Aumento di peso per la stitichezza: mito o verità?

· 4 giugno 2015
Spesso pensiamo che la stitichezza sia la causa di un aumento di peso, perché notiamo il ventre gonfio. Ma è davvero così?

Di certo, in più di un’occasione, vi siete guardati allo specchio e avete visto che il vostro ventre era più prominente del solito. Stitichezza e gonfiore, infatti, vanno spesso di pari passo, e a volte succede che anche la bilancia segni un leggero aumento di peso. Ma la stitichezza può esserne la causa?

Oggi parleremo proprio di questo, certi di rispondere a molti dei vostri dubbi e di potervi aiutare a risolvere questo problema molto frequente.

La stitichezza può favorire l’aumento di peso?

Ventre gonfio

La risposta è no, ma facciamo un esempio per capire meglio. Da una settimana non riuscite ad andare in bagno con regolarità, avete problemi di stitichezza e gli indumenti sono più attillati sul ventre. La vostra bilancia, inoltre, vi dice che pesate di più. A cosa si deve tutto questo?

  • Questo aumento di peso non è dovuto a grasso accumulato, ma agli elementi immagazzinati nell’intestino che avreste dovuto eliminare tramite le feci. Si tratta di scarti di alimenti che infiammano l’organismo; tossine che favoriscono anche la ritenzione idrica.
  • L’aumento di peso per stitichezza viene “percepito da noi”, ma non è reale. Nel momento in cui si regola il transito intestinale, questi grammi in più scompariranno.
  • Il ventre più gonfio è dovuto a un’infiammazione provocata dalla ritenzione di feci. Questo minimo aumento di peso dipende dalla presenza di feci accumulate che a lungo andare possono causare seri problemi di salute.
  • Data l’importanza di un transito intestinale regolare, se decidiamo di seguire una dieta dimagrante, è importante includere le dosi corrette di fibra e vegetali, che non solo aiuteranno a dimagrire, ma anche ad evitare problemi di stitichezza.
  • Nei casi di stitichezza acuta, può succedere di prendere 2 o 3 chili, ma ancora una volta si tratta di un aumento di peso che scomparirà non appena si riuscirà a evacuare. Per evitare questo problema, bisogna semplicemente curare l’alimentazione, bere molta acqua e limitare gli zuccheri.

Leggete anche: Infuso all’avena per trattare il ventre gonfio

Come evitare la stitichezza

Succo di barbabietola

Sono soprattutto le donne a soffrire di stitichezza e di ritenzione idrica. Spesso, quindi, ci sentiamo pesanti e gonfie. Tuttavia, cambiando alcune abitudini alimentari e adottando uno stile di vita più attivo, potremo scongiurare il problema.

Leggete anche: Corretta alimentazione: la chiave sta nella cena

Buone abitudini contro la stitichezza

1. L’importanza della colazione

La colazione è un pasto fondamentale. Può aiutarci a combattere la stitichezza, se sappiamo quali alimenti includere. Non possono mai mancare i cereali integrali, un frutto e una bevanda una bevanda calda, per iniziare la giornata con energia ma senza appesantirci.

Colazione sana

3. Attività fisica moderata

È molto sano camminare mezz’ora al giorno o nuotare, per esempio. In questo modo vi manterrete attivi e muoverete l’intestino, per favorire l’adeguata espulsione delle feci. Ricordate che in questo modo non solo combatterete la stitichezza, ma vi prenderete anche cura della vostra salute.

4. Cenate presto e poco

È importante non sovraccaricare lo stomaco con un eccesso di cibo la sera. Le digestioni pesanti durante le ultime ore del giorno rendono l’intestino lento e favoriscono l’accumulo di residui, difficili da eliminare la mattina. Vi consigliamo, quindi, cene leggere da assumere due ore prima di andare a letto.

5. Fibra, verdure e liquidi

Si tratta della formula di sempre. Una dieta ricca di verdure fresche (ancora meglio se fresche), di fibra e di abbondanti liquidi vi aiuterà a regolare il transito intestinale. Provate anche i gustosi frullati a base di barbabietola e carota; sono deliziosi ed efficaci.

Guarda anche