sono esterne, la pressione dello sfintere anale provoca fastidio e dolore.

Alimenti che possono influire sullo sviluppo delle emorroidi

L’alimentazione di solito è la causa principale della comparsa di emorroidi. Una cattiva alimentazione può causare stitichezza, diarrea ed altri problemi digestivi che danneggiano l’area in cui si produce questo problema e, di conseguenza, si inizia a soffrire del suddetto disturbo.

Ci sono certi alimenti che influiscono più di altri nella comparsa delle emorroidi. Conoscerli è ottimo per iniziare a ridurne il consumo e optare per una dieta a base di alimenti più sani. A seguire citiamo gli alimenti che possono influire di più nella comparsa di questo problema.

Alimenti zuccherati

dolci

Quando inseriamo nella dieta elevate dosi di zucchero raffinato, siamo più propensi a soffrire di stitichezza, movimenti intestinali difficoltosi ed infine infiammazione delle vene rettali o anali. Questi alimenti di solito sono la causa più comune di emorroidi e se si continua ad assumerli in grandi quantità, sarà molto difficile guarire da questo malessere.

Il consumo eccessivo di zuccheri può influire anche sullo sviluppo di altri problemi di salute come reflusso gastroesofageo, ulcere, sindrome dell’intestino irritabile, diverticolite, celiachia, cancro al colon, pancreatite, cirrosi, ernie, etc.

Alimenti troppo salati

Il consumo eccessivo di sale è una delle cause per eccellenza dell’ipertensione. Aumentando la pressione arteriosa, le vene del retto e dell’ano, sono più propense ad infiammarsi e a sviluppare le emorroidi.

Bevande alcoliche

alcolici

Essere grandi consumatori di bevande alcoliche è un rischio parlando di emorroidi. Queste sostanze, infatti, disidratano l’organismo e di conseguenza si verificano cattiva digestione e stitichezza.

Altre cause delle emorroidi

Oltre ad una cattiva alimentazione, le emorroidi possono dipendere anche da altri fattori comuni come, ad esempio, la gravidanza, l’invecchiamento, la genetica, l’obesità, la cattiva digestione, movimenti intestinali bruschi, lo sforzo durante la defecazione e alcune malattie come la cirrosi epatica.

Trattamento per le emorroidi

Le emorroidi sono un problema causato principalmente da una scorretta alimentazione, è per questo motivo che il primo passo al fine di trattare questo problema consiste nell’adottare una dieta sana, ricca di fibra e alimenti idratanti che favoriscano il corretto funzionamento dell’apparato digerente. Bisogna anche bere almeno 2 litri d’acqua al giorno ed assumere abitudini salutari come l’attività fisica.

Terapie fredde

Per ridurre l’infiammazione che si produce nell’area del retto e dell’ano, uno dei rimedi più efficaci consiste nel collocare una busta con del ghiaccio, o qualcosa molto freddo, nella zona coinvolta.

Aglio

aglio

L’aglio è un rimedio forte contro le emorroidi, ma molto efficace. Riduce l’infiammazione ed è l’ideale per le emorroidi che provengono dalla parte interna dell’ano, poiché aiuta ad asciugare queste vene che risultano dolorose e fastidiose.

Applicate una piccola quantità di aglio direttamente sull’area colpita; sentirete subito una sensazione di bruciore, ma questo avrà un effetto antinfiammatorio. Dovete lasciare agire per 2 minuti e dopo sciacquarvi per rimuovere l’aglio.

Bagno caldo

L’acqua calda ha un effetto rilassane ed antinfiammatorio. Per ridurre i fastidi, il dolore ed il gonfiore causati dalle emorroidi, bisogna riempire il bidet d’acqua calda, sedersi per 15 minuti su di essa e ripetere il procedimento tutti i giorni.

Semi di lino

Semi-di-lino-500x325

Includere nella propria dieta semi di lino è l’ideale per ridurre il rischio di soffrire di emorroidi ed è perfetto anche per trattarle. I semi di lino sono ricchi di fibre, assorbono molta acqua e formano una massa gelatinosa. Il tutto favorisce una corretta digestione, aiuta ad eliminare in modo corretto i rifiuti, previene la stitichezza ed agisce come lassativo naturale.