Battito cardiaco ectopico: che cos'è e quali sono le cause?

Il battito cardiaco ectopico è un'alterazione del ritmo cardiaco. Molte persone lo sperimentano e la causa non è sempre nota. Quando preoccuparsi?
Battito cardiaco ectopico: che cos'è e quali sono le cause?

Ultimo aggiornamento: 16 giugno, 2022

Il battito cardiaco ectopico si verifica quando il cuore salta un battito o aggiunge un battito in più. In linea di principio, è una situazione normale che non dovrebbe essere motivo di preoccupazione. Di solito si verifica per ragioni sconosciute e non ha conseguenze.

Esistono due tipi principali di battito cardiaco ectopico: contrazione atriale prematura (PAC), quando il battito ha origine negli atri o nelle camere superiori del cuore; e contrazione ventricolare prematura, se si verifica nei ventricoli, o nelle camere inferiori di questo organo.

Il battito cardiaco ectopico è anche noto come “extrasistole” o “battito cardiaco prematuro”. La maggior parte delle persone lo sperimenta in qualche momento della vita e lo percepisce come un leggero sfarfallio. Solo se diventa frequente è meritevole di controllo medico.

Perché si verifica il battito cardiaco ectopico?

Rischio cardiaco negli atleti.
In molti casi, la causa del battito cardiaco ectopico non è determinata.

È comune che il battito cardiaco ectopico si verifichi senza una causa nota. Tuttavia, esistono elementi associati a questo tipo di battito:

  • consumo di caffeina.
  • Consumo di alcol o tabacco.
  • Uso ricreativo di droghe.
  • Stress o ansia.
  • Esercizio fisico.
  • Alcuni farmaci, in particolare per l’asma, le allergie e il raffreddore.

In genere, il battito cardiaco ectopico è spiegato da bassi livelli di potassio nel sangue, un ridotto afflusso di sangue al cuore o una struttura del cuore ingrandita o anormale.

La ricerca suggerisce che le extrasistoli sono le aritmie più comuni. In alcuni pazienti possono comparire in caso di ipossiemia o sotto l’effetto dell’anestesia.

Alcune persone hanno maggiori probabilità di avvertire questo tipo di battito cardiaco. Tra loro ci sono coloro che hanno una storia familiare di questa stessa condizione, hanno avuto un infarto o soffrono di malattie cardiache.

Sintomi associati al battito cardiaco ectopico

Molte volte il battito cardiaco ectopico si verifica senza alcun sintomo. In questo caso, la persona non si rende conto che si è verificata l’extrasistole. In altri casi, sembra che il cuore abbia saltato un battito.

A volte possono comparire sintomi come i seguenti:

  • Sensazione che il cuore abbia un sussulto.
  • Il battito cardiaco si avverte più forte.
  • Piccolo salto o una pausa nel battito.
  • Maggiore consapevolezza o attenzione su come batte il cuore.
  • Battiti forti e occasionali.
  • Sensazione di debolezza o vertigini.

Non è molto comune, ma in alcune persone è presente anche tachicardia ventricolare, cioè battiti cardiaci veloci e irregolari o altre aritmie. Se è presente una precedente cardiopatia, il rischio di complicanze o morte improvvisa è maggiore.

Come viene diagnosticato?

Un battito cardiaco ectopico occasionale non giustifica la visita medica e, infatti, viene registrato raramente durante un esame fisico. Se le extrasistoli sono frequenti, è meglio parlarne con il medico.

Il medico chiederà quali siano i sintomi ed eseguirà un esame fisico di routine. Se opportuno, può prescrivere alcuni esami per stabilire la causa del battito cardiaco ectopico.

I test diagnostici più utilizzati sono i seguenti:

  • monitor Holter. È un dispositivo che registra e archivia il movimento del cuore da 24 a 48 ore.
  • Elettrocardiogramma (ECG). Misura i segnali elettrici del cuore e la frequenza cardiaca.
  • Ecocardiogramma. Permette di visualizzare la struttura del cuore.
  • Risonanze magnetiche o scansioni TC. Consentono di visualizzare il cuore in dettaglio per rilevare eventuali anomalie.
  • Prova da sforzo. Viene utilizzata per visualizzare come il cuore risponde allo sforzo fisico.
  • Angiografia coronarica. Radiografia con mezzo di contrasto utile per rilevare anomalie o alterazioni.

Come può essere trattato?

Donna con cuore in mano
Se la presenza del battito cardiaco ectopico è frequente, si consiglia una visita dal medico.

Come già notato, il battito cardiaco ectopico di per sé non richiede trattamento poiché si risolve senza bisogno di alcun tipo di intervento. Se ciò non accade, si valuta la possibilità di una malattia sottostante.

In quest’ultimo caso, il trattamento consiste nel curare la malattia sottostante. Se si rileva che non vi è alcuna patologia scatenante, è indicato rivedere i fattori presenti nello stile di vita che possono produrre il battito cardiaco ectopico.

Di solito si suggerisce di ridurre o eliminare il consumo di sostanze che influiscono sul ritmo cardiaco. Allo stesso modo, si consiglia di adottare una routine di esercizi per rafforzare il cuore.

Prevenzione e consigli

Il modo migliore per prendersi cura della salute del cuore è condurre uno stile di vita sano. Ciò include una dieta sana, dando preferenza ad alimenti come frutta, verdura e proteine magre.

Allo stesso modo, le persone a rischio di battiti ectopici dovrebbero ridurre l’assunzione di alcol e sigarette, nonché l’uso di farmaci dannosi per la salute. Inoltre, fare esercizio aerobico regolare per 30 minuti, da 3 a 4 volte a settimana, è l’ideale per mantenere forte il cuore.

Cosa fare in caso di battito cardiaco ectopico?

In presenza di forti palpitazioni e di una sensazione di “batticuore”, è fondamentale mantenere la calma. La maggior parte dei battiti ectopici scompare dopo un paio di minuti di riposo. Ci si siede e si respira profondamente per 5-10 minuti.

Nel caso in cui il battito cardiaco ectopico si manifesti frequentemente, o si avverta una strana sensazione nei battiti, si consiglia di informare il medico il prima possibile. Questo potrebbe essere un segnale di avvertimento che qualcosa non va nel cuore. Il cardiologo è la figura medica che deve determinare se siano necessari approfondimenti.

Un disturbo da non trascurare

Di solito, il battito cardiaco ectopico non causa complicazioni. Tuttavia, in un piccolo numero di casi innesca episodi di tachicardia o aritmia cardiaca. Per questo motivo è un sintomo da non trascurare.

Bisogna stare attenti alla presenza di altri sintomi come dolore toracico, palpitazioni molto forti, sensazione di oppressione o difficoltà respiratorie. Tutti questi segni suggeriscono la necessità di consultare tempestivamente il medico.

Potrebbe interessarti ...
Palpitazioni notturne: perché si verificano?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Palpitazioni notturne: perché si verificano?

Le palpitazioni notturne sono un fenomeno molto frequente e di solito non indicano la presenza di nessuna patologia. Scopritene di più.



  • Benito B, Josephson M. Taquicardia ventricular en la enfermedad coronaria. Revista Española de Cardiología. 2012; 65(10), 939-955.
  • Franco E. Optimización de terapia de resincronización cardiaca en un paciente con muchas extrasístoles. ¿Qué hacer? Los Casos Clínicos más docentes del año 2017 en Cardiología. 2018; 55 (2): 130-147.
  • Lozano J. Arritmias cardíacas y su tratamiento. Offarm. 2001; 20 (11): 96-105.