Cisti dermoidi ovariche: sintomi e quando consultare un medico

Le cisti dermoidi ovariche sono tumori benigni con un basso rischio di malignità. Quali sintomi possono indicarne la presenza?
Cisti dermoidi ovariche: sintomi e quando consultare un medico
Leonardo Biolatto

Revisionato e approvato da il dottore Leonardo Biolatto.

Ultimo aggiornamento: 29 gennaio, 2023

Le cisti dermoidi sono formazioni sacculari contenenti capelli, denti, fluidi e tessuto ghiandolare. Possono formarsi nel cranio, nel midollo spinale, nel viso e nelle ovaie. In questo caso parleremo di cisti dermoidi ovariche.

In genere si formano prima della nascita, sono a crescita lenta e di solito sono benigni. Sono anche chiamati teratomi cistici maturi per le loro caratteristiche istologiche. Non compaiono in risposta ai cambiamenti ormonali associati al ciclo mestruale.

Attualmente, queste cisti rappresentano i teratomi più comuni e costituiscono il 10-20% dei tumori ovarici nel mondo, secondo gli studi. Nelle ragazze e nelle adolescenti la prevalenza sale al 50%. Inoltre, sono considerati i tumori ovarici più frequenti durante la gravidanza.

Sintomi comuni

Le cisti dermoidi ovariche non causano sintomi e possono passare inosservate fino all’85% dei casi, secondo la ricerca. Per questo motivo, la diagnosi è solitamente incidentale, durante un esame di imaging di routine.

Le cisti ovariche più grandi possono causare segni e sintomi di allarme. Questo è più comune nelle donne in età riproduttiva, tra i 20 e i 40 anni.

In questo senso, alcuni dei sintomi comuni delle cisti dermoidi ovariche sono i seguenti:

  • Stipsi
  • Dolore pelvico.
  • Nausea e vomito.
  • Distensione addominale.
  • Difficoltà a urinare.
  • Dolore nell’addome inferiore.
  • Dolore durante i rapporti sessuali.
  • Aumento o diminuzione dell’appetito.
  • Massa palpabile nell’addome inferiore.

Sintomi rari

In generale, le cisti dermoidi ovariche sono piccole, misurano tra 1 e 10 centimetri. Tuttavia, alcuni tumori più grandi possono raggiungere più di 15 centimetri.

Le cisti grandi possono causare sintomi meno comuni come:

Dolore ovarico dovuto a cisti dermoide.
Il dolore ovarico appare se la cisti è grande (più di 10 cm).

Qual è la causa delle cisti dermoidi ovariche?

I teratomi cistici maturi si sviluppano durante la vita intrauterina, prima della nascita. Sono formati dalla crescita anormale delle cellule germinali, che daranno origine a pelle, capelli, denti e vie nervose.

In questo modo si crea una massa eterogenea di vari tessuti che si incapsula e si accumula all’interno delle ovaie. A volte all’interno della cisti si sviluppano anche ghiandole che favoriscono la produzione di sebo e la crescita progressiva del tumore.

Perché le cisti dermoidi contengono capelli e denti?

Le cellule germinali sono le unità primordiali da cui si formano tutti gli organi e i tessuti umani. Durante la crescita del feto, si differenziano in tre strati:

  • Ectoderma: strato superiore che dà origine a pelle, capelli, denti e ghiandole.
  • Mesoderma: strato intermedio che diventa muscolo e tessuto connettivo.
  • Endoderma: strato inferiore che dà origine all’intestino, alla vescica e alla maggior parte dei visceri.

In questo senso, quando le cellule germinali crescono in modo atipico, stimolano la formazione di tessuto maturo, come capelli e denti, che si agglomerano e originano la cisti dermoide. Allo stesso modo, questi tumori possono anche contenere tessuto proveniente da uno qualsiasi degli altri strati germinali.

Complicazioni

Le cisti dermoidi ovariche più grandi hanno una prognosi peggiore e sono associate a un rischio più elevato di complicanze. La torsione ovarica e la rottura della cisti sono i due problemi più comuni con questi tumori.

In rare occasioni, c’è il rischio che diventino maligni.

Torsione ovarica

Questa complicazione appare quando l’ovaio ruota sul proprio asse, così come attorno ai legamenti e ai tessuti che lo tengono in posizione. In questo modo si verifica una compressione dei vasi sanguigni che nutrono l’ovaio e parte delle tube di Falloppio.

I sintomi più frequenti sono coliche e crampi intermittenti al basso ventre, nausea e vomito. La torsione ovarica è un’emergenza medica che richiede un approccio chirurgico il prima possibile.

La rimozione delle cisti dermoidi ovariche riduce il rischio di torsione.

Rottura della cisti ovarica

La rottura spontanea delle cisti dermoidi ovariche è un problema raro che si verifica fino al 2% delle persone colpite, secondo gli studi. Questa complicanza è più comune nelle donne in età riproduttiva o durante la gravidanza.

La fuoriuscita del contenuto della cisti aumenta la probabilità di peritonite, che peggiora la prognosi. È un’emergenza medica che di solito si presenta con i seguenti sintomi:

Cancro ovarico

Le cisti dermoidi ovariche hanno un basso rischio di malignità, circa l’1-2%, secondo la ricerca. In generale, la probabilità di sviluppare il cancro ovarico aumenta con l’età, ed è più frequente nelle donne in postmenopausa.

Queste cisti possono trasformarsi in diversi tipi di cancro ovarico, il più comune dei quali è il carcinoma a cellule squamose. Altre forme includono adenocarcinoma, melanoma maligno e carcinoma a cellule transizionali.

Alcuni sintomi associati sono:

  • Dolore addominale.
  • Perdita di peso involontaria.
  • Sensazione di gonfiore dell’addome.
  • Massa palpabile nell’addome inferiore.

Come vengono diagnosticate le cisti dermoidi ovariche?

Nella maggior parte dei casi, le cisti dermoidi ovariche vengono scoperte in modo accidentale durante un esame di imaging di routine. L’ecografia addominale e l’ecografia transvaginale sono gli esami associati a un più alto tasso di identificazione di questi tumori.

D’altra parte, la risonanza magnetica nucleare è un altro metodo che può essere utile per il rilevamento di questo tipo di teratoma. I dati degli studi di imaging sono integrati da un esame fisico e da domande esaustive da parte degli operatori sanitari.

Ecografia per cisti dermoide ovarica.
Una normale ecografia ginecologica può guidare la diagnosi, ma deve essere confermata successivamente con una transvaginale.

Qual è il trattamento per le cisti dermoidi ovariche?

Il piano di trattamento per i teratomi ovarici maturi è volto a eliminare il tumore ed evitare problemi a lungo termine. In alcuni casi, può essere necessaria la rimozione dell’intero ovaio interessato. La terapia dipende dalle dimensioni della cisti, dalle condizioni generali della paziente e dai futuri piani riproduttivi.

Le procedure di resezione per le lesioni tumorali comprendono la cistectomia ovarica, per rimuovere solo la cisti, e l’ooforectomia, per rimuovere l’intera ovaia. Di solito vengono eseguiti mediante laparoscopia o chirurgia minimamente invasiva.

Tuttavia, non tutte le cisti dermoidi ovariche hanno un’indicazione immediata per la rimozione. I criteri medici che determinano la necessità di un intervento chirurgico di recessione includono la rapida crescita della lesione, tumori di grandi dimensioni, la presenza di sintomi e il rischio di malignità.

Quando cercare assistenza medica?

Gli esami di routine con uno specialista sono fondamentali per la diagnosi precoce delle cisti dermoidi ovariche. Allo stesso modo, è importante essere vigili e consultare lo specialista in caso di presentazione di sintomi di cisti rotta o torsione ovarica:

  • Dolore intenso e crampi all’addome.
  • Nausea e vomito persistenti.
  • Capogiri e sensazione di svenimento.
  • Sanguinamento vaginale.
  • Febbre.

L’approccio precoce migliora la qualità della vita

La diagnosi e la gestione tempestiva delle cisti dermoidi ovariche consentono una prognosi migliore. In generale, la rimozione chirurgica offre una cura definitiva per questi tumori benigni e il rischio di recidiva non supera il 3%. Non dimenticate di sottoporvi a controlli regolari e di consultare uno specialista se notate sintomi insoliti.

Potrebbe interessarti ...
La sindrome dell’ovaio policistico si cura con la dieta
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
La sindrome dell’ovaio policistico si cura con la dieta

È dimostrato che la sindrome dell'ovaio policistico risponde positivamente a una dieta a basso consumo di carboidrati. Ecco perché funziona.



  • Castaño E, Escribajo J, Martínez B, Castaño Á, et al. Tratamiento quirúrgico de los quistes dermoides de ovario: laparoscopia frente a laparotomía. Procesos de Obstetricia y Ginecología. 2005; 49(9): 479-484.
  • Rodríguez A, Aguiler M, Paz M, Fernández J, et al. Tratamiento laparoscópico del quiste dermoide de ovario. Factores asociados a la rotura intraoperatoria, trascendencia clínica y resultados. Procesos de Obstetricia y Ginecología. 2011; 54(7): 358-362.
  • Nikam Y, Kapurubandara S. Spontaneously Ruptured Dermoid Cysts and Their Potential Complications: A Review of the Literature with a Case Report. Case Reports in Obstetrics and Gynecology. 2020; 1(10): 1-9
  • Goudeli C, Varytimiadi A, Koufopoulos N, Syrios J, et al. An ovarian mature cystic teratoma evolving in squamous cell carcinoma: A case report and review of the literature.2016.
  • Rebolledo-P Vilma E, Barrios Betsathe, Isler Luisana, Barillas Ines. Malignización de teratoma maduro de ovario. Rev Obstet Ginecol Venez  [Internet]. 2012  Sep [citado  2022  Nov  02] ;  72( 3 ): 177-181.

Il contenuto di questa pubblicazione è solo a scopo informativo. In nessun caso possono servire a facilitare o sostituire diagnosi, trattamenti o raccomandazioni di un professionista. Se avete dei dubbi, consultate il vostro specialista di fiducia e chiedete la sua approvazione prima di iniziare qualsiasi procedura.