Allergie stagionali: cause, sintomi e trattamento

· 5 Maggio 2019
Se soffriamo di allergie stagionali è molto importante conoscerne le cause scatenanti, in modo da poterle evitare.  

Le allergie stagionali, a volte conosciute come febbre da fieno o rinite allergica stagionale, si manifestano con sintomi allergici che si presentano in periodi dell’anno specifici. Di sicuro ne conoscete alcuni: starnuti, occhi irritati e naso chiuso.

Scoprite in questo articolo alcuni consigli che possono essere utili se soffrite di allergie stagionali. I sintomi, come trattarle e quali rimedi naturali scegliere.

Quali sono le allergie stagionali?

Possiamo affermare di soffrire di allergie stagionali quando ogni anno, nello stesso periodo, compaiono i classici sintomi di un raffreddore, come congestione, starnuti e secrezioni nasali. Sono anche conosciute come febbre da fieno o rinite allergica stagionale.

Alcuni alberi, arbusti, piante ed erbe liberano particelle di polline e di spore nell’aria. La concentrazione di questa muffa esterna rappresenta un allergene per alcune persone, il cui organismo reagisce con diversi livelli di sensibilità.

Il sistema immunitario di queste persone rivela come invasori queste spore e per difendersi rilascia nel sangue delle sostanze chimiche che provocano i sintomi dell’allergia.

Leggete anche: Allergie della pelle: le 10 più comuni

Sintomi delle allergie stagionali

Donna che starnutisce

Le allergie stagionali compaiono ogni anno nello stesso periodo. I sintomi, che possono durare per diversi giorni consecutivi, includono:

  • Sovrapproduzione di muco nasale
  • Congestione
  • Occhi arrossati
  • Starnuti
  • Tosse
  • Lacrimazione
  • Prurito

Come trattare le allergie stagionali

Vaccino contro le allergie

In alcuni periodi dell’anno la concentrazione di polline nell’ambiente è particolarmente elevata. Tuttavia, per chi soffre di allergie stagionali la soluzione non deve essere rinchiudersi in casa.

Il nostro specialista allergologo potrà offrirci una terapia specifica per calmare tutti i disturbi causati dall’allergia.

  • Corticoidi a uso nasale: questo farmaco serve e trattare l’infiammazione all’interno del naso. Si applica una o due volte al giorno.
  • Antistaminici: L’uso di antistaminici -sempre sotto prescrizione medica- riduce il prurito della pelle.
  • Anticongestionanti: Se il trattamento a breve termine può essere utile per un certo miglioramento, un uso prolungato può, tuttavia, causare un effetto contrario. Gli anticongestionanti sono controindicati in persone che soffrono di pressione alta. Si sconsiglia di superare i 2 o 3 giorni di somministrazione.
  • Vaccini antiallergici: Se i sintomi invalidano la persona o si aggravano, il medico può optare per il vaccino.
  • Compresse antiallergiche: Vengono somministrate durante i giorni dell’anno in cui si scatena l’attacco allergico. Si sciolgono sotto la lingua e hanno un effetto simile a quello dei vaccini.

È importante tenere in considerazione che molti di questi medicinali provocano forte sonnolenza, dunque possono essere poco indicati se dobbiamo guidare o utilizzare pericolosi macchinari.

Consigli

Questi consigli vi saranno utili se soffrite di allergie stagionali:

  • Le previsioni meteo di solito indicano anche il grado di concentrazione del polline nell’ambiente in un giorno specifico. Conoscere questa informazione ci può essere molto utile se dobbiamo pianificare attività all’aperto.
  • Un altro dato che ci sarà di grande aiuto è sapere a quale polline siamo allergici, visto che ogni pianta ha il suo periodo di fioritura, in un mese specifico dell’anno. In questo modo potremo organizzarci per affrontare nel miglior modo possibile i disturbi causati dagli allergeni.
  • Fare un bagno o una doccia prima di andare a dormire sarà utile per eliminare le tracce di polline che potrebbero essere presenti sulla pelle.
  • Chiudere le finestre di casa -nei limiti del possibile– eviterà l’ingresso di agenti responsabili dell’allergia.
  • Si consiglia l’uso di una protezione se dobbiamo stare in uno spazio aperto o in cui possiamo essere esposti al polline.

Vi consigliamo di leggere: Rinite allergica: sintomi, cause e terapie

Rimedi naturali

Bere acqua contro l'allergia

Alcuni consigli di medicina naturale possono essere molto efficaci nella prevenzione delle allergie stagionali:

  • Eseguire trattamenti depurativi per eliminare le tossine dall’organismo.
  • Evitare i cibi ad alto contenuto di istamina, come la spremuta d’arancia, il caffè, i latticini, i salumi o i molluschi.
  • Ingerire integratori probiotici per nutrire la flora batterica intestinale.
  • Le allergie sono associate a un sovraccarico epatico. Di conseguenza, può fare molto bene prendersi cura delle funzionalità epatiche.
  • Bere molta acqua lontano dai pasti per ripulire l’organismo.
  • L’ortica è una pianta medicinale antiallergica molto efficace.
  • Esistono rimedi omeopatici per ogni tipo di allergia che dovremmo tenere in considerazione per un trattamento a lungo termine.

Se soffrite di allergie stagionali intense, consultate un medico per sottoporvi a prove allergiche e per individuare il tipo di allergia di cui soffrite.

In questo modo, potrete determinare quali misure e quali trattamenti possono essere più efficaci nel vostro caso.

  • Ferreira, M. A., Vonk, J. M., Baurecht, H., Marenholz, I., Tian, C., Hoffman, J. D., … Paternoster, L. (2017). Shared genetic origin of asthma, hay fever and eczema elucidates allergic disease biology. Nature Genetics. https://doi.org/10.1038/ng.3985

  • Callén Blecua, M. (2005). Diagnóstico y tratamiento de la rinitis alérgica. Acualización En Pediatria.

  • Klossek, J.-M., Serrano, E., & Dufour, X. (2007). Rinitis alérgicas y rinitis inflamatorias. EMC – Otorrinolaringología. https://doi.org/10.1016/S1632-3475(07)70319-3

  • Bhanwra, S. (2011). Management of allergic rhinitis. International Journal of Pharma and Bio Sciences. https://doi.org/10.1016/j.otc.2011.03.007