Che cosa provoca il dolore alle anche nelle donne?

· 10 aprile 2014

Il dolore alle anche è molto comune tra le donne le quali a volte sentono una strana pesantezza o una fitta fastidiosa che impedisce loro di camminare. Sono dolori che possono estendersi anche al ventre e che possono disturbare il sonno.

Le cause sono molte e diverse, tra le quali a volte il ciclo mestruale e altre problemi muscolo-scheletrici, tutti fattori che di norma non sono gravi, ma che causano disturbi fastidiosi che in determinate occasioni possono rendere difficili le nostre attività quotidiane. Vediamole una ad una e cerchiamo di dare delle soluzioni per alleviare i vostri disturbi, ricordandovi come sempre l’importanza di consultare un medico per scartare la possibilità di eventuali malattie e per ricevere il giusto trattamento.

Cause del dolore alle anche

Innanzitutto, bisogna tenere in considerazione che le anche sono le articolazioni che reggono parte del nostro corpo, quelle che ci permettono di camminare, di abbassarci, di sederci e di girare su noi stessi. Alle volte il dolore può essere puntuale o prolungato nel tempo e può essere dovuto alle ossa o ai legamenti, ai nervi o ai vasi sanguigni, tutti aspetti che il vostro medico prenderà in considerazione per prescrivervi la cura adeguata.

Bursite trocanterica

La borsa sinoviale è una sacca chiusa contenente un liquido viscoso che aiuta a ridurre l’attrito tra i tessuti nella parte interna delle anche. Se una delle borse sinoviali si infiamma, può causare rigidità e dolore alle articolazioni. Ciò si nota soprattutto dormendo (si sente dolore a un lato o a entrambi e in questo caso si avrà un’infiammazione ad ambo i lati). Si ha anche difficoltà nel camminare o nel salire le scale e addirittura nel momento in cui ci si siede su superfici dure.

Rimedi

Si consiglia di mangiare carote (che contengono betacarotene), agrumi, pomodori e tutte quelle verdure che contengono vitamina A e B.
Durante le fasi di dolore acuto è necessario riposare in modo da ridurre l’infiammazione. Poi, quando il dolore non è più così forte, potete fare piccoli esercizi, come salire le scale poco a poco, fare brevi passeggiate di dieci minuti…
Anche i massaggi all’anca fanno molto bene: fate semplicemente scorrere le dita sull’anca esercitando una lieve pressione.
Molto importante è anche mantenere calda la zona dolorante durante la notte mediante una borsa d’acqua calda. Tutto questo di norma dà abbastanza sollievo.

Polimialgia Reumatica

Si tratta di una malattia che colpisce soprattutto le articolazioni delle anche e che si percepisce innanzitutto camminando: si avverte un irrigidimento articolare e giorno dopo giorno il dolore va aumentando. È un problema che colpisce prevalentemente soggetti anziani, che comporta stanchezza, perdita di peso e demoralizzazione.

Rimedi

In tali casi, conviene consultare il medico per ricevere le cure adeguate, ma nel frattempo a casa potete seguire delle semplice regole, come andare a nuotare, fare impacchi caldi e freddi (l’impatto caldo-freddo riattiva la zona e allevia il dolore), praticare dei massaggi, utilizzare piante che agiscono da antinfiammatorio:

  • Tonici esterni come la lavanda, l’olio di salice o di eucalipto, l’acqua di rosmarino
  • L’Arpagotifo, un antinfiammatorio molto efficace che vendono in capsule nelle erboristerie o nei negozi naturali (non prendetene più di due al giorno)
  • Infusi e tisane di salice e ortica, eccellenti per lenire il dolore e trattare il reumatismo

Una curiosità da segnalarvi è che ultimamente gli scienziati stanno facendo delle ricerche sull’effetto delle punture di vespa: chi lavora come apicoltore, infatti, non sembra mai soffrire di reumatismi e per questo tale fatto è oggetto di ricerche mediche.

Artrite

Tipica nelle donne e in particolare nella zona delle anche, si tratta di osteoartrite: le ossa si consumano a poco a poco, perdono massa e il dolore si concentra nell’inguine, nell’anca e addirittura nella parte interna della coscia, con la conseguente comparsa di rigidità e infiammazione. Bisogna stare molto attenti perché a lungo termine può portare alla rottura del femore, molto frequente nelle donne in età avanzata.

Rimedi

  • Un rimedio naturale molto efficace è bere succo di sedano ogni giorno poiché questo contiene potassio, sodio, calcio, fosforo, zolfo, magnesio, ferro e vitamine A, B, C, E, che compensano la mancanza nutrizionale dell’artrite. Potete preparare un succo di sedano con un frullatore o, in alternativa, potete preparare un tè di sedano usando sia le coste che le foglie.
  • Succo di carota e sedano: nel giro di due settimane il dolore sarà diminuito e le articolazioni saranno meno rigide.
  • Succo di ciliegie: di certo è uno dei succhi più buoni e consigliati per le articolazioni.
  • Aceto caldo: vi consigliamo di avvolgere l’articolazione dolorante con una garza bagnata in aceto di mele caldo. È ottimo per l’artrite.

Tendinite

È la causa più frequente di dolore tra le donne più giovani ed è dovuta all’infiammazione dei tendini intorno al femore: un movimento sbagliato o brusco dell’anca provoca questa malattia così comune.

Rimedi

Per curare la tendinite dovete seguire le prescrizioni del vostro medico, quali riposo e analgesici. Noi vi consigliamo, ad esempio, bagni caldi e freddi, bagni con sale grosso e un bicchiere di aceto di mele, di solito dagli ottimi effetti, così come massaggi con acqua di rosmarino.

Guarda anche