Come prendersi cura del colon

22 febbraio 2015

Siete donne? Come vi prendete cura del vostro colon? Forse non lo sapete, ma in generale sono proprio le donne a soffrire di più di malattie associate a questa parte così importante dell’intestino. Volete sapere come prendervene meglio cura?

Il colon e le donne

massaggi per il colon

Per quale ragione l’incidenza di malattie come il colon irritabile è maggiore nelle donne rispetto agli uomini? La verità è che non si sa quali siano le cause di questo tipo di problema, ma gli esperti dicono che a volte sono fattori come problemi ormonali, stress, ansia e persino cattive abitudini alimentari a provocare questi quadri clinici che già conoscete:

  • Problemi digestivi
  • Dolore e gonfiore addominale, come se si trattasse di una colica e che può durare ore o addirittura giorni
  • Alterazioni del ritmo intestinale
  • Il dolore può diminuire quando si va in bagno, ma a volte le feci sono il risultato di diarrea o di lunghi periodi di stitichezza
  • Gas e senso di sazietà semplicemente mangiando un boccone
  • Nausea, bruciore toracico, stanchezza, oppressione allo stomaco

In generale, e come abbiamo già detto, i problemi al colon e soprattutto la sindrome del colon irritabile compaiono quasi sempre nelle donne. In quale momento sorgono i primi sintomi? Di solito prima dei 35 anni di età. Secondo i medici, compaiono innanzitutto in donne che soffrono di dismenorrea, ossia un dolore forte prima delle mestruazioni, crampi alle gambe, dolore ai reni, emicrania e vomito oltre a una grande perdita di sangue, richiedendo l’utilizzo di analgesici per alleviare il dolore. Un altro dato interessante è che a volte conta abbastanza il fattore genetico: possono soffrirne madri e figlie.

Come prendersi cura del colon se si è donne?

verdure

1.Fate attenzione all’alimentazione e alle diete dimagranti

È un errore in cui cadono molte donne. A volte si seguono diete molto rigide in cui si ha un’alimentazione scorretta. Carenza di fibre, di proteine o delle vitamine adeguate può alterare la salute intestinale e far sì che il colon smetta di funzionare come dovrebbe, intossicandosi e accumulando troppi batteri. Andateci piano e fate attenzione. Se seguite una dieta, assicuratevi sempre di consumare abbondanti quantità di fibre, verdure fresche e alimenti probiotici.

2. Vitamine adatte per prendersi cura del colon

La vitamina C, la vitamina A e il betacarotene sono meravigliosi antiossidanti capaci di prendersi cura delle cellule dell’intestino e di restaurarle. Lo rafforzano e lo guariscono. Dunque, quali alimenti potete mangiare per ottenere questi nutrienti? Prendete nota:

  • Succo di pompelmo
  • Succo d’arancia
  • Alfa-alfa, broccoli, carote, sedano…
  • Mela e papaya

Ricordate che è sempre meglio consumarli freschi e crudi dato che contengono enzimi che favoriscono la digestione degli alimenti.

3. I probiotici adeguati

I probiotici saranno di grande aiuto per prendersi cura della flora intestinale. Dunque, è importante consumare yogurt fermentato, kéfir e bibite che li contengono.

4. I lassativi naturali

Perché non iniziare la giornata con un po’ di papaya o di succo d’arancia? Sono eccellenti, e non dovete dimenticare nemmeno l’avena e il suo succo, le banane, i semi di lino, le mele, le pere, i cetrioli, il mango oppure l’olio extra vergine d’oliva. Vi aiuterà a equilibrare il transito intestinale, a depurare e a evitare la stitichezza.

5. Non dimenticatevi di bere tra i sei e gli otto bicchieri d’acqua al giorno

Ve lo abbiamo detto in numerose occasioni nel nostro spazio: bere acqua è sano, è necessario e svolge una funzione essenziale nel corpo idratando e depurando l’organismo, facilitando il lavoro degli organi e disintossicando. Cercate sempre di bere tra i sei e gli otto bicchieri al giorno in modo che l’intestino funzioni in modo più agile e la salute del colon ne tragga beneficio. Se vi risulta un po’ pesante, versate un goccio di succo di limone nella bottiglia da cui bevete e vedrete come vi risulterà più piacevole.

6. Evitate gli alimenti ad alto contenuto di grassi

Si sa che è più facile tornare a casa e mettere una pizza surgelata in forno o stuzzicare qualche patatina fritta o biscotto; tuttavia, a lungo termine ciò fa sì che il corpo si riempia di sostanze tossiche e di grassi che non può elaborare. Si trattengono liquidi e ci si sente gonfi, risentendone a livello di salute.

7. Prendetevi cura della vostra vita emotiva

Forse vi sorprenderà, ma l’intestino è quasi come se fosse un secondo cervello che sorregge il corpo. Che cosa succede se ad esempio si è molto nervosi? Il nervosismo si accumula lì, sentendo dolore, avendo lo stomaco sottosopra e soffrendo ad esempio di diarrea. Quello che succede nella mente si ripercuote sull’intestino; si tratta di un collegamento che non bisogna mai trascurare. Trovate del tempo per voi, stabilite delle priorità, godetevi il tempo con gli amici e con i vostri cari. Coltivate la vostra autostima e fate attenzione alla qualità delle vostre giornate ricordandovi che nella vita l’obiettivo è essere felici e che a volte c’è bisogno di meno di quanto pensiamo per esserlo.

Ricordatevi di prendervi cura del colon. Ricordatevi che la salute viene prima di tutto.

Guarda anche