Come prevenire problemi ossei

12 settembre 2014
Il nostro corpo potrebbe fare fatica ad assimilare il calcio del latte, per cui vi invitiamo ad assumere altri alimenti ricchi di calcio, per soddisfare il fabbisogno giornaliero di questo minerale.

Le malattie ossee, di cui la più comune è l’osteoporosi, sono dovute a fattori genetici, a infezioni, a un errato sviluppo osseo oppure ad una scorretta alimentazione. Mentre i primi casi sono i più difficili da evitare, possiamo invece curare l’alimentazione per prevenire malattie e problemi ossei futuri.

In questo articolo vi spieghiamo quali sono i nutrienti imprescindibili che dovete includere nella vostra dieta o assumere sotto forma di integratori per far sì che le vostre ossa non abbiano nessuna carenza in futuro, così come quelli che dovete evitare o limitare per una migliore prevenzione.

Nonostante l’importanza attribuita al calcio come nutriente fondamentale per le ossa, ne esistono altri che sono ugualmente importanti. Abbiamo bisogno, infatti, di ottenere dosi equilibrate di tutti i minerali necessari per avere ossa forti e sane.

Alimenti rimineralizzanti

  • Nonostante il latte e i suoi derivati siano ricchi di calcio, alcuni studi hanno dimostrato che questi non sono facilmente assimilabili per il nostro organismo nell’età adulta. Per questo motivo vi consigliamo altri alimenti ricchi di calcio come il sesamo, che contiene più calcio del latte ed è molto più assimilabile. Potete utilizzare il sesamo crudo macinato, di olio di prima spremitura a freddo e a crudo o anche sotto forma di tahina (crema di sesamo). La tahina potete anche frullarla con acqua, limone, cannella e miele per ottenere un frullato di sesamo.
  • Alghe: esistono pochi alimenti ricchi di minerali tanto quanto le alghe (spirulina, kombu, spaghetti di mare, nori, wakame, agar-agar, ecc.). Potete inserirle in ogni tipo di stufato, riso, zuppa, pasta, legume e piatto che richieda una cottura.
  • Carota bollita: è molto più ricca di calcio di quando è cruda.
  • Maca: contiene molto calcio e ferro, e inoltre è un eccellente regolatore ormonale. Le persone che soffrono di ipertensione e quelle che soffrono di sovreccitazione del sistema immunitario devono fare attenzione. Vi consigliamo di leggere attentamente quali dosi assumere.
  • Coda cavallina: è molto ricca di silicio, un minerale che dà struttura alle ossa. Potete assumere due o tre tazze al giorno in forma di infuso.
  • Acqua di mare: si tratta di un integratore naturale e molto equilibrato che potete trovare nelle erboristerie e nei negozi naturali. Vi consigliamo di prenderne un cucchiaio prima di ogni pasto e/o di usarla per condire i cibi al posto del sale marino o del sale da tavola.

carota-ccharmon

Una dieta ricca di proteine

Le proteine sono essenziali per la salute delle ossa, ma non si ottengono solo dalla carne, dal pesce e dalle uova. Un eccesso di proteine animali, infatti, può peggiorare e accelerare casi come l’osteoporosi. Vi consigliamo le seguenti fonti di proteine vegetali, facili da assimilare per il nostro organismo:

  • legumi
  • germogli di alfa-alfa
  • avocado
  • frutta secca cruda e senza sale
  • spirulina

alfalfa-I-Believe-I-Can-Fry

L’importanza della vitamina D

La vitamina D è fondamentale per l’assorbimento di calcio e magnesio nelle ossa. Il corpo la produce in modo naturale quando la pelle è esposta direttamente al sole, motivo per cui vi consigliamo di prendere il sole tutti i giorni nelle prime ore della mattina o nelle ultime ore del giorno. Se vivete in una zona poco soleggiata, potete mangiare abitualmente uova e pesci come sardine, aringhe, salmone, tonno, oppure assumere la vitamina sotto forma di integratore che potete comprare in farmacia o nei negozi di prodotti naturali. Vi consigliamo di consultare il medico prima di assumere qualsiasi integratore anche se è naturale.

Alimenti che demineralizzano

Così come bisogna mangiare alimenti rimineralizzanti, bisogna anche limitare o evitare il più possibile gli alimenti che rubano i minerali alle ossa. Sono i seguenti:

  • alcol
  • tabacco
  • zucchero bianco
  • caffè
  • bibite gassate e zuccherate
  • alimenti raffinati
  • alimenti precotti
  • fritture
  • alimenti col sale
  • la crusca, poiché inibisce l’assorbimento del calcio. Bisogna mangiare alimenti integrali, ma bisognerebbe evitare quei prodotti che contengono fibre aggiunte (biscotti, pane, ecc.) o assumerli separati dagli alimenti ricchi di calcio.
  • verdure con ossalati (spinaci, barbabietole). Potete anche mangiarle separate dagli alimenti ricchi di calcio.

Immagini per gentile concessione di: ccharmon e I Believe I Can Fry

Guarda anche