Caseinato di calcio: definizione e usi

7 Ottobre 2020
Il caseinato di calcio è un composto ottenuto dalle proteine del latte. Conoscete le sue proprietà e i suoi usi? Ne parliamo in questo articolo.

Vi sarà forse capitato di sentir parlare del caseinato di calcio, una sostanza che deriva dalle proteine del latte. Sapete però cos’è esattamente e a cosa serve? Scoprite le risposte a queste domande in questo articolo.

Il caseinato di calcio è un composto che proviene dalla caseina, di conseguenza possiede un alto valore biologico. Viene impiegato come integratore nutrizionale nella pratica sportiva, soprattutto per stimolare la sintesi proteica muscolare.

Che cos’è il caseinato di calcio?

Caseinato di calcio in polvere.

Il caseinato di calcio è un sale che viene ottenuto dalla caseina, ovvero la principale proteina del latte. In genere, vengono impiegati enzimi specializzati oppure sostanze come l’aceto e il succo di limone, in grado di ridurre l’acidità del latte.

In seguito a ciò, si verifica la coagulazione o precipitazione della caseina e la formazione del caglio. Infine, si ottiene il caseinato aggiungendo idrossido di calcio.

Proprietà del caseinato di calcio

Il caseinato di calcio è costituito quasi al 90% da proteine. Contiene, inoltre, tutti gli aminoacidi essenziali, proprietà che gli conferisce un alto valore biologico, così come elevate qualità nutrizionali.

Offre un notevole apporto di calcio, possiede meno dell’1% di grassi, fosforo e zolfo in quantità limitate e praticamente non contiene lattosio.

In linea generale, i caseinati sono prodotti resistenti alle alte temperature, più delle altre proteine. Inoltre, sono relativamente insolubili in acqua e non si legano ai grassi, proprietà che li rende potenti emulsionanti. Grazie a queste caratteristiche, vengano impiegati come additivi alimentari.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Le proteine nel corpo: azione e funzioni

Impieghi del caseinato di calcio

Questa sostanza è usata soprattutto come integratore sportivo, viste le proprietà di inibizione del catabolismo proteico della caseina. Previene, di fatto, la degradazione della massa muscolare.

Preparazione del caseinato di calcio.

Una volta ingerito, viene assorbito lentamente. Durante la digestione di questa sostanza, si attiva il metabolismo degli aminoacidi e, con esso, la sintesi delle proteine. Il suo consumo offre di conseguenza un prolungato effetto saziante.

Secondo numerosi studi, il consumo di proteine plasmatiche e caseinati aiuta le persone obese a sentirsi sazie, ma anche a soddisfare il fabbisogno proteico negli individui ospedalizzati.

Trattandosi di un integratore dietetico, è indicato per gli sportivi che affrontano allenamenti intensi o che desiderano definire la massa muscolare. Se ne consiglia il consumo prima di andare a dormire oppure dopo l’allenamento.

In ogni caso, non è consigliabile assumerlo senza aver prima consultato il medico, poiché deve essere incluso in una dieta sana; diversamente, non produrrebbe alcun effetto, soprattutto se non vengono soddisfatti i fabbisogni proteici dell’organismo.

Impieghi nell’industria alimentare

I caseinati vengono impiegati anche nella preparazione di prodotti alimentari, come accade per altri additivi e conservanti. In particolare, questo sale consente di estendere il periodo di conservazione degli alimenti, offre maggiori valori nutrizionali e ne modifica la consistenza. È contenuto in prodotti quali:

  • Gelato.
  • Biscotti.
  • Pane a fette.
  • Zuppe istantanee.
  • Creme per il caffè.
  • Cereali per la colazione.
  • Prodotti da forno e pasticceria.
Vaschette di gelato.

Apporto di calcio

Dal momento che è composto da calcio e che offre un apporto minimo di lattosio, può essere assunto anche da chi è intollerante agli zuccheri del latte. Il caseinato di calcio previene la decalcificazione e rafforza le ossa e i denti.

Chi non dovrebbe consumarlo?

Diversi studi indicano che la caseina presenta un importante potenziale infiammatorio, motivo per cui alcuni individui potrebbero risultare allergici a questa sostanza e ai suoi derivati.

Allergia alla caseina

L’organismo dei soggetti allergici identifica questa proteina come un composto estraneo e rilascia istamina allo scopo di neutralizzarlo. Di conseguenza, compaiono reazioni come diarrea, prurito alla gola, congestione nasale e bruciore agli occhi.

Vegani

Questa sostanza deriva dal latte vaccino, di conseguenza il suo consumo non è adatto per le persone che seguono diete vegane o che non consumano latticini. Dovrebbero pertanto assicurasi che i prodotti che consumano, come il caffè, le zuppe istantanee o i biscotti, non ne contengano.

Vi consigliamo di leggere anche: Latticini interi o scremati: quali scegliere?

Cosa ricordare sul caseinato di calcio?

Il caseinato di calcio è una sostanza impiegata come additivo alimentare in vari prodotti che probabilmente consumate ogni giorno. Trattandosi anche di un integratore sportivo, potete introdurlo nella vostra dieta se desiderate aumentare la massa muscolare.

Ricordate, però, di consultare un medico per assicurarvi che il suo uso non presenti controindicazioni per la salute.

  • Weiss-Steider, B., Córdova, Y., Aguiñiga-Sánchez, I., Ledesma-Martínez, E., Domínguez-Melendez, V., & Santiago-Osorio, E. (2019). El caseinato de sodio y la caseína α inhiben la proliferación de la línea celular mieloide de ratón 32D clone 3 (32Dcl3) mediante el TNF-α. Biomédica39(2), 291-299.
  • Armendariz-Anguiano, A. L., Jiménez-Cruz, A., Bacardí-Gascón, M., & Pérez-Morales, M. E. (2010). Efectividad del uso de suplementos de proteína en entrenamientos de fuerza: Revisión sistemática. Archivos Latinoamericanos de Nutrición60(2).
  • Reyna, N., Moreno-Rojas, R., Mendoza, L., Parra, K., Linares, S., Reyna, E., & Camara-Martos, F. (2016). Using whey proteins and caseins as dietetic supplements in regulation of satiating effect of overweight women. NUTRICION HOSPITALARIA33(1), 47-53.
  • Caseinato de calcio: estructura, propiedades, obtención y usos. Disponible en: Lifeder.com