Arterie ostruite: alimenti da evitare

Per quanto possibile, dobbiamo evitare l'ingestione di grassi dannosi che possano ostruire le arterie e optare per una dieta equilibrata e ricca di frutta e verdura

In caso di arterie ostruite, il sangue non può essere trasportato come dovrebbe e aumenta il rischio di soffrire di malattie cardiache.

Per questo motivo, è molto importante prendersi cura della salute arteriosa ed evitare l’accumulo di grassi nell’organismo.

Alcuni alimenti favoriscono il verificarsi di incidenti cardiovascolari. Vi piacerebbe sapere quali sono? Continuate a leggere questo articolo.

Arterie ostruite: perché?

Esistono diversi fattori di rischio che aumentano le possibilità di soffrire di problemi cardiaci a causa dell’ostruzione delle arterie. Ad esempio l’ipertensione, il colesterolo alto e l’obesità.

Tuttavia, esistono anche altri fattori scatenanti relazionati alle nostre abitudini:

  • Fumare
  • Bere alcol
  • Non fare sport
  • Mangiare alimenti pieni di grassi

In poco tempo il grasso (o placca) si accumula sulle pareti arteriose, restringendole e facendole diventare più rigide. Quando ciò avviene, il flusso sanguigno non riesce a transitare con normalità.

In molti casi le arterie ostruite non causano alcun sintomo (esattamente come avviene con il colesterolo) e, purtroppo, ci rendiamo conto del problema quando si verifica un attacco cardiovascolare.

È molto importante seguire una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura crude, evitare gli alimenti processati e realizzare attività fisica.

Arterie ostruite: quali alimenti evitare?

I cibi ricchi di grassi saturi sono i primi che dovremmo smettere di consumare. Il problema risiede nel fatto che sono spesso anche i più buoni e quelli che producono maggiore dipendenza.

È fondamentale essere coscienti di quanto possano essere dannosi e ridurne così l’ingestione. Gli alimenti che provocano accumulo di grasso nelle pareti arteriose sono:

Visitate questo articolo: Allenamento brucia grassi di 15 minuti

1. Carne

Alimenti carne

La carne è ricca di grassi saturi e di colesterolo. Persino quella che viene considerata “magra” può far aumentare i livelli di LDL (colesterolo “cattivo”) nel sangue.

I prodotti a base di carne processata come, ad esempio, le salsicce e gli insaccati, il lardo o la mortadella, non solo presentano un’alta dose di grassi saturi, ma anche di sale aggiunto che peggiora il quadro della situazione.

Consumare questi prodotti per più di 2 volte alla settimana, favorisce lo sviluppo di malattie cardiache.

2. Uova

Nel caso delle uova, i tuorli contengono una buona dose di lipoproteine che possono ostruire le arterie se assunte in eccesso.

Un uovo apporta circa 5 grammi di grassi e 186 mg di colesterolo (ovvero più della metà della dose giornaliera consigliata).

È importante, tuttavia, sottolineare che, quando li consumiamo cotti o al forno, i livelli di grassi sono molto inferiori rispetto a quando li si consuma fritti.

3. Pelle di pollame

Pollo

Ad esempio di pollo o di tacchino. Entrambe aumentano i grassi nelle pareti arteriose.

Le alette di pollo, tanto per fare un esempio, vengono fritte senza eliminare la pelle e, anche se sembra “inoffensiva”, è invece ricca di calorie e lipoproteine.

Una sola aletta fritta contiene 10 grammi di grassi e 160 calorie. Prima di cucinarle, consigliamo di rimuovere tutta la pelle e, se volete friggerle, fatelo con olio d’oliva.

4. Latticini

Li consumiamo giornalmente e non ci rendiamo conto del fatto che possono essere molto nocivi per la nostra salute, soprattutto se scegliamo le versioni “intere”.

Latte, formaggio, yogurt, burro e panna… tutti questi prodotti contribuiscono a far accumulare la placca e a chiudere le arterie.

Il burro, ad esempio, viene prodotto con una crema ricca di grassi saturi. Si consiglia di scegliere prodotti scremati o poveri di grassi e, ovviamente, di ridurne il consumo giornaliero.

5. Grassi trans

Grassi trans

Molti degli alimenti che consumiamo giornalmente contengono grassi trans o acidi grassi parzialmente idrogenati. Si tratta di uno dei principali responsabili delle arterie ostruite.

Li troviamo soprattutto nei cibi processati, nella margarina, nei prodotti preparati al forno o glassati.

Quando fate la spesa, vi consigliamo di dare un’occhiata all’etichetta per informarvi sugli oli idrogenati che vengono usati per questo prodotto in particolare.

6. Dolci e merendine

I pop corn contengono burro, i dolci e le ciambelle contengono grassi e zucchero, alcuni biscotti vengono preparati con latticini…

Le merendine che mangiamo spesso a metà mattina o a colazione, ad esempio, sono preparate con ingredienti dannosi per la salute.

Sono povere di antiossidanti e fibre, ma ricche di grassi, farine raffinate e zuccheri. Tutti questi ingredienti ostruiscono le arterie.

Vale lo stesso con i dolci. Per questo motivo, consigliamo di sostituirli con frutta fresca o snack sani (ad esempio muesli o barrette di cereali senza zucchero).

Volete saperne di più? Leggete: Mousse leggera di fragole e mandorle senza latticini e zucchero

7. Oli e snack salati

Snack

La maggior parte degli oli usati in cucina (mais, girasole, ecc.) sono ricchi di grassi saturi. Questi non fanno bene alla salute cardiovascolare.

Inoltre, i tipici snack che “spizzichiamo” (patatine fritte, arachidi, ecc.) vengono preparati con oli di questo tipo.

Per cucinare, vi consigliamo di utilizzare oli che contengono grassi insaturi come, ad esempio, quello d’oliva o di colza.

8. Cibo spazzatura

Rientrano in questa categoria la pizza e gli hamburger, ma possiamo fare molti altri esempi.

Questi cibi contengono molti grassi e colesterolo. In molti casi, inoltre, presentano ingredienti chimici e artificiali che li rendono molto più appetitosi e, quindi, più richiesti.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche