Latticini interi o scremati: quali scegliere?

31 Dicembre 2019
I latticini interi, a differenza di quelli scremati, sono più salutari di quanto possiamo immaginare: non fanno ingrassare e ci aiutano a proteggere la salute.

Per lungo tempo si è creduto che i latticini scremati fossero più sani, perché si riteneva che quelli interi facessero ingrassare e fossero responsabili di malattie cardiovascolari per via della quantità di grassi in essi contenuti. Tuttavia, sono sempre di più gli studi che smentiscono questa convinzione. In questo articolo scopriremo se è meglio consumare i latticini interi o quelli scremati.

Latticini interi o scremati?

I latticini interi hanno sempre avuto una brutta fama, e questo a causa di due fattori:

  • Calorie: i latticini interi contengono più calorie di quelli scremati (ovvero senza grassi), visto che i grassi sono i macronutrienti che apportano il maggior quantitativo di calorie. Eliminare questi grassi è semplice. Il concetto sembra logico: meno calorie, rischio minore di obesità.
  • Grassi saturi: i grassi saturi sono da sempre conosciuti come i grassi “cattivi”, perché responsabili di alcune malattie, come il diabete e le patologie cardiovascolari. Per questo motivo, eliminarli è positivo. Eliminando i grassi, tuttavia, elimineremo anche gran parte delle vitamine liposolubili A, D ed E. Così come una parte dei minerali.
Vitamine e latticini interi

Leggete anche: Carenza di vitamine: 6 sintomi

Sono numerosi gli studi condotti per capire se i latticini interi facciano davvero ingrassare o se, al contrario, contribuiscono al miglioramento del benessere generale. A seguire vi parliamo di alcune ricerche in merito.

Il peso e i latticini

In uno studio pubblicato sul The American Journal of Nutrition, sono state analizzate le differenze in termini di peso tra chi consumava latticini interi e chi, invece, quelli scremati. I risultati hanno evidenziato che il gruppo che consumava una maggiore quantità di latticini interi correva un 8% di rischio in meno di soffrire di sovrappeso e obesità.

Questo articolo sostiene che un elevato consumo di grassi derivati dai latticini è associato a un rischio minore di obesità viscerale e cardiovascolare; allo stesso tempo, un basso consumo di grassi derivati dal latte è stato associato a un maggiore rischio di obesità viscerale.

La salute e i latticini

La maggior parte di questi studi non mostra alcuna differenza tra i latticini interi e quelli scremati, o addirittura indicano risultati migliori quando si parla di quelli interi. I latticini interi, di fatto, possono migliorare lo stato di alcune malattie, come:

  • Diabete di tipo 2.
  • Malattie cardiovascolari.
  • Sindrome metabolica.
  • Ipertensione.
  • Cancro del colon-retto.

Potrebbe interessarvi: La miglior dieta per diabetici

E per i bambini, meglio i latticini interi o scremati?

Latticini interi o scremati per i bambini

È importante che i bambini consumino latticini interi, visto che, come dicevamo, in quelli scremati si perde una porzione importante di vitamine e minerali. In uno studio condotto su 2.745 bambini si è osservato che il consumo del latte intero è associato a maggiori concentrazioni di vitamina D nel sangue e a un minore indice di massa muscolare.

È doveroso specificare che questi latticini interi devono essere privi di zuccheri aggiunti, visto che per la popolazione infantile c’è un’ampia offerta di prodotti caseari ai quali viene aggiunta una grande quantità di zuccheri e conservanti, che sono controproducenti.

Riflessioni conclusive

In linea di massima, ogni caso è a se stante, dato che i latticini non sono la principale causa di sovrappeso o di obesità. Se il latte intero vi appesantisce, potete optare per il latte parzialmente scremato. Questo vale anche se consumate più bicchieri di latte nell’arco della giornata.

Se al contrario dovete seguire una dieta a basso contenuto di grassi per un motivo specifico, potrebbero essere più indicati i latticini scremati. Anche se dopo farete sport. Tirando le somme, bisogna tenere a mente alcuni aspetti determinanti:

  • Non tutti i grassi sono cattivi, ma bisogna conoscerne la provenienza. Come abbiamo visto, i grassi saturi del latte non contribuiscono all’obesità né alle malattie cardiovascolari.
  • I latticini interi, grazie al loro contenuto di grassi, aiutano a sentirsi più sazi, il che ci induce a mangiare meno nel corso della giornata.
  • I latticini scremati sono in genere men saporiti, e proprio per questo contengono zuccheri aggiunti e vengono spesso consumati insieme ai cereali raffinati. In altre parole, viene ridotta la quantità di grassi in essi presente ma si aggiungono altri ingredienti più dannosi per la salute.
  • Rautiainen, S., Wang, L., Lee, I. M., Manson, J. E., Buring, J. E., & Sesso, H. D. (2016). Dairy consumption in association with weight change and risk of becoming overweight or obese in middle-aged and older women: a prospective cohort study. The American journal of clinical nutrition103(4), 979-988.
  • Kratz, M., Baars, T., & Guyenet, S. (2013). The relationship between high-fat dairy consumption and obesity, cardiovascular, and metabolic disease. European journal of nutrition52(1), 1-24.
  • Yu, E., & Hu, F. B. (2018). Dairy products, dairy fatty acids, and the prevention of cardiometabolic disease: a review of recent evidence. Current atherosclerosis reports20(5), 24.
  • Vanderhout, S. M., Birken, C. S., Parkin, P. C., Lebovic, G., Chen, Y., O’Connor, D. L., … & TARGet Kids! Collaboration. (2016). Relation between milk-fat percentage, vitamin D, and BMI z score in early childhood. The American journal of clinical nutrition104(6), 1657-1664.