Vene varicose: 8 regole da seguire per curarle

Evitare la vita sedentaria e ottimizzare le abitudini alimentari può contribuire a ottenere una migliore circolazione del sangue per facilitare il trattamento delle vene varicose.

Il trattamento delle vene varicose deve includere una serie di abitudini positive che siano d’aiuto alla salute circolatoria. Nonostante vi siano diversi procedimenti e prodotti cosmetici che permettono di minimizzarle, è fondamentale seguire alcune “regole” che sono imprescindibili.

E, oltre a trattarsi di un problema estetico, le vene varicose indicano che il passaggio del flusso sanguigno sta subendo una qualche alterazione. Per questo motivo, oltre ad avere un brutto aspetto, sono solite influire sulla sensazione di gonfiore e dolore.

Perché si verifica questa condizione? Come ridurle in modo naturale? Dato che molte donne ne soffrono, a seguire vogliamo risolvere questi interrogativi. Occorre specificare che tutti i consigli devono essere applicati insieme, poiché non esiste una cura semplice.

Che cosa sono le vene varicose?

Le vene varicose sono vene gonfie e contorte che si formano quando le valvole unidirezionali, che regolano il passaggio del sangue, si indeboliscono. Nonostante questo fenomeno possa svilupparsi in qualsiasi vena, spesso riguarda quelle delle gambe.

Da sempre sono state catalogate come un segno antiestetico, dato che hanno un aspetto violaceo o rossiccio che si nota sulla pelle. Tuttavia, per molti è un problema di salute, poiché è l’agente scatenante di altri disturbi.

Sintomi

Fra i loro sintomi più caratteristici, troviamo:

  • Vene infiammate e sporgenti
  • Sensazione di bruciore, gonfiore e pesantezza degli arti inferiori
  • Dolore e crampi alle gambe
  • Prurito intorno alle vene compromesse
  • Sanguinamento delle vene varicose
  • Cambiamenti della pelle o indurimento della vena

Leggete anche: Dolore alle ginocchia: abitudini negative

Perché compaiono le vene varicose?

Quando le valvole delle vene smettono di funzionare nel modo adeguato, il flusso sanguigno incontra delle difficoltà a ritornare dalle gambe al cuore. Dato che il sangue soffre una stasi, la vena si infiamma e forma le vene varicose.

Nonostante molti casi siano relazionati a fattori genetici, spesso peggiorano per un esagerato sforzo fisico oppure per un eccesso di peso. Inoltre, sono solite essere più frequenti fra le persone di terza età. I fattori che influiscono sulla loro comparsa sono:

  • Obesità e sovrappeso
  • Gravidanza
  • Posture scorrette quando si cammina
  • Stare molto seduti e incrociare le gambe
  • Cambiamenti ormonali bruschi
  • Malattie del sistema circolatorio

Regole che tutti devono seguire per curare le vene varicose

Mantenere uno stile di vita salutare è il miglior alleato, tanto per curare le vene varicose, quanto per ritardare la loro comparsa. Questo implica apportare dei cambiamenti alla propria routine quotidiana e tenere lontane alcune “cattive abitudini” che compromettono la circolazione.

1. Evitare di mantenere la stessa postura

Donna sul divano con gambe doloranti

Mantenere la stessa postura corporea per un periodo di tempo prolungato può peggiorare le vene varicose.

Per questo, se per qualche motivo occorre restare in piedi o seduti, la cosa ideale è prendersi almeno qualche minuto per muovere le gambe e i piedi oppure cambiare la postura.

2. Sollevare le gambe

Un esercizio molto facile che aiuta a curare le vene varicose è il sollevamento delle gambe.

Quest’attività rilassa i muscoli e facilita il ritorno del sangue verso la parte superiore del corpo. Quindi, si consiglia di farlo tutti i giorni, dopo il lavoro.

3. Fare attività fisica

La pratica di una qualsiasi attività fisica ha molti effetti benefici, tanto sulla salute circolatoria quanto sul peso.

Infine, se l’obiettivo è curare le vene varicose, risulta molto vantaggioso seguire una routine di allenamento regolare.

4. Fare dei massaggi

Uno dei metodi terapeutici per stimolare il flusso sanguigno negli arti inferiori sono i massaggi rilassanti.

Grazie alla loro capacità di migliorare la circolazione, sono una buona opzione per minimizzare l’aspetto di queste vene gonfie e sporgenti.

Vedere anche: Arterie ostruite: alimenti da evitare

5. Fare una doccia fredda

Le docce con l’acqua calda sono rilassanti e alleviano la stanchezza. Tuttavia, quelle con l’acqua fredda sono le più vantaggiose contro questo problema.

Donna che fa doccia fredda

Di fatto, l’applicazione diretta dell’acqua fredda sui polpacci può calmare il gonfiore e l’infiammazione.

6. Evitare i capi di abbigliamento stretti

I capi di abbagliamento attillati sono sconsigliati in caso di vene varicose.

Inoltre, il loro uso è sconsigliato in generale, dato che esercitano pressione sulla zona e rendono difficile il ritorno venoso dalle gambe al cuore.

7. Migliorare l’alimentazione

Un’alimentazione ricca in acidi grassi Omega 3, antiossidanti e fibra dietetica può contribuire in larga misura a curare le vene varicose.

Gli alimenti che contengono questi nutrienti ottimizzano la circolazione e proteggono la salute cardiovascolare.

8. Evitare l’alcol e il tabacco

Il consumo eccessivo di alcol e tabacco ha molte ripercussioni negative sull’organismo. Una di esse è la comparsa di problemi circolatori e delle vene varicose.

Le loro tossine deteriorano le arterie e rendono difficile il passaggio del sangue.

Per riassumere…

Le abitudini salutari sono la chiave quando l’obiettivo è curare le vene varicose. Nonostante vi siano molte terapie professionali che le eliminano, tutti questi consigli ne prevengono la ricomparsa.

Per questo motivo, non si tratta solo di metterle in pratica per un periodo, ma di includerle nel nostro stile di vita.

Categorie: Bellezza Tags:
Guarda anche