Alimenti ricchi di vitamina A: quali sono?

· 7 Marzo 2019
Bisogna includere nella propria dieta frutta e verdura di colore arancione, come la carota, la zucca o la papaya, poiché sono ricche di beta-caroteni, fonte sicura di vitamina A

Nel nostro frigorifero sono senz’altro presenti molti alimenti ricchi di vitamina A. Tuttavia, dobbiamo imparare a riconoscerli per farne un consumo coscienzioso. Questo perché la vitamina A da essi posseduta è un nutriente necessario per il nostro organismo. Tra le sue principali funzioni, ci garantisce una buona vista.

In questo articolo vi diciamo come consumare questo nutriente e quali sono gli alimenti ricchi di vitamina A. Continuate a leggere per saperne di più!

Caratteristiche della vitamina A

Tipi di vitamina A

Secondo la fondazione Nemours, la vitamina A può trovarsi in due diverse forme: il retinolo e i caroteni. Il retinolo è la forma di vitamina A presente nei prodotti di origine animale, mentre i caroteni sono la forma di vitamina A contenuta nei prodotti di origine vegetale.

Carote per migliorare la vista
La funzione principale della vitamina A riguarda la vista.

Principali funzioni della vitamina A

La vitamina A, come già detto, è molto importante nel nostro organismo per diverse funzioni. La American Academy of Family Physicians (accademia americana dei medici di famiglia) ci dice che le principali funzioni di questa vitamina sono:

  • Agisce sul ciclo della vista operando come fornitore delle sostanze necessarie per permettere la comunicazione tra i nervi ottici e il cervello.
  • Stimola il sistema immunitario, necessario affinché il nostro organismo combatta le infezioni.
  • Protegge la salute cutanea.

Scoprite: 4 vitamine importanti per la salute della pelle

Problemi di salute a causa di una deficit di vitamina A

In caso di deficit di vitamina A, possono verificarsi diversi problemi di salute come cecità notturna o problemi di vista al buio, ma anche un calo nel funzionamento del sistema immunitario.

Tale condizione si traduce in infezioni, soprattutto dell’orecchio e del tratto urinario.

Leggete anche: Vitamine per rafforzare il sistema immunitario

Alimenti ricchi di vitamina A

Fegato di maiale in salsa
Il fegato è una fonte animale ricca di vitamina A.

La American Academy of Family Physicians indica i seguenti alimenti ricchi di vitamina A:

  • Il fegato, soprattutto di manzo e di maiale.
  • La carota è un altro alimento consigliato per un consumo sano di questa vitamina, soprattutto per via dei beta-caroteni in essa contenuti e ai quali si deve il suo caratteristico colore.
  • La patata dolce, anche conosciuta come patata americana, contiene una buona quantità di beta-caroteni.
  • Alcuni frutti tropicali che condividono il caratteristico colore arancione delle carote sono ottimi fonti di vitamina A. Ne sono un esempio il melone di Cantalupo, la papaya e il mango.

Una fresca macedonia con mango, papaya e melone di Cantalupo è un’ottima opzione da consumare a colazione o a cena.

Una buona idea è anche aggiungere le carote alle insalate o alle verdure cotte, così come cercare una ricetta sana per cucinare il fegato e mangiarlo per pranzo.

Adesso che conoscete meglio questa vitamina e le sue importanti funzioni, non vi resta che iniziare a riempire le vostre dispense con i cibi che la contengono di più e consumarli in modo sano.

Il corpo sarà grato di questa saggia scelta alimentare.

  • Asociación Mexicana de Educación Deportiva. 5 beneficios de comer frutas y verduras. [Internet] (Consultado el 21/11/2018). Disponible en: https://amedweb.com/5-beneficios-comer-frutas-verduras/
  • David Grotto. Lo mejor que puedes comer (Colección Vital): De la A a la Z, la guía nutricional definitiva para llenarte de energía, de salud. Penguin Random House Grupo Editorial México, 2014.
  • Alfredo Entrala Bueno. Vitaminas: aspectos prácticos en medicina. Ediciones Díaz de Santos, 1995.
  • Prevention Magazine Health Books. Prevention's Healing with Vitamins: The Most Effective Vitamin and Mineral Treatments for Everyday Health Problems and Serious Disease. Rodale, 1999.