Cause della lombalgia e come prevenirla

22 Novembre 2020
La lombalgia è molto fastidiosa e nei casi più gravi persino disabilitante. Adottare la giusta postura al lavoro e durante le attività sportive è molto importante, ma non rappresenta l'unica causa di questo disturbo. Ne parliamo in questo articolo.

Le cause della lombalgia, comunemente nota come mal di schiena, sono varie. Questo disturbo è legato alla struttura muscolare e scheletrica della colonna vertebrale. Si tratta di un motivo frequente di consulto medico e di incapacità lavorativa.

Quasi tutta la popolazione ne soffre nel corso della vita, ma per fortuna nella maggior parte dei casi ha una buona prognosi ed è facilmente risolvibile. Ciò nonostante, circa il 15% dei dolori lombari diventa cronico.

In questo articolo spiegheremo le cause più frequenti della lombalgia. Alcune possono essere evitate, quindi parleremo anche di alcune semplici misure che possono evitarci questa spiacevole situazione.

Cause della lombalgia

Con lombalgia si indica il dolore accusato nella parte bassa della schiena. Questo può irradiarsi ed estendersi agli arti inferiori. È una situazione molto frequente che riguarda persone di qualsiasi età.

Secondo uno studio condotto presso il CIMEQ, la prevalenza varia tra il 60% e il 90% della popolazione generale. circa l’80% dei casi sono acuti, mentre la restante percentuale diventa cronica.

La lombalgia presenta alcune caratteristiche ben definite. Per esempio, si intensifica quando la persona si china in avanti o cerca di sollevare qualcosa. Può anche estendersi fino alla zona delle natiche.

In alcuni casi, il mal di schiena è associato alla sciatica, ovvero quando il nervo sciatico è sottoposto a compressione. In questo caso, il dolore si estende al di sotto delle natiche.

Le cause della lombalgia sono generalmente legate a un problema meccanico della colonna vertebrale. In un articolo di recensione pubblicato sulla Revista Médica de Costa Rica y Centroamérica si afferma che fattori come l’età, il sesso, la genetica, lo sport e il lavoro ne influenzano la comparsa.

Donna con lombalgia.
La lombalgia può manifestarsi a qualsiasi età, poiché le sue cause sono molteplici.

Vi potrebbe interessare anche: Esercizi per la lombalgia supportati da prove scientifiche

Sovraffaticamento fisico

Il sovraffaticamento fisico è una delle cause più frequenti di mal di schiena, come spiegato in uno studio realizzato presso l’Università di Miguel Hernández. Può essere dovuto a qualsiasi attività sportiva che eserciti una forte impatto sulla schiena.

È il caso delle persone fuori allenamento o chi, pur allenandosi con costanza, effettua un movimento brusco e repentino che lesiona un legamento della colonna vertebrale.

Molto spesso, però, il sovraffaticamento fisico si verifica sul posto di lavoro, secondo uno studio dell’Universidad Autónoma Metropolitana.

Lesioni al disco come cause della lombalgia

I dischi intervertebrali sono una sorta di cuscinetti tra le vertebre, dunque permettono di attutire l’attrito tra di essi. Sono costituiti da tessuto cartilagineo, e come tutti gli altri tessuti del corpo sono sensibili all’invecchiamento.

Così, con l’avanzare dell’età è più frequente che si deteriorino. Se ciò accade, l’organismo rilascia sostanze chimiche che irritano i nervi, producendo infiammazione e dolore.

L’ernia del disco è un’altra causa di mal di schiena e sciatica. Questa condizione si verifica quando un disco vertebrale si comprime e si danneggia, sporgendo. In seguito a ciò, preme sui nervi.

Usura del disco

Con gli anni è comune che il tessuto cartilagineo dei dischi si logori e ne riduca la capacità di ammortizzazione. Quando ciò accade, le vertebre entrano in contatto diretto tra loro provocando rigidità e dolore lombare.

Questa usura dei dischi intervertebrali aggrava altre patologie spinali. È il caso della stenosi spinale o dell’osteoartrosi della colonna vertebrale.

Spondilolistesi degenerativa

La spondilolistesi è lo spostamento anomalo di una vertebra su un’altra, come se scivolasse. Una vertebra, dunque, esercitare una pressione sui nervi del canale spinale causando dolore e persino incapacità di movimento.

Come spiegato dalla Clinica dell’Università di Navarra, Spagna, la spondilolistesi degenerativa si verifica quando i tessuti che stabilizzano le vertebre si usurano. Può interessare i legamenti o i dischi intervertebrali. Non si tratta, tuttavia, dell’unica causa. La spondilolistesi può essere dovuta a traumi, tumore o deformità congenita.

Stenosi spinale

La stenosi spinale consiste nel restringimento del canale spinale, attraverso il quale passa la maggior parte dei nervi periferici. Quando si restringe, i nervi vengono compressi e si lesionano.

Consigli per prevenire la lombalgia

Alcune delle cause della lombalgia sono prevenibili e in questi casi semplici misure possono migliorare la salute della colonna vertebrale.

In primo luogo, è molto importante sottolineare che l’esercizio fisico è un vero toccasana. Soprattutto l’esercizio fisico moderato rinforza i muscoli della schiena. Bisogna, però, evitare movimenti improvvisi o sollevare carichi troppo pesanti che possono lesionare i legamenti.

Allo stesso modo, è fondamentale evitare la sedentarietà. Così facendo si evita di mantenere la stessa postura per lungo tempo. Per quanto riguarda il lavoro, è consigliabile fare stretching durante le pause. Anche i movimenti torsionali o le iperestensioni devono essere evitati, soprattutto quando si lavora con carichi pesanti.

L’obesità è un altro fattore che aumenta il rischio di soffrire di mal di schiena. Pertanto, si dovrebbe ridurre il peso corporeo al fine di ridurre il carico sulla colonna vertebrale.

Paziente con obesità.
Il controllo del peso aiuta a prevenire la lombalgia associata all’obesità.

Leggete anche: Alleviare la lombalgia grazie a 8 buone abitudini

Bisogna intervenire se si soffre di una delle cause della lombalgia

Le cause della lombalgia sono molteplici e la prevalenza di questo dolore è molto alta. Come prima cosa, è sempre consigliabile consultare uno specialista. Bisogna evitare di rimanere a letto, bensì mantenersi attivi prestando però attenzione a non forzare troppo quest’area.

Alcune persone notano un certo miglioramento del dolore in seguito dell’applicazione di impacchi di acqua calda o fredda sulla zona. Gli impacchi di acqua calda offrono sollievo se il dolore si protrae da diverso tempo. Quelli freddi, invece, sono indicati al momento della lesione per calmare l’infiammazione.

È bene ricordare che la maggior parte dei dolori alla schiena sono legati alla postura. Essere consapevoli delle proprie abitudini posturali e cercare di migliorarle è dunque fondamentale.

Al lavoro, durante lo studio e anche nei periodi di relax, dobbiamo tenere la schiena dritta. Per evitare lesioni alla schiena, bisogna distribuire il peso su tutto il corpo quando si raccoglie o si porta un oggetto.

  • Espondilolistesis: Síntomas, diagnóstico y tratamiento. Clínica Universidad de Navarra. (n.d.). Retrieved October 22, 2020, from https://www.cun.es/enfermedades-tratamientos/enfermedades/espondilolistesis
  • Noriega-Elío, M., Barrón Soto, A., Sierra Martínez, O., Méndez Ramírez, I., Pulido Navarro, M., & Cruz Flores, C. (2005). The debate on lower back pain and its relationship to work: a retrospective study of workers on sick leave. Cadernos de Saúde Pública / Ministério Da Saúde, Fundação Oswaldo Cruz, Escola Nacional de Saúde Pública, 21(3), 887–897. https://doi.org/10.1590/s0102-311×2005000300023
  • Hernández, Gabriel A., and Juan D. Zamora Salas. “Ejercicio físico como tratamiento en el manejo de lumbalgia.” Revista de Salud Pública 19 (2017): 123-128.
  • Lumbalgia: Causas, diagnóstico y manejo. (n.d.). Retrieved October 22, 2020, from https://www.medigraphic.com/cgi-bin/new/resumen.cgi?IDARTICULO=51255
  • Ibarra, Javier Ernesto Matta, et al. “Relación entre lumbalgia y sobrepeso/obesidad: dos problemas de salud pública.” Revista Med 27.1 (2019): 53-60.
  • Delgado, J. G., Delgado, J. Á. G., Lara, G. V., Torres, J. del C. M., & Morales, I. P. (2014). Epidemiología del dolor de espalda bajo. Investigaciones Medicoquirúrgicas, 6(1), 112–125. Retrieved from http://www.revcimeq.sld.cu/index.php/imq/article/view/275
  • Ocaña Jiménez, Úrsula. “Lumbalgia ocupacional y discapacidad laboral.” Revista de fisioterapia 6.2 (2007).
  • Gil Huayanay, Delia, Vicente Benites Zapata, and Carlos Alberto Ramirez La Torre. “No toda hernia lumbar causa lumbalgia.” Horizonte Médico (Lima) 17.4 (2017): 58-62.
  • Vega, John Chancasanampa, and Anibal Diaz Lazo. “Patologías de columna lumbar diagnosticadas por radiografía convencional.” revista desafios 8 (2017): 21-26.
  • Pérez, Alberto Aceves. “Diagnóstico diferencial en la estenosis espinal lumbar.” Ortho-tips 14.1 (2019): 17-21.