Come avere una colonna vertebrale sana

25 gennaio 2017
Il sovrappeso può avere conseguenze negative per quanto riguarda la colonna vertebrale, soprattutto può causare dolori. Fate in modo di tenere il vostro peso sotto controllo ed evitate l'eccesso di tossine

C’è bisogno di dire che la colonna vertebrale è la parte del corpo che ci sostiene e che ci aiuta a svolgere tutti i movimenti? È sempre bene ricordarlo, soprattutto quando non ce ne prendiamo cura in modo corretto.

In questo articolo vi daremo alcuni consigli per avere una colonna vertebrale sana.

Informazioni sulla colonna vertebrale

colonna-vertebrale2

La spina dorsale, o colonna vertebrale, è la struttura articolata più importante del corpo, parte dalla base della testa e si estende fino ai fianchi. In altre parole, attraversa tutta la schiena. Si divide in cinque regioni:

  • Cervicale: 7 vertebre (da C1 a C7)
  • Toracica o dorsale: 12 vertebre (da T1 a T12)
  • Lombare: 5 vertebre (da L1 a L5)
  • Sacrale: 5 vertebre (da S1 a S5)
  • Coccigea: 4 o 5 vertebre

Ciascuna di queste zone della colonna vertebrale ha un scopo, in particolare quello di offrirci sostegno, mobilità e una giusta postura. Come se non bastasse, la colonna vertebrale è la guida conduttrice del sistema nervoso.

Non dimenticate di leggere anche: Qual è la relazione tra la colonna vertebrale e gli organi?

Come avere una colonna vertebrale sana?

Passiamo ora all’aspetto pratico. Se volete avere una colonna vertebrale sana, che non vi causi dolori o problemi di alcun tipo, allora:

Fate attenzione alla postura

postura-corretta

Mantenete la schiena diritta tutto il tempo possibile, quando siete al lavoro, in metro, sul divano, a letto, all’università. In questo modo, aiuterete la vostra colonna a mantenersi in buona salute.

Correggete la vostra postura, rilassate e contraete il ventre e allineatelo con l’addome. Immaginate di dovervi appoggiare con la schiena ad una corda che scende diritta dal soffitto.

Esistono molte tecniche per mantenere una postura corretta, come ad esempio aggiungere più cuscini alla sedia, utilizzare sedie ergonomiche, appoggiare una tavola sullo schienale della sedia, usare una cintura, ecc.

In ogni caso, le spalle devono sporgere leggermente all’indietro e cadere liberamente di lato verso il basso.

Se adottate una postura sbagliata, i nervi che si trovano tra le vertebre si “pizzicano” e questo causa, oltre che dolore, problemi a livello di circolazione del sangue e problemi di stanchezza.

Per questo motivo, se normalmente siete incurvati in avanti, è probabile che vi manchi l’entusiasmo o che siate depressi, assonnati o di cattivo umore.

Verificate in ogni momento la vostra postura quando siete seduti davanti al computer o alla scrivania. Attaccate un post-it sul monitor per ricordarlo, ad esempio.

Fate attività fisica

Attenzione, però, non tutti gli esercizi vanno bene per la colonna vertebrale. L’importante è che il movimento vi aiuti a mantenere sani, forti e tonici i muscoli della schiena e del ventre, ovvero quelli che racchiudono la colonna vertebrale.

Potete fare addominali, esercizi lombari e con poco peso. Per tonificare la colonna e rilassarla allo stesso tempo, provate con lo yoga. Lo sport migliore per la salute della schiena è sicuramente il nuoto.

Qualche volta al giorno (almeno una) fate stretching per circa 10 minuti.

Una buona idea per scaricare la tensione della colonna vertebrale è intrecciare le dita delle mani e allungare le braccia in avanti all’altezza del petto. Bisogna poi incurvare un po’ la schiena, come a formare un “C”, e allungare le braccia il più possibile. L’esercizio va ripetuto 5 volte.

Evitate l’accumulo di tossine

Ovviamente c’è una profonda relazione tra quello che mangiamo e le condizioni della nostra schiena, al di là della postura o della ginnastica.

È importante seguire una dieta che non contenga alimenti grassi, raffinati, zuccherati, fritti o cibo da fast food.

Questi prodotti favoriscono l’accumulo di tossine lungo la colonna vertebrale, generando complicazioni e problemi vari.

Vale la pena includere nell’alimentazione quotidiana succhi vegetali preparati con ingredienti freschi, frutta secca come le mandorle, pesce azzurro come il salmone, frutta cruda e due litri di acqua al giorno (minimo) per depurare l’organismo da tutte le tossine accumulate.

Eliminate il sovrappeso

mal-di-schiena

La maggior parte delle persone obese o in sovrappeso ha problemi o dolori alla schiena. Questo perché maggiore è il peso, maggiore è il lavoro che la colonna deve fare per sostenere il corpo. La tensione tra le vertebre è molto dolorosa.

Se avete problemi di sovrappeso, seguite una dieta che vi consenta di perdere almeno qualche chilo.

Fate dei massaggi

Se avvertite dolore in prossimità di una zona della colonna vertebrale, potete rivolgervi ad un massaggiatore o massaggiatrice per eliminare la contrattura. Attenzione, però, questa tecnica non va messa in pratica solo quando il dolore è insopportabile.

Alcune persone, infatti, preferiscono sottoporsi una volta alla settimana a sedute di massaggi di prevenzione per tonificare i muscoli della schiena e, allo stesso tempo, eliminare la tensione recentemente accumulata, anche se lieve.

La digitopuntura, i massaggi bioenergetici e rilassanti sono le tecniche consigliate per tonificare le vertebre, eliminare le tossine accumulate e liberare la pressione tra le vertebre.

Non sollevate oggetti pesanti

Se il vostro lavoro richiede di sollevare pesi, fatelo adottando una postura corretta oppure usate un busto o un corsetto. Se dovete sollevare degli oggetti a casa o di rado, fate sempre attenzione a come lo fate.

La tecnica migliore consiste nel piegare le ginocchia e avvicinare i glutei al pavimento il più possibile. Poi bisogna afferrare l’oggetto in questione tra le braccia come per abbracciarlo.

Allungate un po’ le ginocchia e tornate alla posizione iniziale.

Volete saperne di più? Leggete anche: Delizioso frullato contro il dolore alle ginocchia e alle articolazioni

Assumete integratori naturali

mal-di-schiena2

Tra gli integratori più indicati per la colonna vertebrale ricordiamo il magnesio, il calcio, la spirulina, il lievito di birra, i semi di lino, l’olio di salmone e gli oli vegetali.

Guarda anche