Allergia agli agrumi: sintomi, trattamento e consigli

31 Marzo 2021
Gli agrumi sono ricchi di fitonutrienti con proprietà antiossidanti. Tuttavia, è possibile sviluppare un'allergia a questi alimenti.

L’allergia agli agrumi provoca sintomi caratteristici che ne facilitano la diagnosi. Si tratta di un problema poco frequenteche però può condizionare le abitudini alimentari. Questi alimenti, di fatto, apportano importanti nutrienti per il nostro organismo, come la vitamina C.

Nel gruppo degli agrumi possiamo trovare una grande quantità di frutti che hanno una concentrazione significativa di acido citrico al suo interno, come il limone, il pompelmo e le arance. Questo elemento si caratterizza per il suo potere antiossidante e andrebbe consumato abitualmente.

Cause dell’allergia agli agrumi

Il fenomeno conosciuto come “allergia agli agrumi” si produce perché il sistema immunitario interpreta come nocive alcune proteine che si trovano in questi alimenti e che si comportano come antigeni. A partire dalla prima esposizione si produce una risposta difensiva che genera diversi sintomi.

Si crede che possa esistere una componente genetica che determina l’apparizione di questa allergia, nonostante sia influenzata anche da fattori ambientali, come un’eccessiva igiene o la scarsa esposizione a questi prodotti. Infatti, gli esperti assicurano che prendere troppe misure di pulizie su questi frutti può essere uno dei motivi sottostanti.

Agrumi di diverso tipo.
Gli agrumi contengono vitamina C, un antiossidante che deve essere presente nella dieta, purché non si sia allergici.

Sintomi del disturbo

Tramite l’ingestione degli agrumi, il soggetto allergico inizia a sviluppare una specifica sintomatologia. In particolare, l’apparizione di macchie rosse sulla pelle o prurito. Se questo è il caso, è importante assumere un antistaminico previsto da un medico, in modo da ridurne i disturbi.

Bisogna anche tenere conto del fatto che consumare un alimento che provoca una reazione allergica può anche causare diarreadolori addominali, gas e vomito. Questi sintomi dipenderanno dal grado di intensità della propria reazione.

Diagnosi dell’allergia agli agrumi

La diagnosi dell’allergia viene fatta tramite un’esposizione all’alimento e la successiva misurazione delle immunoglobuline nel sangue. Ci sono alcuni casi in cui è sufficiente il contatto con il prodotto in questione, dato che questo causa l’apparizione di irritazione cutanea.

Tuttavia, ci sono casi in cui è necessario che il soggetto ne ingerisca una piccola quantità per verificare l’alterazione dei parametri biochimici relazionati con il funzionamento del sistema immunitario.

Leggete anche: Sistema immunitario più forte con 6 abitudini

Alternative agli agrumi

Una volta diagnosticato il problema, bisogna evitare di mangiare agrumi, dato che potranno mettere a rischio la nostra salute. Tuttavia, ciò non vuol dire che si debba ridurre l’assunzione di antiossidanti. Questi composti si sono dimostrati capaci di neutralizzare la formazione di radicali liberi.

È importante evitare l’assunzione di salseperché molte contengono limone o arancia. Possono essere sostituite con vinaigrette o condimenti fatti in casa privi di agrumi.

La vitamina C rinforza il sistema immunitario, secondo uno studio pubblicato nella rivista Nutrients. Per coprire il fabbisogno di questo nutriente si consiglia di aumentare il consumo di peperoni oppure assumere integratori, se necessario.

Vitamina C arancia.
La vitamina C è un antiossidante che dev’essere presente nella dieta. Nel caso di allergia agli agrumi va valutato il consumo di integratori.

Trattamento per l’allergia agli agrumi

Attualmente non esiste nessun trattamento che si sia dimostrato in grado di eliminare l’allergia agli agrumi. Con l’aiuto dei farmaci si possono tenere sotto controllo i sintomi, ma non è una soluzione, dato che si può causare un danno a livello interno.

Sono stati sperimentati diversi trattamenti basati sulla immunoterapia con l’obiettivo di offrire una soluzione in futuro. Tuttavia, attualmente non sono disponibili al pubblico e si trovano ancora in fase sperimentale.

L’allergia agli agrumi è un male poco frequente

Fortunatamente, l’allergia agli agrumi presenta una bassa incidenza sulla popolazione. Si tratta di una patologia che può condizionare l’alimentazione e che oggi giorno non ha una soluzione.

Nel caso di diagnosi di allergia agli agrumi bisogna assicurarsi che questa non influenzi la nostra assunzione di vitamina C. Per questo si consiglia di mangiare peperoni o di accordarsi con lo specialista per assumere quegli alimenti che la contengano.

In caso di carenza si possono avere problemi al sistema immunitario, come ad esempio l’assorbimento del ferro a livello intestinale. Pertanto, se sospettate di soffrire di allergia agli agrumi confrontatevi con uno specialista che vi faccia fare le opportune prove diagnostiche. 

  • Ege MJ. The Hygiene Hypothesis in the Age of the Microbiome. Ann Am Thorac Soc. 2017
  • Sharma GN, Gupta G, Sharma P. A Comprehensive Review of Free Radicals, Antioxidants, and Their Relationship with Human Ailments. Crit Rev Eukaryot Gene Expr. 2018;28(2):139-154.
  • Carr AC, Maggini S. Vitamin C and Immune Function. Nutrients. 2017 Nov 3;9(11):1211.