Cambiare dieta per ridurre il rischio di infarto e ictus

· 16 giugno 2015

Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition ha confermato quello che già sospettavamo: le diete che seguiamo sono, in generale, poco sane. Se tutti apportassimo piccoli cambiamenti nell’alimentazione, il rischio di infarto o di ictus si ridurrebbe di un terzo.

Anche se la cifra non è elevata, è una percentuale da tenere in considerazione dato che si tratta di variabili che possiamo facilmente controllare. Se ci prendiamo cura dell’alimentazione e miglioriamo le nostre abitudini di vita, potremmo evitare in una percentuale significativa il rischio di soffrire di queste malattie che, ogni anno, causano la morte di migliaia di persone. Iniziamo a mettere in pratica questi cambiamenti?

Consigli alimentari per ridurre il rischio di infarto e ictus

Anche se molte di queste malattie hanno una componente genetica, vale la pena tenere presente che abbiamo la possibilità di prevenirle. Sia l’infarto sia l’ictus sono tra le principali cause di morte di uomini e donne. A titolo informativo vi segnaliamo che il rischio sta aumentando soprattutto tra la popolazione femminile.

I casi di ictus aumentano e non solo perché la popolazione invecchia, ma anche a causa di un’alimentazione carente, dello stress e anche di uno stile di vita sedentario. Un dato messo in evidenza dallo studio pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition è il fatto che solitamente aspettiamo di raggiungere i 50 anni di età prima di iniziare a migliorare le nostre abitudini di vita. Si tratta proprio della fase caratterizzata dall’insorgenza di problemi cardiaci, dell colesterolo elevato o dell’ipertensione. Tuttavia, non è forse il caso di prendersi un po’ più cura di se stessi fin da subito? Non è più salutare prevenire dall’inizio ed evitare questi problemi in futuro?

Senza ombra di dubbio, bisogna essere consapevoli che l’infarto e l’ictus possono colpire chiunque, ma apportare qualche piccola modifica all’alimentazione e allo stile di vita è il modo miglioe per prevenire queste malattie a prescindere dall’età.

Prendete nota di questi consigli per migliorare la vostra dieta.

1. Dimenticate il sale e i grassi

Alimenti-grassi

La maggior parte delle diete tradizionali è spesso a base di sale e di grassi. Non ha importanza se proveniamo dall’Europa o dall’America, negli ultimi anni stiamo perdendo le abitudini più sane che ci caratterizzavano. A volte il problema sono lo stile di vita, il lavoro, la fretta.

Finiamo per comprare al supermercato cibi pronti che ci saziano in fretta oppure la nostra cucina si basa principalmente su carni rosse, fritture o piatti ad alto indice calorico. Queste abitudini causano più problemi che benefici.

Cambiate la vostra alimentazione, eliminate fin da subito il sale e i grassi.

2. Sì alla verdura di colore rosso

Pomodoro

Esistono numerose verdure che fanno bene alla salute e aiutano a prevenire l’infarto e l’ictus. Volete un esempio che non dovrebbe mai mancare nella vostra dieta? Il pomodoro. Grazie al licopene presente in questo ortaggio, potrete prevenire molte malattie, poiché esso riduce la comparsa di emboli. Una curiosità: la salsa di pomodoro è ancora più ricca di licopene rispetto al pomodoro fresco perché questo pigmento viene rilasciato in grande quantità durante la cottura.

3. Sostituite le farine bianche con quelle integrali

Pane-integrale

È un aspetto fondamentale per ridurre il rischio di infarto o ictus. A parture da oggi stesso, cercate di sostituire il pane bianco con il pane di segale o di avena, a base di farine integrali e non raffinate. Aumentate anche il consumo di riso e di pasta integrale che vi permetteranno di ridurre il colesterolo, evitando i picchi glicemici, e di tenere l’appetito sotto controllo.

4. Sì alle fragole e alle mele

Frullato-fragole-avena

Che ne dite di cominciare la giornata con una mela verde a colazione? E se a pranzo preparaste una deliziosa insalata di spinaci, mele e noci? Deliziosa! Dovete sapere che le mele sono ricche di fitonutrienti, ideali per combattere le malattie cardiovascolari, oltre a ridurre il colesterolo cattivo o LDL.

E cosa dire delle fragole? Sapevate che sono ricche di potassio, composti fitochimici e vitamina C? Una combinazione perfetta per contrastare il rischio di ictus. Non esitate, allora, a consumare ogni giorno 6 fragole fresche e ben lavate. Attenzione, però, a non aggiungere zucchero.

5. Mezzo cucchiaio di cannella al giorno

Cannella

Solo 15 grammi di cannella vi permetteranno di prendervi cura della vostra salute, prevenendo il rischio di infarto e di ictus. Vi spieghiamo perché la cannella è un alimento così salutare:

  • Riduce i livelli di zucchero nel sangue.
  • Permette di abbassare i livelli di colesterolo LDL e i livelli dei trigliceridi.
  • Evita la formazione di emboli.
  • Riduce la pressione elevata.
  • Aiuta a perdere peso.

6. Pesce azzurro due volte alla settimana

Secondo i risultati dello studio pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition, le persone che consumano pesce azzurro due volte alla settimana evitano l’infarto e l’ictus in una percentuale molto elevata. Il pesce azzurro è ricco di proteine e soprattutto di quell’olio così sano presente nell’Omega 3 che previene la comparsa di emboli. Ricordate di aggiungere il pesce azzurro alla vostra alimentazione per prendervi cura della vostra salute.

Guarda anche