Come prendersi cura del colon

22 Febbraio 2015
Quello che succede nella mente si ripercuote sull'intestino; si tratta di un collegamento che non bisogna mai trascurare.

Siete donne? Come vi prendete cura del colon? Forse non lo sapete, ma in generale sono proprio le donne a soffrire di più di malattie associate a questa parte così importante dell’intestino.

Volete sapere come prendervi cura del colon?

Il colon e le donne

Massaggi per il colon

Per quale ragione l’incidenza di malattie come il colon irritabile è maggiore nelle donne rispetto agli uomini?

Questo problema è relazionato a disturbi ormonali, stress, ansia e persino cattive abitudini alimentari, come:

  • Problemi digestivi
  • Dolore e gonfiore addominale
  • Alterazioni del ritmo intestinale
  • Il dolore può diminuire quando si va in bagno, ma a volte le feci sono il risultato di diarrea o di lunghi periodi di stitichezza
  • Gas e senso di sazietà semplicemente mangiando un boccone
  • Nausea, bruciore toracico, stanchezza, oppressione allo stomaco

In generale, e come abbiamo già detto, i problemi al colon e soprattutto la sindrome del colon irritabile compaiono quasi sempre nelle donne.

In quale momento sorgono i primi sintomi? Di solito prima dei 35 anni di età. Secondo i medici, colpiscono sopratutto le donne che soffrono di dismenorrea, ossia un dolore forte prima delle mestruazioni.

Questi sono accompagnati da crampi alle gambe, dolore ai reni, emicrania e vomito, oltre a una grande perdita di sangue; richiedendo l’utilizzo di analgesici per alleviare il dolore.

Un altro dato interessante è che anche il fattore genetico ha il suo peso: possono soffrirne madri e figlie.

Leggete anche: Menorragia: sintomi, cause e trattamento

Come prendersi cura del colon se si è donne?

Ragazza cucina verdure

1. Fate attenzione all’alimentazione e alle diete dimagranti

È un errore che commettono molte donne. A volte si seguono diete molto rigide, che prevedono un’alimentazione scorretta.

Carenza di fibre, proteine o vitamine adeguate può alterare la salute intestinale e far sì che il colon smetta di funzionare come dovrebbe, intossicandosi e accumulando troppi batteri.

Andateci piano e fate attenzione. Se seguite una dieta, assicuratevi sempre di consumare abbondanti quantità di fibre, verdure fresche e alimenti probiotici.

Leggete anche: Proteine vegetali e fibre in 5 frullati

2. Vitamine adatte per prendersi cura del colon

La vitamina C, la vitamina A e il betacarotene sono meravigliosi antiossidanti capaci di prendersi cura delle cellule dell’intestino e di restaurarle. Lo rafforzano e lo curano. Dunque, quali alimenti potete mangiare per ottenere questi nutrienti? Prendete nota:

  • Succo di pompelmo
  • Succo d’arancia
  • Alfa-alfa, broccoli, carote, sedano…
  • Mela e papaya

Ricordate che è sempre meglio consumarli freschi e crudi, dato che contengono enzimi che favoriscono la digestione degli alimenti.

3. I probiotici adeguati

I probiotici saranno di grande aiuto per prendersi cura della flora intestinale. Dunque, è importante consumare yogurt fermentato, kefir e bibite che li contengono.

4. I lassativi naturali per prendersi cura del colon

Perché non iniziare la giornata con un po’ di papaya o di succo d’arancia? Sono eccellenti!

Non dovete dimenticare nemmeno l’avena e la bevanda a base di questo cereale, le banane, i semi di lino, le mele, le pere, i cetrioli, il mango oppure l’olio extra vergine d’oliva.

Vi aiuteranno ad equilibrare il transito intestinale, a depurarvi e a evitare la stitichezza.

5. Bere tra i sei e gli otto bicchieri d’acqua al giorno

Ve lo abbiamo detto in numerose occasioni: bere acqua è indispensabile, poiché questo liquido svolge una funzione essenziale nel corpo. E’ idratante, depurativa e disintossicante.

Cercate sempre di berne tra i sei e gli otto bicchieri al giorno affinché l’intestino funzioni in modo più agile e la salute del colon ne tragga beneficio. Per facilitare l’assunzione di acqua, potete aggiungere qualche goccia di succo di limone.

6. Evitate gli alimenti ad alto contenuto di grassi

Si sa che è più facile tornare a casa e mettere una pizza surgelata in forno o mangiare qualche patatina fritta o biscotto; tuttavia, a lungo termine ciò fa sì che il corpo si riempia di sostanze tossiche e di grassi che non può elaborare.

Si trattengono liquidi e ci si sente gonfi.

7. Prendetevi cura della vostra vita emotiva

Forse vi sorprenderà, ma l’intestino è una sorta di secondo cervello che sorregge il corpo. Che cosa succede se, ad esempio, si è molto nervosi? Il nervosismo si accumula, provocando dolore e diarrea.

Quello che succede nella mente si ripercuote sull’intestino; si tratta di un collegamento che non bisogna mai trascurare.

Trovate del tempo per voi, stabilite delle priorità, godetevi il tempo con gli amici e con i vostri cari. Coltivate la vostra autostima e migliorate la qualità della vostra vita: è più semplice di quanto sembra.

Ricordatevi di prendervi cura del colon!